Cancro del fegato : sintomi, cause, cure e prevenzione


Il cancro del fegato è il cancro che inizia nelle cellule del fegato. Il fegato è un  organo che si trova nella parte superiore destra dell’addome, sotto il diaframma e sopra lo stomaco.

Link sponsorizzati

Il cancro del fegato è una delle forme più comuni di cancro nel mondo. Tassi di diagnosi di cancro del fegato sono in aumento negli Stati Uniti.

Il cancro che inizia in un’altra zona del corpo, come il polmone del colon o della mammella, e poi si diffonde al fegato è chiamato cancro metastatico, e non cancro del fegato.

Sintomi
 
La maggior parte delle persone non hanno segni e sintomi nelle prime fasi del tumore primitivo del fegato. Quando i segni e i sintomi compaiono, essi possono includere:

  • Perdita di peso inspiegabile
  • Perdita di appetito
  • Dolore addominale superiore
  • Nausea e vomito
  • Debolezza generale e stanchezza
  • Un ingrossamento del fegato
  • Gonfiore addominale
  • Colorazione gialla della pelle e del bianco degli occhi (ittero)
  • Feci bianche

Fissare un appuntamento con il medico se si verificano segni o sintomi citati.

 

cancro al fegato1.jpg

Cause
 
Non è chiaro ciò che provoca la maggior parte dei casi di cancro del fegato. Ma in alcuni casi, la causa è nota. Per esempio, l’infezione cronica da virus dell’epatite in alcuni casi può causare il cancro al fegato.

Il cancro del fegato si verifica quando le cellule del fegato sviluppare cambiamenti (mutazioni) nel loro DNA – il materiale che fornisce le istruzioni per tutti i processi chimici nel corpo. Il risultato è che le cellule possono iniziare a crescere fuori controllo e, infine, formare un tumore, una massa di cellule cancerose.

Tipi di cancro del fegato
 
Il cancro primitivo del fegato, che inizia nelle cellule del fegato, è suddiviso in diverse tipologie in base al tipo di cellule che diventano cancerose. I tipi includono:

  • Carcinoma epatocellulare. Questa è la forma più comune di cancro primitivo del fegato. Inizia negli epatociti, il principale tipo di cellule del fegato.
  • Colangiocarcinoma. Questo tipo di cancro è talvolta chiamato il cancro del dotto biliare.
  • Epatoblastoma. Questo tipo di tumore del fegato colpisce neonati e bambini piccoli.
  • Angiosarcoma o emangiosarcoma. Questi tumori iniziano nei vasi sanguigni del fegato e crescono molto velocemente.

Fattori di rischio
 
Fattori che aumentano il rischio di tumore primario del fegato includono:

  • Uomini. Gli uomini hanno più probabilità di sviluppare il cancro al fegato rispetto alle donne.
  • Età. In Nord America, Europa e Australia, il cancro del fegato più comunemente colpisce gli adulti più anziani. Nei paesi in via di sviluppo dell’Asia e dell’Africa, la diagnosi del tumore al fegato tende a manifestarsi in età più giovane – tra i 20 e 50 anni.
  • Infezione cronica da HBV o da HCV. L’infezione cronica da virus dell’epatite B (HBV) o virus dell’epatite C (HCV) aumenta il rischio di cancro al fegato.
  • Cirrosi. Questa condizione progressiva e irreversibile aumenta la probabilità di sviluppare cancro al fegato.
  • Certe malattie ereditarie del fegato. Malattie del fegato che possono aumentare il rischio di cancro del fegato includono emocromatosi e il morbo di Wilson.
  • Diabete. Le persone con questo disturbo hanno un rischio maggiore di cancro al fegato di quanto non facciano le persone che non hanno il diabete.
  • Steatosi epatica non alcolica. Un accumulo di grasso nel fegato aumenta il rischio di cancro al fegato.
  • L’esposizione alle aflatossine. Consumare cibi contaminati da funghi che producono aflatossine aumenta notevolmente il rischio di cancro al fegato. Colture come il mais e arachidi possono essere contaminate con aflatossine.
  • Consumo eccessivo di alcol. Consumare più di una moderata quantità di alcol al giorno per molti anni può portare a danni irreversibili al fegato e aumentare il rischio di cancro al fegato.
  • L’obesità. Avere un malsano indice di massa corporea aumenta il rischio di cancro al fegato.

Diagnosi
 
Le procedure utilizzate per diagnosticare il cancro del fegato includono:

  • Gli esami del sangue. Gli esami del sangue possono rivelare alterazioni della funzionalità epatica.
  • Esami di imaging. Il medico può raccomandare test di imaging, come ad esempio l’ecografia, la tomografia computerizzata (TAC) e la risonanza magnetica (MRI).
  • Rimozione di un campione di tessuto epatico per il test. Nel corso di una biopsia epatica, un campione di tessuto viene rimosso dal fegato ed esaminato al microscopio.

Determinare l’estensione del cancro al fegato

Una volta che viene diagnosticato il cancro del fegato, il medico lavorerà per determinare l’estensione (stadio) del cancro. Esami usati per determinare lo stadio del cancro del fegato includono TC, RMN, radiografia del torace e scintigrafia ossea.

Ci sono diversi metodi di stadiazione del tumore del fegato. Un metodo utilizza i numeri romani da I a IV, e un altro usa le lettere da A a D. Il medico identifica lo stadio del cancro per determinare le opzioni di trattamento e la prognosi. Lo stadio IV e lo stadio D indicano il cancro del fegato più avanzato con la prognosi peggiore.

Trattamenti e cure

L’obiettivo di ogni trattamento è quello di eliminare il tumore completamente. Quando ciò non è possibile, l’attenzione può essere sulla prevenzione che il tumore possa crescere o diffonderi. A volte il trattamento mira solo ad alleviare i sintomi. In questa situazione, l’obiettivo del trattamento non è quello di rimuovere o rallentare la malattia, ma contribuire ad alleviare i sintomi.

Opzioni di trattamento del cancro del fegato possono includere:

  • Intervento chirurgico per rimuovere una parte del fegato. Il medico può raccomandare epatectomia parziale per rimuovere il cancro del fegato e una piccola porzione di tessuto sano che lo circonda se il tumore è piccolo e la funzione del fegato è buona.
  • Chirurgia dei trapianti di fegato. Durante l’intervento chirurgico di trapianto di fegato, il fegato malato viene rimosso e sostituito con un fegato sano da un donatore.
  • Congelamento delle cellule tumorali. La crioablazione usa temperature estremamente basse per distruggere le cellule tumorali.
  • Cellule tumorali e riscaldamento. In una procedura chiamata ablazione a radiofrequenza, la corrente elettrica viene utilizzata per riscaldare e distruggere le cellule tumorali.
  • L’iniezione di alcol all’interno del tumore. Durante l’iniezione di alcol, alcool puro viene iniettato direttamente nel tumore, sia attraverso la pelle o durante un’operazione. L’alcol distrugge le cellule tumorali
  • Farmaci chemioterapici nel fegato. La chemioembolizzazione è un tipo di trattamento chemioterapico che fornisce farmaci anti-cancro direttamente al fegato. Durante la procedura, i farmaci chemioterapici vengono iniettati nell’arteria epatica .
  • Radioterapia. Questo trattamento utilizza raggi di energia per distruggere le cellule tumorali.
  • Terapia farmacologica mirata. Il Sorafenib (Nexavar) è un farmaco mirato al fine di interferire con la capacità di un tumore di generare nuovi vasi sanguigni. Il Sorafenib ha mostrato di rallentare o arrestare il carcinoma epatocellulare avanzato per alcuni mesi più. Sono necessari altri studi per capire come questo e di altri tipi di terapie mirate possano essere utilizzate per il controllo del cancro avanzato del fegato.

trapianto di fegato21.jpgPrevenzione

Ridurre il rischio di cirrosi
 
La cirrosi aumenta il rischio di cancro al fegato. È possibile ridurre il rischio di cirrosi se:

  • Si bevono alcolici con moderazione. Se si scegle di bere alcolici, limitarne l’utilizzo. Per le donne, questo significa non più di un bicchiere al giorno. Per gli uomini, questo significa non più di due bicchieri al giorno.
  • Mantenere un peso sano.
  • Usare cautela con i prodotti chimici.

Vaccinarsi contro l’epatite B.

E’ possibile ridurre il rischio di epatite B, ricevendo il vaccino contro l’epatite B, che fornisce oltre il 90 per cento di protezione per adulti e bambini. Il vaccino può essere somministrato a chiunque, inclusi i bambini, gli anziani e quelli con sistema immunitario compromesso.

Adottare misure per prevenire l’epatite C

Nessun vaccino protegge dall’epatite C ma è possibile ridurre il rischio di infezione.

  • Conoscere lo stato di salute di tutti partner. Non impegnarsi in rapporti non protetti a meno che non siate assolutamente certi vostro partner non sia infetto da HBV, HCV o da qualunque altra malattia a trasmissione sessuale.
  • Piercing o tatuaggi. Gli aghi che potrebbero non essere correttamente sterilizzati possono diffondere il virus dell’epatite C. Prima di farsi fare un piercing o un tatuaggio, controllare che i negozi al quale vi affidate rispettino le norme igieniche

referenze

Gestione del carcinoma epatocellulare: un aggiornamento. Alexandria, in Virginia: Associazione americana per lo Studio delle Malattie del Fegato. Letta 20 maggio 2011.
Quello che c’è da sapere sul cancro al fegato. National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancertopics/wyntk/liver/allpages/print. Letta 20 maggio 2011.
Weber S, et al. Fegato e del dotto biliare cancro. In: Abeloff MD, et al. Clinical Oncology Abeloff è. 4 ° ed. Philadelphia, Pa.: Churchill Livingstone Elsevier; 2008:1569.
Tumore epato-biliare. Fort Washington, Pennsylvania: National Comprehensive Cancer Network. http://www.nccn.org/professionals/physician_gls/f_guidelines.asp. Letta 20 maggio 2011.
Epatite B FAQ per il pubblico. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/hepatitis/B/bFAQ.htm. Letta 20 maggio 2011.
Epatite C FAQ per il pubblico. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/hepatitis/C/cFAQ.htm. Letta 20 maggio 2011.
Moynihan TJ (opinione di esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minnesota 7 Giugno 2011.
Cirrosi. Istituto Nazionale per le Malattie Diabetes, Digestive and Kidney. http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/cirrhosis/. Letta 8 giugno 2011.

Link sponsorizzati