Irite : sintomi, cause, complicazioni e cure


L’irite è l’infiammazione che colpisce una parte dell’occhio chiamata iride. L’iride è l’anello colorato di tessuto che circonda la pupilla. E’ parte del livello centrale dell’occhio noto come uvea, motivo per cui questa condizione è considerata un tipo di uveite, o infiammazione dell’uvea. Poiché l’iride si trova nella parte anteriore dell’uvea, l’irite è talvolta chiamata uveite anteriore.

Link sponsorizzati

La causa di irite è spesso sconosciuta. Ma a volte, le cause sono date da una condizione di base o un fattore genetico.

L’irite è una condizione grave che, se non curata, potrebbe portare a glaucoma o cecità. Se si hanno sintomi di irite, consultare il medico il più presto possibile per la valutazione e il trattamento.

Sintomi

Segni e sintomi di irite possono includere:

  • Arrossamento degli occhi, spesso visto come un colore rosa blu nel bianco dell’occhio (sclera) intorno all’iride
  • Disagio o dolore nell’occhio colpito
  • Sensibilità alla luce (fotofobia)
  • Offuscamento della vista
  • Macchie galleggianti nel campo visivo

Quando i sintomi di irite si sviluppano improvvisamente, nel giro di ore o giorni, questa viene indicato come irite acuta. I sintomi che si sviluppano gradualmente o che durano più di sei settimane indicano l’irite cronica.

Vedere un oculista il più presto possibile se si hanno sintomi di irite. Un tempestivo trattamento aiuta a prevenire le gravi complicanze della malattia.

occhio irite anatomia1.jpg

Cause

Spesso, la causa di irite non può essere determinata. In alcuni casi, tuttavia, l’irite può essere collegata a traumi oculari, fattori genetici o certe malattie. Cause note di irite sono:

  • Lesioni agli occhi. Una ferita può causare irite acuta.
  • Infezioni. L’herpes zoster,comunemente noto come fuoco di Sant’Antonio può causare irite. Altre malattie infettive, come la toxoplasmosi, istoplasmosi, la tubercolosi e la sifilide, possono essere collegate ad altri tipi di uveite.
  • Predisposizione genetica. Persone con HLA-B27, una alterazione di un gene che è essenziale per la funzione del sistema immunitario, hanno più probabilità di sviluppare alcune malattie autoimmuni, come la spondilite anchilosante, sindrome di Reiter, malattie infiammatorie intestinali e l’artrite psoriasica. L’irite acuta può verificarsi in persone affette da queste malattie.
  • Malattia di Behçet. Una causa rara di irite acuta nei paesi occidentali, caratterizzata da problemi articolari, dolori alla bocca e lesioni genitali.
  • Artrite reumatoide giovanile. L’irite cronica può svilupparsi nei bambini con artrite reumatoide giovanile.
  • Alcuni farmaci. Alcuni farmaci, come l’antibiotico rifabutina (Mycobutin) e il cidofovir farmaco antivirale (Vistide) che sono usati per trattare le infezioni da HIV, possono provocare irite.
  • Uveite posteriore. Una infiammazione nella parte posteriore dell’occhio (uveite posteriore) può avere un effetto di ricaduta sulle parti del uvea nella parte anteriore dell’occhio.

Fattori di rischio

Il rischio di sviluppare irite aumenta se:

  • Si ha una specifica alterazione genetica. Le persone con HLA-B27, hanno più probabilità di sviluppare irite.
  • Si Sviluppa una infezione a trasmissione sessuale (STI), perché le infezioni come la sifilide o virus dell’immunodeficienza umana (HIV) sono collegati con un aumento significativo del rischio di irite.
  • si ha un sistema immunitario compromesso o malattie autoimmuni.

Complicazioni

Se non trattata adeguatamente, l’irite potrebbe portare a complicazioni, tra cui:

  • Cataratta. E’ una complicanza possibile, soprattutto l’infiammazione è rimasta a lungo
  • Tessuto irregolare. Il tessuto cicatriziale può causare l’iride rendendo la pupilla di forma irregolare.
  • Glaucoma. L’irite ricorrente può causare glaucoma, una grave patologia oculare caratterizzata da aumento della pressione all’interno dell’occhio (intraoculare) e perdita della vista.
  • Depositi di calcio sulla cornea. Questa condizione nella degenerazione della cornea  potrebbe ridurre la visione.
  • Gonfiore all’interno della retina (edema maculare cistoide). Cisti Gonfie e piene di liquido si sviluppano nella retina sul fondo dell’occhio (retina maculare).

Diagnosi

Prima di diagnosticare l’irite, l’oculista effettuerà un esame completo degli occhi, tra cui:

  • Esame esterno. Durante un esame esterno, il medico può utilizzare una luce per guardare il tipo di arrossamento nell’occhio.
  • L’acuità visiva.
  • Lampada a fessura. Usando un microscopio speciale con una luce su di esso, l’oculista vista l’interno dell’ occhio alla ricerca di segni di irite, compresa la presenza di globuli bianchi o depositi di proteine ​​sfumati (flare).
  • Test del glaucoma. Durante questo esame, viene misurata la pressione intraoculare. Una pressione intraoculare elevata indica un possibile glaucoma.
  • Se l’oculista sospetta che una malattia o condizione stia causando l’irite, può lavorare a stretto contatto con altri medici per individuare la causa sottostante. In questo caso, ulteriori prove possono includere esami del sangue o raggi-X per identificare o escludere cause specifiche.

occhio esterno anatomia21.jpg

Trattamenti e cure

Gli obiettivi principali nel trattamento dell’irite servono a garantire la visione e ad alleviare il dolore associato con la patologia.

Il più delle volte, il trattamento per la cura dell’irite implica:

  • Colliri steroidei. Farmaci glucocorticoidi, dati come collirio, possono ridurre l’infiammazione associata con l’irite. Funzionano riducendo al minimo la circolazione dei globuli bianchi e altri sottoprodotti del processo infiammatorio.
  • Dilatatori pupillari. I cicloplegici sono farmaci che dilatano la pupilla. Dati come collirio, possono ridurre il dolore associato con l’irite.
  • Collirio antibiotico. Se l’irite è causata da un’infezione batterica, il medico prescriverà un collirio antibiotico.
  • Se i sintomi non si risolvono, o sembrano peggiorare, il medico potrebbe prescrivere farmaci orali che possono includere steroidi o di altri agenti anti-infiammatori. Il medico valuterà le condizioni generali prima di prescrivere farmaci per via orale per curare l’irite.

Referenze »

Uveite. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/sec09/ch105/ch105a.html.  21 Dicembre 2010.
Rosenbaum JT. Uveite: Eziologia, manifestazioni cliniche e diagnosi. http://www.uptodate.com/home/index.html.  21 Dicembre 2010.
Mahmood AR, et al. Diagnosi e la gestione degli occhi rossi acuta. Medicina d’Emergenza Clinics of North America. 2008; 26:35.
Walker AR, et al. Occhio emergenze. In: Tintinalli JE, et al. Emergenza Tintinalli di Medicina: una guida allo studio completa. 7a ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical; 2007. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6387273.  21 Dicembre 2010.
La cura del paziente con uveite anteriore. St. Louis, Mo: American Association Optometric. http://www.aoa.org/documents/CPG-7.pdf.  27 Dicembre, 2010.
Mueller JB, et al. Infezione oculare ed infiammazione. Medicina d’Emergenza Clinics of North America. 2008; 26:57.
Robertson DM (opinione di esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minnesota 2 GENNAIO 2011.

Link sponsorizzati