Le emorroidi: sintomi, cause,segni e terapie


Le emorroidi, sono vene gonfie e infiammate nell’ ano e retto inferiore. Le emorroidi possono derivare da sforzo durante la defecazione o dalla maggiore pressione su queste vene durante la gravidanza. Le emorroidi possono essere situate all’interno del retto (emorroidi interne), oppure possono svilupparsi sotto la cute intorno all’ano (emorroidi esterne).

Link sponsorizzati

Le emorroidi sono un disturbi comune.

Fortunatamente, esistono molte opzioni efficaci a disposizione per curare le emorroidi. La maggior parte delle persone possono ottenere sollievo dai sintomi con trattamenti a casa e cambi allo stile di vita.

Sintomi

Segni e sintomi di emorroidi possono includere:

  • Sanguinamento indolore durante l’evacuazione
  • Prurito o irritazioni
  • Dolore o fastidio
  • Gonfiore intorno all’ano
  • Un grumo vicino l’ano, che può essere sensibile o doloroso

I sintomi di emorroidi di solito dipendono dalla posizione. Le emorroidi interne si trovano all’interno del retto. Di solito non si possono vedere o sentire le emorroidi, e di solito non causano disagio. Ma la tensione o l’irritazione quando passano le feci può farle sanguinare.

Le emorroidi esterne sono sotto la pelle intorno all’ano. Quando irritate, le emorroidi esterne possono causare prurito o sanguinamento.

 
Sanguinamento durante l’evacuazione è il segno più comune di emorroidi. Ma il sanguinamento rettale può verificarsi anche con altre malattie, tra cui il cancro del colon-retto.

Se i sintomi di emorroidi iniziano con un evidente cambiamento nelle abitudini intestinali o le evacuazioni sono catramose consultare immediatamente il medico. Questi segni possono segnalare sanguinamento più esteso in altri punti del tratto digestivo.
1A.jpg

Cercare cure di emergenza, se si verificano grandi quantità di sanguinamento rettale, stordimento, vertigini o svenimento.

Cause

  • Sforzo durante l’evacuazione
  • Stare seduti per lunghi periodi di tempo sul water
  • Diarrea cronica o costipazione
  • Obesità
  • Gravidanza
  • Rapporti

E’ anche possibile ereditare la tendenza a sviluppare emorroidi.

Complicazioni

Le complicazioni delle emorroidi sono rare ma comprendono:

  • Anemia. La cronica perdita di sangue da emorroidi può causare anemia.
  • Emorroidi strozzate. Possono causare dolore estremo e portare alla necrosi del tessuto (cancrena).

 

1B.jpg
Diagnosi

Il medico può essere in grado di vedere se si dispone di emorroidi esterne semplicemente guardando. I test e le procedure per la diagnosi emorroidi interne possono includere:

  • Esame del canale rettale.
  • Ispezione visiva . il medico può anche esaminare la parte inferiore del colon e del retto con un proctoscopi anoscopi, o rettoscopi.
  • Il medico può decidere di fare un esame più ampio del colon con la colonscopia.

Questo potrebbe essere raccomandato se:

  • I segni ed i sintomi suggeriscono un’altra malattia del sistema digestivo
  • Si hanno fattori di rischio per il tumore colonrettale
  • Si ha più di 50 anni

Trattamenti

La maggior parte delle volte, il trattamento per le emorroidi comporta modifica dello stile di vita. Ma a volte i farmaci o interventi chirurgici sono necessari.

Farmaci

Se le emorroidi producono solo un leggero fastidio, il medico può suggerire, pomate, supposte o pastiglie. Questi prodotti contengono ingredienti, come l’idrocortisone, che possono alleviare il dolore e il prurito, almeno temporaneamente.

Non utilizzare creme o altri prodotti per più di una settimana se non indicato dal medico. Questi prodotti possono causare effetti collaterali, come eruzioni cutanee, infiammazioni e assottigliamento della pelle.

Procedure minimamente invasive

Se un coagulo di sangue si è formato all’interno delle emorroidi esterne, il medico può rimuovere il coagulo con una semplice incisione, che può fornire un pronto sollievo.

Per sanguinamento persistente o emorroidi dolorose, il medico può raccomandare un’altra procedura minimamente invasiva. Questi trattamenti possono essere fatti in uno studio medico.

  • Legatura elastica. Il medico pone uno o due minuscoli elastici intorno alla base delle emorroidi interne per tagliare la circolazione.
  • Iniezione (scleroterapia). In questa procedura, il medico inietta una soluzione chimica nel tessuto emorroidiario.
  • Coagulazione (infrarosso, laser o bipolare). tecniche di coagulazione utilizzano laser o luce infrarossa.

Le procedure chirurgiche

Se altre procedure non hanno avuto successo, il medico può raccomandare un intervento chirurgico. L’intervento può essere eseguito su una base ambulatoriale o potrebbe essere necessario rimanere in ospedale durante la notte.

  • Rimozione delle emorroidi. Durante una emorroidectomia, il chirurgo rimuove il tessuto eccessivo che provoca emorragie.
  • Pinzatura delle emorroidi. Questa procedura, blocca il flusso di sangue al tessuto emorroidario.
Link sponsorizzati