Allergia ai latticini: segni, sintomi, cause e cure


L’allergia ai latticini è una risposta anomala del sistema immunitario  ai prodotti contenenti latte. Il latte vaccino è la causa solita dell’allergia al latte, ma anche il latte di pecora, capra e bufala possono causare una reazione. Alcuni bambini che sono allergici al latte di mucca sono allergici anche al latte di soia. L’allergia al latte è una delle più comuni allergie alimentari nei bambini.

Link sponsorizzati

Un allergia al latte di solito si verifica minuti o ore dopo il consumo di latte. Segni e sintomi di allergia al latte variano da lievi a gravi e possono includere difficoltà respiratorie, vomito, orticaria e problemi digestivi. Raramente, l’allergia al latte può causare anafilassi.

Evitare il consumo di latte e latticini è il trattamento primario per allergia al latte.

Sintomi

I sintomi di allergia al latte, differiscono da persona a persona, e si verificano dopo aver bevuto  latte o mangiato latticini.

I sintomi sono:

  • Orticaria
  • Respiro sibilante
  • Vomito

Segni e sintomi che possono richiedere più tempo per svilupparsi sono:

  • Feci che possono contenere sangue
  • Diarrea
  • Crampi addominali
  • Tosse o affanno
  • Naso che cola
  • Lacrimazione degli occhi
  • Eruzioni cutanee pruriginose, spesso intorno alla bocca
  • Coliche, (nei bambini)

 

allergia latticini_01.jpg

Allergia al latte o intolleranza al latte?

E’importante differenziare una vera allergia al latte, da una  intolleranza  al lattosio. A differenza di una allergia al latte, l’intolleranza non coinvolge il sistema immunitario. L’intolleranza al latte provoca sintomi diversi e richiede un trattamento diverso da una allergia al latte. Segni e sintomi di una intolleranza al lattosio sono dati da problemi digestivi, come gonfiore, gas o diarrea, dopo il consumo di latte o di prodotti contenenti latte.

Anafilassi

Raramente, l’allergia al latte può causare anafilassi, una grave reazione che mette in pericolo di vita. I test possono aiutare a confermare una allergia al latte, in modo da poter prendere misure per evitare reazioni future e potenzialmente gravi. L’anafilassi è un’emergenza medica che richiede un trattamento con epinefrina (adrenalina) e un viaggio al pronto soccorso. Segni e sintomi cominciano poco dopo consumo di latte e possono includere:

  • Costrizione delle vie aeree, tra cui una gola gonfia che rende difficile respirare
  • Rossore al viso
  • Prurito
  • Shock, con un netto calo della pressione sanguigna

8703.jpgCause

Tutte le vere allergie alimentari sono causate da un malfunzionamento del sistema immunitario. Il sistema immunitario identifica alcune proteine ​​del latte come nocive, innescando la produzione di immunoglobuline E (IgE), anticorpi per neutralizzare la proteina (allergene). La prossima volta che entrano in contatto con queste proteine, questi anticorpi IgE li riconoscono e segnalano al sistema immunitario il rilascio di istamina e di altri prodotti chimici. L’istamina è in parte responsabile delle risposte allergiche, tra cui naso gocciolante, prurito agli occhi, gola secca, eruzioni cutanee, orticaria, nausea, diarrea, difficoltà respiratorie e shock anafilattico.

Ci sono due principali proteine ​​del latte vaccino che possono causare una reazione allergica:

  • Caseina, che si trova nella parte solida (cagliata)
  • Siero del latte, che si trova nella parte liquida del latte

Si può può essere allergici ad una sola proteina del latte o ad entrambi, ovvero caseina e siero. Queste proteine ​​sono presenti non solo nel latte, ma sono anche in alimenti caseari.

Fattori di rischio

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare una allergia al latte:

  • Altre allergie. Molti bambini allergici al latte hanno anche altre allergie. Spesso, tuttavia, l’allergia al latte è l’unica a svilupparsi.
  • Dermatite atopica. I bambini che hanno la dermatite atopica hanno più probabilità di sviluppare un’allergia alimentare.
  • Storia familiare. Se uno o entrambi i genitori hanno una allergia alimentare o un altro tipo di allergia il rischio che il bambino sia allergico è maggiore.
  • Età. L’allergia al latte è più comune nei bambini. Come si invecchia, matura il sistema digestivo, e il corpo ha meno probabilità di reagire al latte.

Complicazioni

I bambini che sono allergici al latte hanno molte più probabilità di sviluppare altri problemi di salute, tra cui:

  • Allergie ad altri cibi – come uova, soia, arachidi o anche manzo
  • Febbre da fieno – una reazione al peli di animali domestici, acari della polvere, pollini di graminacee e altre sostanze

Diagnosi

Quando il cibo è la causa di una reazione allergica, non è sempre facile formulare una diagnosi. Per valutare se è presente una allergia al latte, il medico può:

  • Fare domande dettagliate su segni e sintomi
  • Effettuare un esame fisico
  • Chiedere un report dettagliato dei cibi consumati
  • Chiedere di  eliminare il latte dalla dieta per un breve periodo, per poi riaggiungerlo e verificare se ci sono reazioni.

Il medico può anche raccomandare una o entrambe le seguenti prove:

  • Test cutaneo. In questo test, la pelle è esposta a piccole quantità di proteine ​​che si trovano nel latte.
  • Esame del sangue. Un esame del sangue può misurare la reazione del sistema immunitario misurando la quantità di anticorpi specifici nel sangue, noti come immunoglobuline E (IgE).

Se il medico sospetta che i sintomi siano causati da qualcosa di diverso da una allergia alimentare, può essere necessario eseguire altri esami.

Trattamenti

L’unico modo per prevenire una reazione allergica è  evitare il latte e le proteine ​​del latte. Questo può essere difficile perché il latte è un ingrediente comune in molti alimenti.

Gli antistaminici, possono ridurre i segni ed i sintomi di una reazione allergica . Questi farmaci possono essere presi dopo l’esposizione al latte per controllare una reazione allergica e  contribuire ad alleviare il disagio.

Se si ha una reazione allergica grave (anafilassi), potrebbe essere necessaria una iniezione di epinefrina (adrenalina).

Referenze »

Malattie atopiche e allergiche. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec13/ch165/ch165c.html?qt=milk allergia & alt = sh. Visitato il 5 Giugno 2011.
Allergie alimentari: una panoramica. L’Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive. http://www.niaid.nih.gov/topics/foodallergy/documents/foodallergy.pdf. Visitato il 5 Giugno 2011.
Sicherer SH. Allergeni alimentari: Panoramica delle caratteristiche cliniche e di reattività crociata. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 2 Giugno, 2011.
Suggerimenti da ricordare: allergia alimentare. American Academy of Allergy, Asthma & Immunology. http://www.aaaai.org/patients/publicedmat/tips/foodallergy.stm. Visitato il 5 Giugno 2011.
Schneider Chafen JJ, et al. Diagnosi e gestione delle allergie alimentari più comuni: una revisione sistematica. Journal of the American Medical Association. 2010; 303:1848.
Du Toit G, et al. Identificare e gestire l’allergia alle proteine ​​del latte. Archives of Disease in Childhood: educazione e pratica Edition. 2010:95:134.

Link sponsorizzati