Dislessia : sintomi, segni, cause e sostegno


La dislessia è un disturbo di apprendimento caratterizzato da difficoltà di lettura. Chiamato anche difficoltà di lettura specifico, la dislessia è una disabilità di apprendimento comune nei bambini. La dislessia si verifica nei bambini con una vista normale e intelligenza normale . A volte, la dislessia non è diagnosticata per anni e non viene riconosciuta fino all’età adulta.

Link sponsorizzati

Non c’è cura per la dislessia. E’ una condizione permanente causata da tratti ereditari che colpiscono come il vostro cervello funziona. Tuttavia, la maggior parte dei bambini con dislessia può avere successo a scuola con tutoraggio o un programma di formazione specialistica. Anche il sostegno psicologico gioca un ruolo importante.

Sintomi

Sintomi della dislessia può essere difficili da riconoscere prima che il bambino entra nel mondo della scuola, ma alcuni indizi precoci possono indicare un problema. Una volta che il bambino raggiunge l’età scolare, l’insegnante del bambino può essere il primo a notare un problema. La condizione spesso diventa evidente come un bambino comincia ad imparare a leggere.

Prima dell’inizio della scuola

Segni e sintomi che un bambino può essere a rischio di dislessia sono:

  • Iniziare a parlare in ritardo rispetto alla media
  • Imparare nuove parole lentamente
  • Difficoltà nella composizione di rime

In età scolare

Una volta che il bambino è a scuola, segni e sintomi possono diventare più evidenti, tra cui:

  • La lettura ad un livello ben al di sotto del livello previsto per l’età del  bambino
  • Problemi di elaborazione
  • Difficoltà a comprendere le istruzioni
  • Difficoltà a seguire più di un comando alla volta
  • Difficoltà a ricordare la sequenza delle cose
  • Difficoltà a vedere le somiglianze e le differenze di lettere e parole
  • L’incapacità di sondare la pronuncia di una parola sconosciuta
  • Vedere lettere o parole in senso inverso
  • Difficoltà di ortografia
  • Difficoltà di apprendimento di una lingua straniera

Ragazzi e adulti

I sintomi della dislessia in adolescenti e adulti sono simili a quelli nei bambini. Anche se l’intervento precoce è benefico per il trattamento della dislessia, non è mai troppo tardi per chiedere aiuto. Alcuni sintomi di dislessia comune in adolescenti e adulti includono:

  • Difficoltà di lettura
  • Problemi di comprensione
  • Difficoltà con la gestione del tempo
  • Difficoltà a riassumere una storia
  • Difficoltà di apprendimento di una lingua straniera
  • Difficoltà di memorizzazione

La dislessia è caratterizzata da un ritardo nell’età in cui un bambino comincia a leggere. La maggior parte dei bambini sono pronti a imparare a leggere dalla scuola materna o la prima elementare, ma i bambini con dislessia spesso non riescono a cogliere i principi fondamentali della lettura.

Quando la dislessia non è diagnosticata e non è trattata, la difficoltà di lettura continua nell’età adulta.

dislessia1.jpg

Cause

La dislessia è stata collegata ad alcuni geni che controllano come il cervello si sviluppa. Sembra essere una malattia ereditaria.

Questi tratti ereditari sembrano influenzare parti del cervello in relazione con il linguaggio.

Fattori di rischio

Fattori di rischio dislessia sono:

  • Una storia familiare di dislessia
  • Differenze nelle parti del cervello che permettono la lettura

Complicazioni

La dislessia può portare a una serie di problemi, tra cui:

  • Difficoltà di apprendimento. Poiché la lettura è una competenza di base per la maggior parte delle materie scolastiche, un bambino che ha la dislessia è in svantaggio nella maggior parte delle classi e può avere difficoltà a tenere il passo con i coetanei.
  • I problemi sociali. Se non curata, la dislessia può portare a una bassa autostima, problemi di comportamento, ansia, aggressività.
  • Problemi da adulti. L’incapacità di leggere e comprendere  può impedire di raggiungere il proprio potenziale . Questo può avere conseguenze educative, sociali ed economiche a lungo termine.
  • I bambini che hanno la dislessia sono ad aumentato rischio di avere il deficit dell’attenzione (ADHD).

Diagnosi

Non c’è un test che può diagnosticare la dislessia. Il medico prenderà in esame una serie di cose, come ad esempio:

  • Risposte a una serie di domande. Il medico potrebbe anche voler conoscere tutte le condizioni che riguardano il bambino e la sua famiglia.
  • Questionari. Al bambino può essere chiesto di fare un test per identificare la lettura e la sua abilità linguistiche.
  • Vista, udito e cervello (test neurologici). Questi possono aiutare a determinare se un altro disturbo può essere la causa di questo deficit.
  • Test psicologici. Questo può aiutare a determinare se i problemi sociali, ansia o depressione possono essere i colpevoli delle limitazioni del bambino.
  • Test di lettura e di altre competenze accademiche. Al bambino può essere chiesto di eseguire dei test didattici che verranno poi analizzati da un esperto di lettura.

dislessia21.jpg

Trattamenti

Non c’è alcun modo conosciuto per correggere l’anomalia alla base del cervello che provoca dislessia.

La dislessia non è generalmente trattata con farmaci. Tuttavia, se il bambino ha un’altra condizione che si verifica con la dislessia, come disturbo dell’attenzione (ADHD), i farmaci potrebbero essere necessari.

La dislessia viene trattata attraverso l’educazione. Test psicologici aiuteranno gli insegnanti del bambino a sviluppare un programma adatto all’insegnamento.

Gli insegnanti possono utilizzare tecniche che coinvolgono l’udito, vista e tatto per migliorare le abilità di lettura. Aiutare un bambino usare diversi sensi per imparare può aiutarlo a elaborare le informazioni.

Uno specialista di lettura si concentrerà su come aiutare il bambino e gli insegnerà a :

  • Imparare a riconoscere i più piccoli suoni che compongono le parole (fonemi)
  • Capire che le lettere e le stringhe di lettere rappresentano questi suoni
  • Comprendere cosa sta leggendo
  • Leggere ad alta voce
  • Costruire un vocabolario

Un bambino con dislessia grave non può mai essere in grado di leggere bene. Tuttavia, i problemi accademici non significano necessariamente che una persona con dislessia non sarà in grado di avere successo. Molte persone con dislessia sono creative, e possono essere dotate in matematica, scienze o nelle arti.

Referenze »

Lione GR. Linguaggio e difficoltà di apprendimento. In: RM Kliegman. Nelson Textbook of Pediatrics. 18 ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2007. http://www.mdconsult.com/das/book/body/142934465-3/0/1608/82.html?printing=true. 3 Giugno 2011.
Shaywitz SE, et al. Gestione della dislessia, le sue motivazioni di neurobiologia sottostante. Clinica Pediatrica del Nord America. 2007; 54:609.
Istituto nazionale dei disordini neurologici. http://www.ninds.nih.gov/disorders/dyslexia/dyslexia.htm. 3 Giugno 2011.
Difficoltà di apprendimento. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/print/sec19/ch299/ch299d.html. 3 Giugno 2011.
Cos’è la dislessia? Centro Nazionale per la difficoltà di apprendimento. http://www.ncld.org/ld-basics/ld-aamp-language/reading/dyslexia. 3 Giugno 2011.
Quali sono i segni della dislessia? Associazione internazionale Dislessia. http://www.interdys.org/SignsofDyslexiaCombined.htm.  3 Giugno 2011.
Hamilton SS. Interventi per i bambini con difficoltà di lettura. http://www.uptodate.com/home/index.html. 3 Giugno 2011.
Leonard CM, et al. Fattori di rischio anatomici per la dislessia fonologica. Cerebral Cortex. 2011; 11:148.

 

Link sponsorizzati