Carcinoma dell’endometrio : sintomi, cause, cure e prevenzione


Il carcinoma dell’endometrio è un tipo di cancro che inizia nell’utero. L’utero è l’organo a forma di pera in cui si verifica lo sviluppo fetale.

Link sponsorizzati

Il carcinoma dell’endometrio inizia nello strato di cellule che formano il rivestimento interno (endometrio) dell’utero. Il carcinoma dell’endometrio è talvolta chiamato cancro uterino. Altri tipi di cancro possono formarsi in utero, ma sono molto meno comuni del cancro dell’endometrio.

Il carcinoma dell’endometrio è spesso rilevato in una fase iniziale perché produce frequentemente anomalo sanguinamento vaginale, che spinge le donne a vedere il ginecologo. Se il cancro endometriale viene scoperto in modo precoce, l’eliminazione dell’utero risolve il problema.

Sintomi

Segni e sintomi di carcinoma dell’endometrio possono includere:

  • Sanguinamento vaginale dopo la menopausa
  • Periodi prolungati di sanguinamento o sanguinamento tra i cicli
  • Una scarica anomala, acquosa o striata di sangue dalla vagina
  • Dolore pelvico
  • Dolore durante il rapporto

 Fissare un appuntamento con il medico se si verificano segni o sintomi che preoccupano, come il sanguinamento vaginale  non correlato alle mestruazioni, dolore pelvico o dolore durante il rapporto.

Cause

I medici non sanno che cosa provochi il cancro dell’endometrio. Ciò che è noto è che qualcosa accade che crea una mutazione genetica all’interno delle cellule nell’endometrio. La mutazione genetica trasforma le cellule sane in cellule anomale. Le cellule sane normalmente crescono e si moltiplicano secondo uno schema, seguendo un ciclo di vita prestabilito. Le cellule anomale crescono e si moltiplicano senza controllo, e seguono un normale ciclo di vita. Le cellule anomale formano una massa (tumore). Le cellule tumorali invadono i tessuti vicini e possono diffondersi in altre parti del corpo (metastasi).

cancro endometrio sezione istologica21.jpg

Fattori di rischio

I fattori che aumentano il rischio di tumore dell’endometrio sono:

  • Le variazioni di equilibrio degli ormoni femminili nel corpo. Le fluttuazioni nel bilancio di questi ormoni causano cambiamenti nell’endometrio. Una malattia o condizione che aumenta la quantità di estrogeni, ma non il livello di progesterone nel corpo può aumentare il rischio di tumore dell’endometrio. Gli esempi includono i modelli ovulazione irregolare, come può verificarsi nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico, obesità e diabete.
  • Mestruazioni. Avere le mestruazioni in età precoce ( prima dei 12 anni )  aumenta il rischio di tumore dell’endometrio.
  • Non essere mai state incinta. Le donne che non sono mai state in gravidanza hanno un rischio maggiore di tumore dell’endometrio rispetto alle donne che hanno avuto almeno una gravidanza.
  • L’età più avanzata. Come si invecchia, aumenta il rischio di carcinoma endometriale.
  • La terapia ormonale per il cancro al seno. Le donne con cancro al seno che prendono il tamoxifene hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro dell’endometrio.
  • Una sindrome ereditaria del cancro del colon. Una sindrome ereditaria senza poliposi del cancro del colon-retto (HNPCC) è una sindrome che aumenta il rischio di cancro del colon e altri tumori, tra cui il cancro dell’endometrio. L’HNPCC si verifica a causa di una mutazione genetica trasmessa dai genitori ai figli.

Complicazioni

Il carcinoma dell’endometrio può diffondersi ad altre parti del corpo, rendendo più difficile il trattamento. Il cancro endometriale che si diffonde (metastatizza) il più delle volte viaggia verso i polmoni.

Diagnosi

Diagnosi di cancro endometriale

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare il cancro dell’endometrio sono:

  • L’esame delle anomalie. Il medico ispeziona le pelvi e i genitali.
  • Utilizzare onde sonore per creare un’immagine dell’utero. Il medico può raccomandare una ecografia transvaginale a guardare lo spessore e la consistenza dell’endometrio e aiutare ad escludere altre condizioni.
  • Isteroscopia. Durante una isteroscopia, il medico inserisce un sottile, flessibile, tubo illuminato (isteroscopio) attraverso la vagina e la cervice nell’utero.
  • Rimozione di un campione di tessuto per il test. La biopsia endometriale comporta la rimozione del tessuto dal rivestimento uterino per analisi di laboratorio.
  • Esecuzione di un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto per il test. Se il tessuto per la biopsia non può essere prelevato facilmente o se i risultati della biopsia non sono chiari, si può avere probabilmente bisogno di sottoporsi a una procedura chiamata dilatazione e raschiamento .
  • Se il cancro endometriale viene trovato, è probabile essere indirizzati ad un oncologo ginecologico, che è un medico specializzato nel trattamento dei tumori che coinvolgono il sistema riproduttivo femminile.

Stadiazione del tumore dell’endometrio
 

Una volta che il cancro è stato diagnosticato, il medico lavora per determinare il grado, e la fase del cancro. Test per determinare lo stadio del cancro includono una radiografia del torace, un tomografia computerizzata (TC) e esami del sangue.

Fasi di tumore dell’endometrio sono:

  • Fase I il tumore si trova solo nell’utero.
  • Stadio II il cancro è presente in utero e cervice.
  • Stadio III il cancro si è diffuso oltre l’utero, ma non ha raggiunto il retto e la vescica. I linfonodi pelvici  possono essere coinvolti.
  • Stadio IV il cancro si è diffuso oltre la regione pelvica e può interessare la vescica, retto e altre parti più lontane del corpo.

Trattamenti e cure
 
Le opzioni per il trattamento del tumore dell’endometrio dipendono dalle caratteristiche del tumore, come ad esempio lo stadio, la  salute generale e le  preferenze.

 

endometrio1.jpg

Chirurgia

La chirurgia per rimuovere l’utero è consigliata per la maggior parte delle donne con tumore endometriale. La maggior parte delle donne con tumore endometriale deve sottoporsi ad una procedura per rimuovere l’utero (isterectomia), nonché  rimuovere le tube di Falloppio e le ovaie (annessiectomia). Un intervento di isterectomia rende impossibile avere figli in futuro. Inoltre, una volta che le ovaie vengono rimosse, sopraggiunge la menopausa (se non è già presente).

Radiazioni
 
La radioterapia utilizza raggi di energia potenti, come i raggi X, per eliminare le cellule tumorali. In alcuni casi, il medico può raccomandare le radiazioni per ridurre il rischio di una recidiva del tumore dopo l’intervento chirurgico. Nelle donne con tumore endometriale avanzato, la radioterapia può aiutare a controllare il dolore oncologico.

La radioterapia può essere fatta:

  • Da una macchina esterna al corpo. Durante questa procedura il paziente viene messo su un tavolo mentre una macchina dirige le radiazioni a punti specifici del corpo.
  • Da radiazioni inserite all’interno del  corpo. La radiazione interna, o  brachiterapia, comporta l’applicazione di radiazioni all’interno della vagina per un breve periodo di tempo.

La terapia ormonale

La terapia ormonale comporta l’assunzione di farmaci che influenzano i livelli di ormoni nel corpo. La terapia ormonale può essere un’opzione se si ha un cancro endometriale avanzato che si è diffuso oltre l’utero. Le opzioni includono:

  • Farmaci per aumentare la quantità di progesterone nel corpo. Il progestinico sintetico, una forma di progesterone, può aiutare a fermare la crescita di cellule tumorali dell’endometrio.
  • Farmaci per ridurre la quantità di estrogeni nel corpo. La terapia ormonale può contribuire a ridurre i livelli di estrogeni nel corpo o rendere difficile per il corpo di utilizzare gli estrogeni disponibili.

Chemioterapia

La chemioterapia utilizza sostanze chimiche per eliminare le cellule tumorali. È possibile ricevere un solo farmaco chemioterapico, o due o più farmaci possono essere usati in combinazione. È possibile ricevere i farmaci chemioterapici per via orale (os) o nelle vene (per via endovenosa). La chemioterapia può essere un’opzione per le donne con tumore avanzato endometriale che si è diffuso oltre l’utero. Questi farmaci Inseriti nel sangue possono poi viaggiare attraverso il corpo, eliminando le cellule tumorali.

Prevenzione

Per ridurre il rischio di tumore dell’endometrio, si potrebbe desiderare di:

  • Parlare con il  medico circa i rischi della terapia ormonale dopo la menopausa.
  • Prendere in considerazione la pillola anticoncezionale. L’uso di contraccettivi orali per almeno un anno può ridurre il rischio di cancro dell’endometrio.
  • Mantenere un peso sano. L’obesità aumenta il rischio di tumore dell’endometrio.

referenze

Parco CK, et al. Il cancro dell’endometrio. In: Abeloff MD, et al. Clinical Oncology Abeloff è. 4 ° ed. Philadelphia, Pa.: Churchill Livingstone; 2008:1793.
Lu K, et al. Patologie neoplastiche dell’utero: iperplasia endometriale, carcinoma endometriale, sarcoma: Diagnosi e Management. In: Katz VL, et al. Ginecologia completa. 5 ª ediz. Philadelphia, Pa.: Mosby, 2007. http://www.mdconsult.com/das/book/body/202781245-2/0/1524/0.html. 19 Ottobre 2010.
Neoplasie uterine. Fort Washington, Pennsylvania: National Comprehensive Cancer Network. http://www.nccn.org/professionals/physician_gls/PDF/uterine.pdf. 19 Ottobre 2010.
Quello che c’è da sapere sul cancro dell’utero. National Cancer Institute. http://www.cancer.gov/cancerinfo/wyntk/uterus/allpages.  19 Ottobre 2010.

Link sponsorizzati