La glomerulonefrite: segni, sintomi e opzioni di trattamento


La glomerulonefrite è l’infiammazione dei piccoli filtri dei reni (glomeruli). I glomeruli rimuovono il liquido in eccesso, gli elettroliti e rifiuti dal flusso sanguigno e li fanno passare nelle urine. Chiamata anche malattia glomerulare, la glomerulonefrite può essere acuta  o cronica.

Link sponsorizzati

Se glomerulonefrite si verifica da sola, è conosciuta come glomerulonefrite primaria. Se un’altra malattia, come il lupus o il diabete, sono la causa, si chiama glomerulonefrite secondaria. Se grave o prolungata, l’infiammazione associata con glomerulonefrite possono danneggiare i reni. Il trattamento dipende dal tipo di glomerulonefrite.

Sintomi

Segni e sintomi di glomerulonefrite possono variare. Il primo segnale che qualcosa non va può provenire dai risultati di un esame delle urine di routine. Segni e sintomi possono includere:

  • Ematuria
  • Urina schiumosa a causa di eccesso di proteine ​​(proteinuria)
  • Pressione sanguigna alta (ipertensione)
  • Ritenzione di liquidi (edema), con evidente gonfiore del viso, mani, piedi e addome
  • Stanchezza da anemia o insufficienza renale

glomerulo renale.gif

Cause

Una varietà di condizioni possono causare glomerulonefrite, che vanno dalle infezioni che colpiscono i reni a malattie che colpiscono tutto il corpo, compresi i reni. A volte la causa è sconosciuta. Ecco alcuni esempi di condizioni che possono portare a infiammazione dei glomeruli dei reni:

Infezioni

  • La Glomerulonefrite post-streptococcica. La glomerulonefrite può svilupparsi una o due settimane dopo la guarigione da una infezione tipo mal di gola o, raramente, infezioni cutanee (impetigine). Una sovrapproduzione di anticorpi stimolati dall’infezione può stabilirsi nei glomeruli, provocando una infiammazione. I sintomi di solito comprendono gonfiore, la riduzione della produzione di urina e sangue nelle urine. I bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare la glomerulonefrite post-streptococcica di quanto lo siano gli adulti.
  • Endocardite batterica. I batteri possono occasionalmente diffondersi attraverso il flusso sanguigno e nel cuore. Quelli a maggior rischio sono le persone con un difetto cardiaco, come ad esempio una valvola cardiaca danneggiata o artificiale. L’endocardite batterica è associata con la malattia glomerulare, ma la connessione esatta tra i due non è chiara.
  • Infezioni virali. Tra le infezioni virali che possono innescare glomerulonefrite, c’è  il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) che causa l’AIDS e l’epatite B e C.

Malattie immunitarie

  • Lupus. Il lupus può colpire molte parti del corpo, tra cui la pelle, le articolazioni, i reni, le cellule del sangue, cuore e polmoni.
  • Sindrome di Goodpasture. Una rara malattia autoimmune ai polmoni, provoca sanguinamento (emorragia) nei polmoni e glomerulonefrite.
  • Nefropatia IgA. Malattia caratterizzata da episodi ricorrenti di sangue nelle urine. La nefropatia IgA può progredire per anni senza sintomi evidenti. Il disturbo sembra essere più comune negli uomini che nelle donne.

Vasculite

  • Poliarterite. Questa forma di vasculite colpisce i vasi sanguigni di piccole e medie dimensioni in molte parti del corpo, come il  cuore, reni e intestino.
  • Granulomatosi di Wegener. Questa forma di vasculite colpisce i vasi sanguigni di piccole e medie dimensioni nei polmoni, vie aeree superiori e reni.

Condizioni che possono causare cicatrici dei glomeruli

  • L’alta pressione sanguigna. Danni ai reni possono verificarsi a seguito di alta pressione sanguigna. La glomerulonefrite stessa può causare pressione alta in quanto riduce la funzione renale.
  • Nefropatia diabetica. La nefropatia diabetica può colpire chiunque con il diabete.
  • Glomerulosclerosi focale segmentale. Caratterizzata da cicatrici sparse in alcuni dei glomeruli, questa condizione può derivare da un’altra malattia o verificarsi senza una ragione conosciuta.

La glomerulonefrite cronica si sviluppa a volte dopo un attacco di glomerulonefrite acuta. In alcune persone con questa condizione c’è spesso una storia di malattia renale, quindi la prima indicazione di glomerulonefrite cronica è l’insufficienza renale cronica.

Complicazioni

La glomerulonefrite può danneggiare i reni in modo che essi perdona la loro capacità di filtraggio. Questo può portare all’accumulo di fluidi, elettroliti e rifiuti nel corpo (insufficienza renale).

Le complicanze della glomerulonefrite possono includere:

  • Insufficienza renale acuta. La perdita della funzione nella parte filtrante del nefrone può causare un rapido accumulo dei prodotti di scarto.
  • Insufficienza renale cronica. In questa complicanza estremamente grave, i reni perdono gradualmente la funzione.
  • L’alta pressione sanguigna. Danni ai reni e il conseguente accumulo di rifiuti nel sangue possono aumentare la pressione sanguigna.
  • Sindrome nefrosica. Questo è un gruppo di segni e sintomi che possono accompagnare la glomerulonefrite e altre condizioni che influenzano la capacità di filtraggio dei glomeruli.

Diagnosi

Segni e sintomi specifici possono suggerire la glomerulonefrite, ma la condizione viene spesso alla luce da un esame delle urine di routine. I test per valutare la funzionalità renale e fare una diagnosi di glomerulonefrite includono:

  • Esame delle urine.
  • Gli esami del sangue.
  • Esami Radiografici. Se il medico rileva dei danni, può raccomandare studi diagnostici che permettono la visualizzazione dei reni,come ad esempio raggi X, un esame ecografico o una tomografia computerizzata (TC).
  • Biopsia renale.

glomerulonefrite.gif

Trattamenti

Il trattamento della  glomerulonefrite dipende da:

  • Dal  tipo di forma della malattia ovvero acuta o cronica
  • Dalla causa di fondo
  • Dal  tipo e dalla gravità dei segni e sintomi
  • Alcuni casi di glomerulonefrite acuta, specialmente quelli che seguono una infezione da streptococco, tendono a migliorare da soli e spesso non richiedono un trattamento specifico.

In generale, l’obiettivo del trattamento è quello di proteggere i reni da ulteriori danni.

Trattamento per l’ipertensione

Mantenere la pressione arteriosa sotto controllo è la chiave per proteggere i reni. Per controllare la pressione arteriosa alta e rallentare il declino della funzione renale, il medico può prescrivere uno dei seguenti farmaci:

  • Diuretici
  • Inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE)
  • Agonisti del recettore dell’angiotensina II

Il trattamento per la causa di fondo

Se c’è una causa di fondo per la infiammazione ai reni, il medico può prescrivere altri farmaci per trattare il problema di fondo, in aggiunta al trattamento per controllare qualsiasi ipertensione:

  • Streptococco o altre infezioni batteriche. Il medico probabilmente prescriverà un antibiotico appropriato.
  • Lupus o vasculite. I medici prescrivono spesso corticosteroidi e immunosoppressori  per controllare l’infiammazione.
  • Nefropatia IgA. I supplementi di olio di pesce e alcuni farmaci immunosoppressori hanno avuto successo in alcune persone affette da nefropatia IgA. Ulteriori ricerche sono in corso.
  • Sindrome di Goodpasture. Il plasmaferesi è talvolta usato per trattare le persone con sindrome di Goodpasture.

Terapie per l’insufficienza renale associata

Per glomerulonefrite acuta e l’insufficienza renale acuta, la dialisi può aiutare a rimuovere il liquido in eccesso e a tenere la pressione sanguigna sotto controllo. L’unica terapia a lungo termine per la insufficienza renale terminale è il trapianto renale. Quando un trapianto non è possibile, spesso a causa di cattive condizioni di salute generale, la dialisi diventa l’unica opzione.

Referenze »

I reni e come funzionano. National Kidney Diseases Information Clearinghouse. http://kidney.niddk.nih.gov/KUDiseases/pubs/yourkidneys/index.aspx. Consultato il 4 Novembre 2013.
Glomerulonefrite. National Kidney Foundation. http://www.kidney.org/atoz/content/glomerul.cfm. Consultato il 4 Novembre 2013.
malattie glomerulare. National Kidney Diseases e urologiche Information Clearinghouse. http://kidney.niddk.nih.gov/KUDiseases/pubs/glomerular/index.aspx. Consultato il 4 Novembre 2013.
Kumar V, et al. Robbins e Cotran patologica base della malattia. 8 ° ed. Philadelphia, Pa .: Saunders Elsevier; 2010. http://www.clinicalkey.com. Consultato il 11 Novembre 2013.
Hebert LA, et al. La diagnosi differenziale e valutazione della malattia glomerulare. http://www.uptodate.com/home. Consultato il 4 Novembre 2013.
Taal MW, et al. Brenner e Rettore del rene. 9 ° ed. Philadelphia, Pa .: Saunders Elsevier; 2011. http://www.clinicalkey.com. Consultato il 12 novembre, 2013.
Ferri FF. Advisor clinica di Ferri 2014: 5 libri a 1. Philadelphia, Pa .: Mosby Elsevier; 2014. https://www.clinicalkey.com. Consultato il 12 novembre, 2013.
Wyatt RJ, et al. Nefropatia IgA. New England Journal of Medicine. 2013; 368: 2402.

Link sponsorizzati