La blefaroplastica: modalità di intervento, benefici e aspettative


La blefaroplastica è un intervento chirurgico che consiste nella riparazione di palpebre cadenti rimuovendo l’eccesso di pelle, muscoli e grasso. Con l’età,  i muscoli che sostengono le palpebre si indeboliscono. Di conseguenza, il grasso in eccesso può raccogliersi sopra e sotto le sopracciglia provocando cedimenti, e borse sotto gli occhi. Oltre a farti sembrare più vecchii, un gravemente rilassamento cutaneo del contorno occhi può compromettere la vista . La blefaroplastica può ridurre o eliminare questi problemi di vista.

Link sponsorizzati

La blefaroplastica di solito è fatta in struttura ambulatoriale.

Perché viene fatta?

Si potrebbe considerare di sottoporsi ad una blefaroplastica in presenza di palpebre cadenti o cedimenti che impediscono agli occhi di aprirsi completamente. La rimozione del tessuto in eccesso dalle palpebre può migliorare la vista e dare un aspetto più giovanile. La Blefaroplastica può essere un’opzione in caso di:

  • Palpebre superiori gonfie
  • Eccesso di pelle della palpebra superiore che interferisce con la vista
  • Palpebre inferiori cadenti
  • Eccesso di pelle sulla palpebra inferiore
  • Borse sotto gli occhi

La blefaroplastica può essere eseguita al tempo stesso come un altro trattamento, come un lifting o skin resurfacing.

blefaroplastica.jpg

Rischi

Come per qualsiasi intervento chirurgico, la blefaroplastica comporta alcuni rischi, come infezioni o reazioni all’anestesia. Altri possibili rischi specifici per questo tipo di chirurgia sono:

  • Temporaneo intorpidimento della pelle delle palpebre
  • Occhi irritati
  • Cambiamenti temporanei della vista come ad esempio visione doppia
  • Compromissione della funzionalità delle palpebre
  • Cicatrici
  • Lesioni ai muscoli dell’occhio
  • Un rischio molto piccolo di cecità a causa di un sanguinamento dietro l’occhio

Parlare sempre prima con il medico dei rischi e benefici a seconda del caso.

Come ci si prepara?

Prima di una blefaroplastica, è necessario discutere con un chirurgo plastico riguardo la procedura e le proprie esigenze. Questo incontro prevede in generale:

  • Storia clinica. Il chirurgo pone domande relative alle condizioni di salute. Domande dettagliate possono riguardare gli occhi asciutti, glaucoma,  allergie etc. E’ sempre bene informare il medico se si hanno problemi circolatori, problemi alla tiroide, diabete o altre condizioni mediche gravi.
  • Un esame fisico. Il chirurgo esegue un esame fisico, che può includere  una prova sulla produzione lacrimale.
  • Fotografie. Gli occhi saranno fotografati da diverse angolazioni. Queste immagini aiutano a pianificare l’intervento e va alutare i suoi effetti immediati o a lungo termine.
  • Una discussione delle  aspettative. Una discussione onesta metterà le basi per un risultato soddisfacente. Meglio sapere subito quanto beneficio si può ottenere, piuttosto che rimanere delusi da aspettative esagerate.

Prima di una blefaroplastica, verrà chiesto di:

  • Interrompere l’assunzione di aspirina, ibuprofene (Advil, Motrin, altri), naproxene (Aleve), e qualsiasi altro farmaco simile. E ‘meglio non usare questi farmaci per due settimane prima e dopo l’intervento chirurgico.
  • Smettere di fumare. Il fumo può compromettere la capacità di guarire dopo un intervento chirurgico.
  • Farsi accompagnare da qualcuno. Sopratutto perchè dopo l’intervento sarà impossibile guidare

Che cosa ci si può aspettare

La blefaroplastica di solito è fatto in ambiente ambulatoriale dopo la somministrazione dell’anestesia locale. Il chirurgo inietta il farmaco paralizzante nelle palpebre e somministra per via endovenosa (IV) un farmaco anestetico.

Durante la procedura

Se si operano le palpebre superiori e inferiori, il chirurgo lavora in genere sulla palpebra superiore per prima. Il chirurgo pratica un’incisione lungo la piega naturale della palpebra superiore. Poi la pelle in eccesso e qualche muscolo con del grasso vengono rimossi. L’incisione è chiusa con punti molto piccoli che lasciano una cicatrice quasi invisibile. A volte al posto dei punti viene usato nel nastro chirurgico.

L’incisione sulla palpebra inferiore è appena sotto le ciglia nella piega naturale dell’occhio, o all’interno della palpebra inferiore. Il chirurgo rimuove o ridistribuisce l’eccesso di grasso, muscoli e pelle cascante. A seconda di dove le incisioni iniziali sono fatte, i punti di sutura possono seguire la piega naturale della palpebra inferiore o  essere collocati all’interno della palpebra inferiore.

blefaroplastica prima e dopo.jpg
Dopo la procedura

La blefaroplastica di solito prende meno di due ore, a seconda della quantità di lavoro da fare. Successivamente si passa il tempo in una sala di risveglio, dove si sono monitorati per le complicanze.

Dopo la blefaroplastica viene spesso applicato un unguento lubrificante  per prevenire la secchezza oculare. L’unguento può causare temporaneo offuscamento della vista. Si può inoltre verificare eccessiva lacrimazione, sensibilità alla luce e visione doppia subito dopo l’intervento chirurgico. Le palpebre possono essere gonfie e sentirsi intorpidite per diversi giorni. Gonfiore e lividi, possono durare  una settimana o più. Impacchi di ghiaccio o impacchi freddi applicati agli occhi possono aiutare a ridurre il gonfiore.

Il dolore è generalmente minimo. Spesso comunque viene somministrato un antidolorifico.

Se sono stati utilizzati i punti per suturare, questi  verranno rimossi dopo tre o quattro giorni.

Conviene adottare le seguenti precauzioni per una settimana, dopo l’intervento chirurgico, se non diversamente consigliato dal dottore:

  • Evitare di sforzarsi, sollevare carichi pesanti o nuotare.
  • Evitare attività faticose, come l’aerobica e lo jogging.
  • Indossare occhiali da sole per proteggere la pelle della palpebra dal sole e dal vento.
  • Dormire con la testa sollevata rispetto al petto.
  • Seguire le istruzioni del medico per quanto riguarda la pulizia delle palpebre e l’uso di colliri o pomate.
  • Rivolgersi immediatamente al medico se si verificano difficoltà respiratorie, dolori al petto, un battito cardiaco insolito,sanguinamento o disturbi visivi.

Risultati

Le cicatrici possono richiedere sei mesi o più per svanire. Fare sempre attenzione a proteggere la pelle delle palpebre dal sole durante questo periodo.

Molte persone esprimono seria soddisfazione per i risultati della blefaroplastica, come ad esempio un aspetto più riposato e giovane e più fiducia in se stessi. Per alcune persone, i risultati della chirurgia possono durare una vita, ma per altri, può essere necessario ripetere l’intervento.

Link sponsorizzati