Colite ischemica : sintomi, cause, complicazioni e terapie


La colite ischemica è una patologia che si sviluppa quando il flusso di sangue ad una parte dell’intestino crasso (colon) è ridotta. Questo può portare ad aree di infiammazione nel colon e, in alcuni casi, danni permanenti.

Link sponsorizzati

La colite ischemica può colpire qualsiasi parte del colon, ma le persone più colpite sviluppano dolore nella parte sinistra dell’addome. Evacuazioni urgenti e diarrea sanguinolenta sono comuni nella colite ischemica.

La maggior parte dei casi di colite ischemica sono lievi e si risolvono da soli in un paio di giorni. Tuttavia, poiché la condizione può divenire molto grave, chiamare immediatamente il medico se si sviluppano sintomi di colite ischemica.

Sintomi

I comuni segni e sintomi di colite ischemica sono:

  • Dolore addominale, crampi, di solito localizzati in basso a sinistra dell’ addome, l’esordio può essere improvviso o graduale
  • Sangue rosso vivo o di colore marrone nelle feci o, a volte, il passaggio di sangue da sola, senza feci
  • Una sensazione di urgenza intestinale
  • Diarrea
  • Nausea
  • Vomito

colite ischemica1.jpg

Il rischio di complicanze gravi di colite ischemica aumentano quando i segni ei sintomi influiscono sul lato destro dell’addome. Questo perché le arterie che alimentano il lato destro del colon alimentano anche parte del piccolo intestino. Quando il flusso di sangue è bloccato sul lato destro del colon, è probabile che parte del piccolo intestino non riceva adeguato rifornimento di sangue.

Il dolore tende ad essere più severo con questo tipo di colite ischemica.

Un Blocco del flusso di sangue all’intestino tenue può portare rapidamente alla necrosi del tessuto intestinale (infarto ). Se questa situazione si verifica, è necessario un intervento chirurgico per eliminare il blocco e togliere la porzione di intestino che è stato distrutto.

Rivolgersi al proprio medico se si sviluppano segni e sintomi di colite ischemica, come la diarrea sanguinante e dolori addominali. La diagnosi precoce ed il trattamento possono aiutare a prevenire gravi complicanze di questa condizione.

Cause

La colite ischemica comporta inadeguato apporto di sangue al colon. Nei casi più gravi, la causa più frequente sono coaguli di sangue nelle arterie che forniscono sangue al colon. Casi cronici sono di solito associati con l’accumulo di depositi grassi (aterosclerosi) nei vasi sanguigni che portano al colon.

In alcune persone, la colite ischemica può essere causata da altre condizioni mediche, tra cui:

  • Infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite)
  • Sporgenza di un organo o tessuto nel tessuto circostante (ernia)
  • Elevati livelli di zucchero nel sangue (diabete)
  • Ipercoagulabilità del sangue
  • Radioterapia all’addome
  • Cancro del colon
  • Recenti interventi di chirurgia addominale, in particolare quando si tratta di riparazione di un aneurisma nella regione addominale
  • Infezioni, come Shigella, Escherichia coli 0157: H7 e Clostridium
  • Disidratazione

Il ruolo dei farmaci

Alcuni medicinali anche se raramente possono causare colite ischemica, come effetto collaterale. Questi includono:

  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei
  • Sostitutiva con estrogeni
  • Farmaci contro l’emicrania
  • Farmaci per abbassare la pressione sanguigna
  • Alcuni farmaci antipsicotici
  • Pseudoefedrina (un decongestionante)
  • Farmaci per la sindrome dell’intestino irritabile (Lotronex)

Fattori di rischio

I fattori di rischio per la colite ischemica sono:

  • Età. La condizione si verifica con maggiore frequenza negli adulti più anziani. Se si verifica in un giovane adulto, può essere segno di una anomalia di coagulazione del sangue o una infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite).
  • Fattori di rischio di malattia cardiaca. Il ridotto afflusso di sangue responsabile di colite ischemica è più facile che si verifichi in persone che hanno condizioni comunemente associate con le malattie del cuore.
  • Alcune condizioni mediche. Alcuni disordini sono considerati fattori predisponenti per la colite ischemica, o lo possono aggravare quando si verifica. Questi includono precedenti interventi addominali, insufficienza cardiaca, pressione sanguigna bassa e shock.

Complicazioni

Nella maggior parte dei casi, la colite ischemica si risolve da sola entro uno o due giorni. Nei casi più avanzati di colite ischemica, le complicanze possono includere:

  • Cancrena. La colite ischemica non curata può portare alla necrosi dei tessuti nel colon.
  • Rottura e sanguinamento. La colite ischemica può anche causare un foro (perforazione) nell’intestino o sanguinamento persistente.
  • Dolore e blocco. La colite ischemica può portare a cicatrici e restringimento. Ciò può causare dolore addominale cronico e blocco intestinale.

Diagnosi

Diagnosticare la causa dei sintomi può includere un:

  • Esame fisico. Durante l’esame, il medico controllerà l’addome.
  • La colonscopia. La colonscopia è considerata il test definitivo per la diagnosi di colite ischemica. In questa procedura, un tubo flessibile illuminato è inserito nel retto e guidato nel colon. Una piccola telecamera sulla punta invia immagini del colon a uno schermo video. Il medico può quindi visualizzare il rivestimento interno del colon e rilevare qualsiasi tessuto infiammatorio e ulcere.
  • Biopsia. A volte, come parte di una colonscopia, il medico può rimuovere un piccolo campione di tessuto (biopsia) dal colon per analisi di laboratorio.
  • La colonscopia può escludere altre cause di infiammazione nel colon, tra cui alcune infezioni, malattia infiammatoria intestinale, infiammazione delle pareti dell’intestino (diverticolite) e cancro al colon. Se l’infiammazione è grave, il medico non può essere in grado di vedere il colon bene o ottenere biopsie adeguate.

Se ciò accade, potrebbe essere necessario ripetere la colonscopia una volta che l’infiammazione  è passata.

Altri test diagnostici

Il medico può anche suggerire queste altre procedure per formulare una diagnosi:

  • I raggi X dell’addome e della pelvi. Questi possono essere effettuate in combinazione con un clisma opaco.
  • Arteriogramma addominale. Si tratta di una radiografia delle arterie nell’addome.
  • Ultrasuoni. Il test utilizza onde sonore per fornire immagini del colon. Può essere utile per escludere altre patologie, come la malattia infiammatoria intestinale.
  • Tomografia computerizzata (TAC).
  • Gli esami del sangue. Le persone affette da colite ischemica possono avere un elevato numero di globuli bianchi (WBC) che si verifica quando c’è l’infiammazione o il corpo sta combattendo un’infezione.
  • Campione di feci. Analisi di un campione di feci in laboratorio possono rivelare batteri e altri microrganismi infettivi associati o confusi con la colite ischemica.

colite ischemica21.gif

Trattamenti

La scelta del trattamento per la colite ischemica dipende dalla gravità della sua condizione.

Quando la colite ischemica è mite, il medico può prescrivere farmaci per mantenere la pressione arteriosa a livelli normali, il che contribuirà a facilitare il flusso di sangue al colon. Può anche essere necessario  prendere antibiotici per prevenire infezioni.

Con tali misure conservative, i sintomi spesso diminuiscono in 24 a 48 ore nei casi lievi, senza la necessità di ricovero.

Tuttavia, se si è disidratati, potrebbe essere necessaria l’ospedalizzazione per fornire liquidi e sostanze nutritive attraverso le vene (per via endovenosa). Potrebbe anche essere necessario osservare restrizioni sull’assunzione di cibo per alcuni giorni per far riposare l’intestino.

Se si sviluppa colite ischemica prima dei 50 anni o si hanno una storia di coaguli di sangue, si potrebbe avere un disturbo che aumenta la tendenza del sangue a coagulare (fattore V di Leiden). Il medico può curare questo disturbo con un anticoagulante come il warfarin (Coumadin), che potrebbe aiutare a prevenire la probabilità di futuri episodi di colite ischemica.

Chirurgia

Alcune persone con grave o prolungata colite ischemica richiedono il trattamento chirurgico per rimuovere (resecare) la parte interessata del colon.

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per colite ischemica se la  condizione è associata a:

  • Dolore addominale e febbre che sono gravi e persistenti, anche dopo il trattamento iniziale con fluidi e farmaci.
  • Un foro (perforazione) in due punti.
  • Cancrena e infezione del sangue (sepsi). Il trattamento di questa grave complicanza include antibiotici ad ampio spettro e trasfusioni di sangue.

Prevenzione

Dal momento che la causa della colite ischemica non è sempre chiara, non esiste un  modo definitivo per evitare il disordine. Ma la buona notizia è che la maggior parte di coloro che la hanno recupera velocemente.

Tuttavia ll medico può raccomandare di:

  • Smettere di fumare
  • Prendere farmaci per abbassare il colesterolo
  • Controllare le malattie croniche, come il diabete
  • Fare esercizio regolarmente

Referenze »

McQuaid KR. Disturbi gastrointestinali. In: McPhee SJ, et al. Corrente Diagnosi e cure mediche. 49 ed. New York, NY: McGraw-Hill, 2010. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6395. 27 maggio 2010.
Stoffel EM, et al. Ischemia mesenterica. In: Greenberger NJ, et al. Diagnosi e trattamento attuale: Gastroenterologia, Epatologia, e Endoscopia. New York, NY: McGraw-Hill, 2009. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6200589.  27 maggio 2010.
Dom MIA, et al. Colite ischemica. Cliniche e Chirurgia Colon rettale. 2007; 20:5.
Koutroubakis IE. Colite ischemica: la pratica clinica nella diagnosi e trattamento. Mondo Journal of Gastroenterology. 2008; 14:7302.
Sotiriadis J, et al. Colite ischemica ha una prognosi peggiore quando isolato sul lato destro del colon. American Journal of Gastroenterology. 2007; 102:2247.
Grubel P, et al. Colon ischemico. http://www.uptodate.com/home/index.html. 28 maggio 2010.

 

Link sponsorizzati