Atelettasia : sintomi, cause, diagnosi e cure


L’atelettasia è un crollo totale o parziale di un polmone, una complicanza possibile in molti problemi respiratori. La fibrosi cistica, corpi estranei inalati, asma grave e lesioni al torace sono tra le cause più comuni di atelettasia.

Link sponsorizzati

A differenza di un pneumotorace, l’atelettasia si sviluppa quando le piccole sacche d’aria (alveoli) all’interno del polmone si sgonfiano.

La quantità di tessuto polmonare coinvolto nell’atelettasia è variabile, a seconda della causa. Segni e sintomi di atelettasia possono anche variare con la causa e il grado di coinvolgimento polmonare. L’atelettasia può essere grave perché compromette lo scambio di ossigeno e anidride carbonica nei polmoni. Il trattamento dipende dalla causa e la gravità del crollo.

Sintomi

A seconda della gravità della atelettasia, non ci può essere evidenti segni o sintomi. Segni e sintomi possono includere:

  • Difficoltà di respirazione (dispnea)
  • Respirazione superficiale
  • Tosse
  • Febbricola (nel bambino)

 L’atelettasia significativa è probabile che si verifichi quando si è già in un ospedale. Consultare sempre immediatamente il medico se si hanno problemi di respirazione.

Cause

L’atelettasia può essere il risultato di un blocco delle vie respiratorie (atelettasia ostruttiva) o di pressione esterna al polmone (atelettasia ostruttiva). Per capire come si verifica, si può fare un paragone con delle bolle di sapone. Proprio come la superficie del liquido della  bolla di sapone mantiene la bolla intatta, un agente di superficie (surfattante) mantiene le piccole sacche d’aria (alveoli) nei polmoni in modo da non crollare. Tutto ciò che diminuisce il tensioattivo, come la pressione sui polmoni, può causare atelettasia.

Un blocco nelle vie respiratorie (bronchi) può causare atelettasia ostruttiva.

atelettasia1.jpg

Possibili cause di blocco sono:

  • Muco. Un accumulo di muco nelle vie aeree, spesso si verificano durante e dopo un intervento chirurgico, ed è la causa più comune di atelettasia.
  • Corpo estraneo. I bambini hanno più probabilità di inalare un oggetto, più comunemente una nocciolina, nei polmoni.
  • Restringimento delle vie aeree principali. La tubercolosi e altre malattie che coinvolgono le vie aeree più importanti possono essere causa di costrizione.
  • Tumore in una delle vie principali.
  • Coagulo di sangue. Ciò si verifica solo se c’è sanguinamento importante nei polmoni.

Una pressione sulla parte esterna dei polmoni può causare atelettasia ostruttiva.

Le cause possibili sono:

  • Lesioni del torace. Una caduta o incidente per esempio, possono danneggiare e comprimere i polmoni.
  • Versamento pleurico. Si tratta di un accumulo di liquidi tra i tessuti (pleura) che rivestono i polmoni e la parte interna della parete toracica.
  • Polmonite. Diversi tipi di polmonite, possono causare temporaneamente atelettasia.
  • Pneumotorace.
  • Cicatrizzazione del tessuto polmonare. Cicatrici potrebbero essere causate da lesioni, malattie polmonari o interventi chirurgici. I
  • Tumore. Alcuni tumori di grandi dimensioni possono mettere sotto pressione il polmone.

Fattori di rischio

Fattori che aumentano il rischio di atelettasia sono:

  • Parto prematuro, se i polmoni non sono completamente sviluppati
  • Qualsiasi condizione che interferisce con la tosse spontanea
  • Malattia polmonare, come la fibrosi asma, bronchiectasie o cistica
  • Confinamento a letto, con cambio frequente di posizione
  • Chirurgia addominale o toracica
  • Recenti anestesie generali
  • Respirazione superficiale – a causa di dolore addominale o frattura costale
  • Debolezza dei muscoli respiratori, a causa della distrofia muscolare, lesioni del midollo spinale o di un’altra condizione neuromuscolare
  • L’obesità, che può elevare il diaframma e ostacolare la  capacità di respirare

Complicazioni

Le seguenti complicazioni possono derivare da atelettasia:

  • Ipossiemia. L’atelettasia ostacola la capacità dei polmoni
  • Cicatrici. Alcuni danni o cicatrici possono rimanere nel polmone, con conseguenti bronchiectasie.
  • Polmonite.
  • Insufficienza respiratoria.

Diagnosi

Una radiografia del torace di solito è in grado di diagnosticare l’atelettasia.

Per determinare la causa sottostante, il medico può ordinare altri test, tra cui:

  • Tomografia computerizzata (TAC).
  • Ossimetria. Questo semplice test utilizza un piccolo dispositivo collocato su una delle dita per misurare la saturazione di ossigeno nel sangue.
  • Broncoscopia. Un flessibile, tubo illuminato filettato consente al medico di vedere e possibilmente rimuovere, almeno in parte, ostruzioni delle vie aeree.

atelettasia 21.gifTrattamenti e cure

I ltrattamento dell’atelettasia dipende dalla causa. L’atelettasia di una piccola area del polmone può diminuire senza trattamento. Se c’è una condizione di base, come ad esempio un tumore, il trattamento può comportare la rimozione o il restringimento del tumore con la chirurgia, la chemioterapia o la radioterapia.

Farmaci

In alcuni casi, i farmaci possono essere utilizzati. Essi includono:

  • Acetilcisteina (Acetadote, Mucomyst), per il muco
  • Broncodilatatori per via inalatoria (Foradil, MaxAir, Proventil, Serevent, Ventolin, Xopenex), aprono i bronchi rendendo la respirazione più facile.
  • DNasi (Dornase Alfa), utilizzato per eliminare il muco nei bambini con fibrosi cistica.

Terapie

Un certo numero di terapie conosciute come fisioterapia respiratoria sono usate per trattare l’atelettasia. Esse includono:

  • Battere le mani (percussioni) sul petto sopra l’area crollata per allentare il muco
  • Esecuzione di esercizi di respirazione profonda (spirometria incentiva)
  • Drenaggio posturale, che permette di drenare il muco
  • Ossigeno supplementare, che può contribuire ad alleviare la mancanza di respiro (dispnea)

Interventi chirurgici

Il medico può suggerire la rimozione delle ostruzioni delle vie aeree, e può essere fatto con la aspirazione o la broncoscopia.

Prevenzione

Per diminuire il rischio di atelettasia:

  • Non dare ai bambini giocattoli piccoli che potrebbero inalare fino a 3 anni
  • Smettere di fumare.
  • Fare esercizi di respirazione profonda.
  • Se si deve stare a letto, cambiare posizione frequentemente.

Referenze »

Ali J. perioperatoria insufficienza respiratoria. In: Hall JB, et al. Principi di terapia intensiva. 3rd ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical Pub. Divisione; 2005. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=2296794. Letta 26 GENNAIO 2010.
Stark P. Atelettasia: Tipi e patogenesi negli adulti. http://www.uptodate.com/home/index.html. Letta 11 gennaio 2010.
Finder JD. Atelettasia nei bambini. http://www.uptodate.com/home/index.html. Letta 11 gennaio 2010.
Surka A, et al. Broncoscopica miti e leggende: La broncoscopia nel trattamento di atelettasia lobare. Medicina clinica polmonare. 2007; 14:302.
Smith DA. Emergenze polmonare. In: Stone CK, et al. Diagnosi e Trattamento attuale: Medicina d’Emergenza. 6 ° ed. New York, NY: McGraw-Hill, 2008. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=3106264. Letta 26 GENNAIO 2010.
Atelettasia. In: Guida professionale alle malattie. 8a ed. Springhouse, Pa.: Wolters Kluwer Salute; 2005.
Rozenfeld RA. Atelettasia. In: Kleigman, et al. Nelson Textbook of Pediatrics. 18 ed. Philadelphia, Pa.: Saunders; 2007. Letta 3 feb 2010.

 

Link sponsorizzati