Cancro della tiroide : sintomi, cause, complicazioni e cure


Il cancro alla tiroide si verifica nelle cellule della tiroide, che è una ghiandola a forma di farfalla situata alla base del collo, appena sotto il pomo d’Adamo. La tiroide produce gli ormoni che regolano la frequenza cardiaca, pressione arteriosa, temperatura corporea e il peso.

Link sponsorizzati

Anche se il cancro della tiroide non è comune, sembra che negli ultimi anni vi sia stato un aumento di questa patologia. Questo accede perché la nuova tecnologia sta permettendo ai medici di trovare tumori della tiroide di piccole dimensioni che in passato venivano ignorati.

La maggior parte dei casi di cancro della tiroide possono essere curati.

Sintomi
 
Il cancro alla tiroide di solito non causa alcun segno o sintomo precoce della malattia. Quando presenti, i sintomi possono causare:

  • Un grumo attraverso la pelle sul collo
  • Modifiche alla voce, tra cui l’aumento della raucedine
  • Difficoltà di deglutizione
  • Dolore al collo e alla gola
  • Gonfiore dei linfonodi del collo

Se si verificano questi segni o sintomi, fissare un appuntamento con il medico. Il cancro alla tiroide non è comune, ma una valutazione medica  è sempre importante.

Cause

Non è chiaro cosa provochi il cancro della tiroide. Il cancro alla tiroide si verifica quando le cellule nella tiroide subiscono cambiamenti genetici (mutazioni). Le mutazioni permettono alle cellule di crescere e moltiplicarsi rapidamente. Le cellule inoltre perdono la capacità di morire, come le cellule normali avrebbero fatto. Le cellule tiroidee anomale quindi si accumulano e formano un tumore. Le cellule anomale possono invadere i tessuti vicini e può diffondersi in tutto il corpo.

cancro tiroide1.jpg

Tipi di cancro alla tiroide
 
Il tipo di cancro della tiroide determina il trattamento e la prognosi. Tipi di cancro della tiroide includono:

  • Carcinoma papillare della tiroide. Il tipo di tumore papillare della tiroide è il più comune, costituisce circa l’80 per cento di tutte le diagnosi di cancro alla tiroide.
  • Carcinoma follicolare della tiroide. Il carcinoma follicolare della tiroide comprende anche il cancro delle cellule Hurthle.
  • Carcinoma midollare della tiroide. Il carcinoma midollare della tiroide può essere associato a sindromi genetiche ereditarie che comprendono tumori in altre ghiandole. Tuttavia, i tumori midollari della tiroide sono più sporadici, nel senso che non sono associati a sindromi genetiche ereditarie.
  • Carcinoma anaplastico della tiroide. Il tipo di cancro della tiroide anaplastico è molto raro, aggressivo e molto difficile da trattare.
  • Linfoma della tiroide. Il linfoma inizia nelle cellule del sistema immunitario nella tiroide. Il linfoma della tiroide è molto raro.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di cancro alla tiroide sono:

  • L’esposizione ad alti livelli di radiazioni. Esempi di alti livelli di radiazioni sono quelli che provengono dal trattamento con radiazioni alla testa e al collo o da fonti quali gli incidenti delle centrali nucleari etc.
  • Storia personale o familiare di gozzo. Il gozzo è un allargamento noncanceroso della tiroide.
  • Alcune sindromi genetiche ereditarie.

Complicazioni
 
Il cancro della tiroide può ripresentarsi in:

  • Linfonodi del collo
  • Piccoli pezzi di tessuto tiroideo lasciato durante l’intervento chirurgico
  • Altre zone del corpo – più spesso i polmoni o le ossa
  • Recidive. Il medico può raccomandare analisi del sangue periodiche o scansioni della tiroide per verificare eventuali segni di una recidiva del cancro alla tiroide.

Diagnosi

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare il cancro della tiroide includono:

  • Un esame fisico per verificare la presenza di noduli alla tiroide o gonfiore dei linfonodi
  • Gli esami del sangue, tra cui un test per misurare il livello dell’ormone stimolante della tiroide (TSH)
  • Test di imaging, come l’ecografia del collo per aiutare a determinare la natura del nodulo e cercare linfonodi ingrossati
  • Agobiopsia per rimuovere le cellule dalla tiroide ed esaminarle con un microscopio alla ricerca del cancro

Trattamenti e cure
 

Le opzioni di trattamento del cancro della tiroide dipendono dal tipo e dallo stadio del cancro della tiroide, dall salute generale e dalle preferenze.

La maggior parte dei casi di cancro della tiroide può essere curata con il trattamento.

Chirurgia

La maggior parte delle persone con cancro alla tiroide deve sottoporsi ad intervento chirurgico per rimuovere tutta o la maggior parte della tiroide. Metodi usati per trattare il cancro della tiroide includono:

  • Tiroidectomia. La chirurgia per rimuovere l’intera tiroide è il trattamento più comune per il cancro alla tiroide. Nella maggior parte dei casi, il chirurgo lascia piccoli cerchi di tessuto tiroideo intorno le ghiandole paratiroidi per ridurre il rischio di creare danni a queste ghiandole.
  • La rimozione dei linfonodi del collo. Quando si toglie la tiroide, il chirurgo può anche rimuovere linfonodi ingrossati al collo e testarli per le cellule tumorali.

La chirurgia della tiroide viene eseguita facendo un’incisione nella pelle alla base del collo. La chirurgia tiroidea comporta il rischio di emorragie e infezioni. Il danno può verificarsi anche alle ghiandole paratiroidi durante un intervento chirurgico, e questo può portare a bassi livelli di calcio nel corpo. C’è anche un rischio di danni accidentali ai nervi connessi alla corde vocali, che può causare paralisi delle corde vocali, raucedine, o difficoltà respiratorie.

 

cancro della tiroide 21.jpg

Terapia con ormone tiroideo
 
Dopo l’intervento chirurgico per il  cancro della tiroide, si inizia la terapia sostitutiva con l’ormone tiroideo levotiroxina (Levothroid, Synthroid, altri) per tutta la vita. Questa pillola ha due vantaggi: Fornisce l’ormone mancante che la tiroide normalmente produce, e sopprime la produzione di ormone stimolante della tiroide (TSH) dalla ghiandola pituitaria. Elevati livelli di TSH, concettualmente, potrebbero stimolare eventuali cellule tumorali residue a crescere.

È probabile che vengano richiesti esami del sangue per controllare i livelli di ormoni tiroidei nei primi mesi della cura, per permettere al medico di trovare il giusto dosaggio a seconda dei casi.

Iodio radioattivo

Questo trattamento utilizza dosi elevate di una forma di iodio che è radioattivo. Il trattamento allo iodio radioattivo viene spesso utilizzato dopo la tiroidectomia per distruggere qualsiasi tessuto tiroideo sano residuo, così come le zone microscopiche di cancro alla tiroide che non sono state rimosse durante l’intervento. Il trattamento allo iodio radioattivo può anche essere usato per trattare il cancro alla tiroide che si ripresenta dopo il trattamento o che si diffonde ad altre zone del corpo.

Lo iodio radioattivo è agganciato principalmente dalle cellule tiroidee e dalle cellule del cancro alla tiroide, quindi c’è un basso rischio di danneggiare le altre cellule nel corpo.

Gli effetti collaterali possono includere:

  • Nausea
  • Secchezza delle fauci
  • La secchezza degli occhi
  • Alterato senso del gusto o dell’olfatto
  • Dolore in cui le cellule del cancro alla tiroide si sono diffuse, come il collo o al petto

La maggior parte dello iodio radioattivo lascia il corpo attraverso le urine nei primi giorni dopo il trattamento. Durante questo periodo verrano date istruzioni precise sulle precauzioni è necessarie da prendere per proteggere altre persone dalle radiazioni. Per esempio, potrebbe essere chiesto di evitare temporaneamente lo stretto contatto con altre persone, soprattutto bambini e donne incinte.

Radioterapia esterna

La radioterapia può essere somministrata anche esternamente utilizzando una macchina che punta alta energia in punti precisi sul corpo. Questo trattamento è in genere somministrato pochi minuti alla volta, cinque giorni alla settimana, per circa sei settimane. La radioterapia esterna è generalmente utilizzata per trattare il cancro alla tiroide che si è diffuso alle ossa.

Chemioterapia

La chemioterapia è un trattamento farmacologico che utilizza sostanze chimiche per eliminare le cellule tumorali. La chemioterapia in questo caso è di solito somministrata per infusione attraverso una vena. Le sostanze chimiche viaggiano in tutto il corpo, eliminando le cellule in rapida crescita, comprese le cellule tumorali.

La chemioterapia non è comunemente usata nel trattamento del cancro della tiroide, ma può dare beneficio ad alcune persone che non rispondono ad altre terapie più standard.

Gli studi clinici

 
Gli studi clinici sono studi su nuovi trattamenti contro il cancro o nuovi modi di utilizzare trattamenti esistenti. Iscriversi ad un trial clinico offre la possibilità di provare le ultime opzioni di trattamento del cancro, ma ovviamente gli studi clinici non possono garantire una guarigione certa.

referenze

Lal G, et al. Cancro alla tiroide. In: Abeloff MD, et al. Clinical Oncology Abeloff è. 4 ° ed. Philadelphia, Pa.: Churchill Livingstone Elsevier, 2008. http://www.mdconsult.com/das/book/body/208746819-4/0/1709/0.html.  26 Febbraio 2011.
Carcinoma della tiroide. In: Ferri FF. Advisor Clinica Ferri 2011: Diagnosi e trattamento immediato. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier, 2011.  26 Febbraio 2011.
Cancro alla tiroide: Guida dettagliata. American Cancer Society. http://www.cancer.org/Cancer/ThyroidCancer/DetailedGuide/index.  26 Febbraio 2011.
Prinz AR, et al. Cancro alla tiroide. In: Bope ET, et al. La terapia corrente di Conn 2011. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2010. Letta 26 Febbraio 2011.
Considerazione di ioduro di potassio nella pianificazione di emergenza. United States Nuclear Regulatory Commissione. http://www.nrc.gov/about-nrc/emerg-preparedness/about-emerg-preparedness/potassium-iodide.html.  26 Febbraio 2011.
Centrale nucleare di preparazione di alimentazione di emergenza. Federal Emergency Management Agency. http://www.nukepills.com/docs/FEMA_Nuclear_Power_Plant_Emergency.pdf. 26 Febbraio 2011.
Tuttle RM. Panoramica della gestione del carcinoma differenziato della tiroide. http://www.uptodate.com/home/index.html. 26 Febbraio 2011.
Nippoldt TB (opinione di esperti). Mayo Clinic, Rochester, Minnesota 3 Mar, 2011.

Link sponsorizzati