Mal di stomaco : cause, cure e automedicazione


Il mal di stomaco è un termine comune usato per descrivere i segni e i sintomi di una indigestione che non ha una causa evidente. Il mal di stomaco è clinicamente chiamato dispepsia funzionale.

Link sponsorizzati

Il mal di stomaco può causare segni e sintomi che assomigliano a quelli di un’ulcera, come il dolore o fastidio nella parte superiore dell’addome, spesso accompagnati da gonfiore, nausea ed eruttazione.

Sintomi

Segni e sintomi di mal di stomaco possono includere:

  • Una sensazione di bruciore o fastidio nell’ addome superiore o inferiore del torace
  • Gonfiore
  • Eruttazione
  • Una sensazione di sazietà precoce quando si mangia
  • Nausea

E’ consigliabile fissare un appuntamento con il medico se si manifestano segni e sintomi persistenti.

Contattare immediatamente un medico se si presentano:

  • Vomito ematico (ematemesi)
  • Feci scure e catramose
  • Mancanza di fiato
  • Dolore che si propaga alla mascella, al collo o al braccio

lo stomaco ulcerato1.gif

Cause

Molte volte, non è chiaro ciò che provoca il mal di stomaco. I medici lo considerano un disturbo funzionale, il che significa che non è necessariamente causato da una malattia specifica.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di mal di stomaco includono:

  • Il consumo di quantità eccessive di caffeina o alcol
  • Fumo
  • Assumere alcuni farmaci, soprattutto farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), come l’aspirina e ibuprofene (Advil, Motrin, altri), che possono causare problemi di stomaco

Diagnosi

Un certo numero di test diagnostici possono aiutare il medico a stabilire la causa del disagio. Questi possono includere:

  • Gli esami del sangue. Gli esami del sangue possono aiutare a escludere altre malattie che possono causare segni e sintomi simili a quelli del mal di stomaco.
  • Test delle feci. Il medico può testare un campione di feci per cercare un batterio chiamato Helicobacter pylori (H. pylori) che può causare problemi di stomaco.
  • Endoscopia digestiva. Un sottile, flessibile, strumento illuminato (endoscopio) viene passato in gola in modo che il medico possa visualizzare l’esofago, lo stomaco e la prima parte dell’intestino tenue (duodeno). A causa della complessità di questo esame, vi rimando alla lettura di questo articolo, dove viene spiegata in modo dettagliato la procedura.

 

mal di stomaco semeiotica21.jpg

Trattamenti e cure

Un mal di stomaco che dura a lungo e non è controllato da cambiamenti dello stile di vita può richiedere un trattamento. Quale trattamento  dipende dai segni e sintomi. Il trattamento può combinare farmaci con la terapia comportamentale.

Farmaci
 
I farmaci che possono aiutare nella gestione dei segni e sintomi del mal di stomaco includono:

  • Farmaci antiacidi. Gli antiacidi (Maalox, Mylanta, altri) in forma liquida o compresse sono un trattamento comune per l’indigestione. Gli antiacidi neutralizzano l’acido dello stomaco e possono fornire sollievo rapido del dolore.
  • Farmaci per riduerre la produzione di gas. I farmaci che contengono l’ingrediente simeticone possono dare sollievo.
  • Farmaci per ridurre la produzione di acido. Chiamati H-2-bloccanti, questi farmaci comprendono cimetidina (Tagamet HB), famotidina (Pepcid AC), nizatidina (Axid AR) e ranitidina (Zantac 75).
  • Inibitori. Gli inibitori della pompa protonica agiscono sulle cellule che secernono acido dello stomaco. Gli inibitori della pompa protonica sono lansoprazolo (Prevacid 24 HR) e omeprazolo (Prilosec OTC).
  • Farmaci per potenziare lo sfintere esofageo. Agenti procinetici aiutano lo stomaco a svuotarsi più rapidamente e  aiutano a potenziare la valvola fra stomaco ed esofago, riducendo la probabilità di disturbi addominali superiori.
  • Farmaci che controllano gli spasmi muscolari. Gli antispasmodici possono contribuire ad alleviare il mal di stomaco che è causato da spasmi della muscolatura intestinale. Questi farmaci comprendono diciclomina (Bentyl) e iosciamina (Levsin).
  • Basse dosi di antidepressivi. Gli antidepressivi triciclici noti come inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI), assunti in basse dosi, possono aiutare a inibire l’attività dei neuroni che controllano il dolore intestinale.
  • Antibiotici. Se i test indicano che un comune batterio che causa l’ulcera chiamato Helicobacter pylori è presente nello stomaco, il medico può raccomandare antibiotici.

La terapia comportamentale

Lavorare con un consulente o terapeuta può aiutare ad alleviare i segni e i sintomi che non sono alleviati dai farmaci. Un terapeuta può insegnare tecniche di rilassamento che possono aiutare a far fronte ai sintomi.

Consigli

Il medico può raccomandare modifiche dello stile di vita per aiutare a controllare il mal di stomaco.

Apportare modifiche alla propria dieta

Le modifiche alla dieta e al modo di mangiare possono aiutare a controllare i sintomi.

E’ bene cercare di:

  • Mangiare poco e spesso. Avere uno stomaco vuoto può produrre a volte mal di stomaco. Questo accade perchè l’acido nello stomaco può far star male.Evitare di saltare i pasti. Evitare pasti abbondanti.
  • Evitare cibi irritanti. Alcuni alimenti possono scatenare il mal di stomaco, come i cibi piccanti, bevande gassate, caffeina e alcool e grassi.
  • Masticare il cibo lentamente. Evitare di mangiare di fretta, questa  è una regola fondamentale che tutti dovrebbero seguire.
  • Adottare misure per evitare l’eccesso di gas. Per ridurre l’eccesso di gas, astenersi da attività che si traducono in eccessiva deglutizione di aria,come il fumo, mangiare velocemente, masticare chewing gum, bere attraverso una cannuccia e bere bevande gassate.
  • Non stendersi dopo un pasto. Attendere almeno due ore dopo aver mangiato.

Ridurre lo stress nella vita quotidiana

Alcune tecniche di riduzione dello stress possono aiutare a controllare i segni ed i sintomi.

Per ridurre lo stress si può provare a:

  • Identificare i fattori di stress nella  vita attuale.
  •  Imparare a gestire meglio lo stress. L’esercizio fisico, o l’ascolto di musica rilassante può aiutare.
  • Imparare e praticare le tecniche di rilassamento. Queste possono includere la respirazione rilassante, meditazione, yoga e rilassamento muscolare progressivo.
  • Svolgere attività rilassanti. Trascorrere il tempo facendo cose che piacciono, come hobby o sport.

Allenarsi

L’esercizio fisico può aiutare a controllare i segni ed i sintomi.

Prima di iniziare ad allenarsi è bene:

  • Parlare con il vostro medico. Chiedere consiglio al medico prima di iniziare un nuovo esercizio di routine o lo sport dopo periodi di inattività
  • Avviare il programma di allenamento graduale. Molti rimangono inattivi per decenni, e quando ricominciano a fare sport pretendono di dare il massimo da subito, questo è un gravissimo errore
  • Praticare regolare attività fisica. Praticare almeno 30 o 60 minuti di attività fisica quasi tutti i giorni per raggiungere e mantenere un peso sano e ridurre il rischio di molte malattie croniche.
  • Non fare mai esercizio fisico subito dopo aver mangiato.

Referenze

Vu H. Dispepsia, nonulcerative. In: Ferri FF. Advisor Clinica Ferri 2010. Philadelphia, Pa.: Mosby, 2009. http://www.mdconsult.com/das/book/body/163180634-3/0/2088/0.html.  1 ottobre, 2009.
McQuad KR. Dispepsia. In: Feldman M, et al. Malattie gastrointestinali e del fegato Sleisenger & Fordtran: la Fisiopatologia, Diagnosi, il Trattamento. 8a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2006. http://www.mdconsult.com/das/book/body/163180634-3/0/1389/0.html.  1 ottobre, 2009.
Indigestione. Istituto nazionale per il Diabete e le Malattie Digestive e Renali. http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/indigestion/index.htm.  1 ottobre, 2009.
Geeraerts B, et al. Dispepsia funzionale: Passato, presente e futuro. Journal of Gastroenterology. 2008; 43:251.
Quigley EMM, et al. Dispepsia. Current Opinion in Gastroenterology. 2008; 24:692.
Barbara Woodward Labbra Patient Education Center. Dispepsia non ulcerosa. Rochester, Minnesota: Mayo Foundation for Medical Education e della Ricerca; 1999.
Peppermint. Natural Medicines Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com.  2 Ottobre 2009.
Cumino. Natural Medicines Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com.  2 Ottobre 2009.
Rohren CH (opinione di esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minnesota 8 ottobre 2009.

Link sponsorizzati