Speroni ossei : cause, complicazioni, diagnosi e chirurgia


Gli speroni ossei sono proiezioni ossee che si sviluppano lungo i bordi delle ossa. Gli speroni in se non sono dolorosi, ma possono sfregare contro nervi circostanti e causare dolore.

Link sponsorizzati

Gli speroni ossei, chiamati anche osteofiti, si possono formare in qualsiasi osso. Spesso si formano nelle articolazioni. Ma possono anche essere trovate dove legamenti e tendini entrano in contatto con l’osso. Gli speroni ossei possono formarsi anche sulle ossa della colonna vertebrale.

La maggior parte speroni ossei non causano sintomi e possono restare silenti per anni. Quale trattamento effettuare dipende da dove si trovano e da come influenzano la salute.

Sintomi

La maggior parte degli speroni ossei non causano segni o sintomi. Spesso non ci si rende nemmeno conto di averli fino a che non ci si sottopone ad una radiografia per altri problemi.

Ma alcuni speroni ossei possono causare:

  • Dolore alle articolazioni
  • Perdita di movimento alle articolazioni

La posizione determina i sintomi

Dove si trovano gli speroni ossei spesso determina il tipo di sintomi. Per esempio:

  • Sul Ginocchio, gli speroni ossei possono rendere più doloroso stendere e piegare la gamba.
  • Sulla colonna vertebrale, gli speroni ossei possono spingere contro i nervi, o anche sul midollo spinale, provocando dolore e intorpidimento in altre parti del corpo.
  • Sul collo, gli speroni ossei possono sporgere verso l’interno, e a volte rendendo difficile la deglutizione o la respirazione. Gli speroni ossei possono anche spingere contro le vene, limitando il flusso di sangue al cervello.
  • Nella spalla, possono limitare il range di movimento del  braccio.
  • Sulle dita, possono apparire come grumi duri sotto la pelle, rendendo le dita sfigurate. Speroni ossei sulle dita possono causare dolore intermittente.

Fissare un appuntamento con il medico se si ha dolore o gonfiore in una o più articolazioni, o in presenza di difficoltà a muoversi. Se si ha una sottostante condizione di salute, una diagnosi precoce può aiutare a prevenire o rallentare  il danno articolare.

sperone osseo1.jpg

Cause

Gli speroni ossei si presentano solitamente come conseguenza di una malattia o condizione, comunemente con la osteoartrosi. Quando si verificano interruzioni o lesioni alle cartilagini, il  corpo tenta di riparare la perdita. Spesso questo per lui significa creare nuove aree osee lungo i bordi delle ossa pre-esistenti.

Speroni ossei sono il marchio di altre malattie e condizioni, tra cui:

  • Iperostosi scheletrica idiopatica diffusa (DISH). Questa condizione provoca escrescenze ossee sui legamenti della colonna vertebrale.
  • Fascite plantare. Lo sperone osseo, a volte chiamato sperone calcaneare, può formarsi dove il tessuto connettivo (fascia) si collega all’osso del tallone (calcagno). I risultati di questo sperone sono irritazione o infiammazione cronica del tessuto connettivo.
  • Spondilosi. In questa condizione, l’osteoartrite causa la degenerazione delle ossa del collo (spondilosi cervicale) o della parte bassa della schiena (spondilosi lombare).
  • Stenosi spinale. Gli speroni ossei possono contribuire a un restringimento delle ossa che compongono la colonna vertebrale (stenosi spinale), facendo pressione sul midollo spinale.

Può essere una parte normale dell’invecchiamento

Gli speroni ossei possono anche formarsi da soli. Essi possono essere una parte naturale del processo di invecchiamento. Sono stati spesso trovati nelle persone anziane che non hanno artrosi o altre malattie.

Il  corpo può creare speroni ossei per aggiungere stabilità alle articolazioni. Gli speroni ossei possono aiutare a ridistribuire il peso e quindi a proteggere le zone di cartilagine che cominciano a rompersi. Per alcune persone, gli speroni ossei possono realmente fornire un vantaggio, invece di essere un problema doloroso.

Complicazioni

Gli speroni ossei possono staccarsi dalle ossa più grandi, diventando quello che i medici chiamano corpi liberi. Spesso speroni ossei che sono diventati corpi liberi possono inserirsi nel rivestimento delle articolazioni (sinovia).

I corpi liberi possono muoversi nelle aree tra le ossa creando un blocco, una sensazione che qualcosa impedisce di muovere le articolazioni. Questo blocco comune può andare e venire a seconda della posizione dei corpi liberi.

Diagnosi

Se si verificano dolori articolari, il medico effettuerà un esame fisico per capire meglio il tipo di dolore. Tenterà di sentire intorno alle articolazioni per determinare esattamente da dove il dolore proviene.

Per confermare la diagnosi, il medico può prescrivere esami di imaging per ottenere uno sguardo approfondito sulle articolazioni e ossa. Alcuni modi comuni di ricerca di speroni ossei sono:

  • Gli esami a raggi X
  • Tomografia computerizzata (TC)
  • Risonanza magnetica (MRI)

sperone osseo21.jpg

Trattamenti e cure

Non c’è alcun trattamento specifico per gli speroni ossei.

Se gli speroni ossei non causano alcun dolore o se non limitano i range di movimento alle articolazioni, allora probabilmente non sarà necessario il trattamento. Se si ha bisogno di cure,  solitamente comprendono la risoluzione del problema di fondo e la prevenzione di ulteriori danni.

Farmaci

Se gli speroni ossei stanno causando dolore, il medico può raccomandare farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) per alleviare il dolore.

Chirurgia

Speroni ossei che limitano il movimento o causano altri problemi potrebbero richiedere un intervento chirurgico. Quali sono le opzioni chirurgiche da adottare dipende dalla situazione. Per esempio, speroni ossei sono spesso rimossi come parte di un intervento chirurgico più completo per l’artrite. Se si dispone di speroni al gomito, ad esempio, il chirurgo può rimuoverli quando sta facendo altre riparazioni all’articolazione.

L’intervento chirurgico per rimuovere speroni ossei può essere fatto in una procedura aperta, nel senso che il chirurgo apre la pelle per ottenere accesso alla zona interessata. La rimozione  può essere invece fatta in artroscopia, cioè il chirurgo pratica piccole incisioni per inserire speciali strumenti chirurgici. Durante l’intervento chirurgico in artroscopia, il chirurgo utilizza una piccola telecamera per vedere all’interno dell’articolazione.

Referenze »

Stenosi spinale. Istituto Nazionale dell’ artrite e malattie muscolo-scheletrico e della pelle. http://www.niams.nih.gov/Health_Info/Spinal_Stenosis/default.asp.  Nov 12, 2009.
Cesare PE, et al. Patogenesi della osteoartrite. In: Firestein GS, et al. Libro di testo Kelley di Reumatologia. 8a ed. Philadelphia, Pa.: WB Saunders Elsevier, 2008. Nov 12, 2009.
Osteoartrite. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/print/sec04/ch034/ch034e.html. Nov 12, 2009.
Mercier LR. Fascite plantare. In: Ferri FF. Advisor Clinica Ferri 2010. St. Louis, Mo: Mosby, 2009. Nov 12, 2009.
Lesioni della cuffia dei rotatori e le opzioni di trattamento. American Academy of Orthopaedic Surgeons. http://orthoinfo.aaos.org/topic.cfm?topic=A00406. Nov 12, 2009.

 

Link sponsorizzati