Influenza Stagionale: sintomi, cause, soggetti a rischio e cure


L’influenza stagionale è una infezione virale che attacca il sistema respiratorio,naso, gola e polmoni.Anche se è comunemente chiamata influenza, va precisato che non è lo stesso virus che causa diarrea e vomito.

Link sponsorizzati

Le complicanze dell’influenza possono essere letali. Le persone a maggior rischio di sviluppare complicanze sono:

  • I bambini piccoli
  • Gli anziani
  • Le donne in gravidanza
  • Le persone con sistema immunitario indebolito
  • Le persone che hanno malattie croniche

La migliore difesa contro l’influenza è la vaccinazione annuale.

Sintomi

Inizialmente, l’influenza può sembrare un banale raffreddore con naso che cola, starnuti e mal di gola. Ma il raffreddore di solito si sviluppa lentamente, mentre l’influenza tende a manifestarsi improvvisamente.

Segni e sintomi dell’influenza sono:

  • Dolori muscolari, soprattutto della schiena, braccia e gambe
  • Brividi e sudorazione
  • Mal di testa
  • Tosse secca
  • Stanchezza e debolezza
  • Congestione nasale

immagine i1.jpg

Se si hanno sintomi influenzali e si è a rischio di complicazioni, consultare immediatamente il medico. Prendere farmaci antivirali entro le prime 48 ore dopo lo sviluppo dei sintomi può ridurre la durata della malattia e aiutare a prevenire ulteriori gravi problemi.

Cause

I Virus influenzali viaggiano attraverso l’aria in goccioline quando qualcuno con l’infezione, starnutisce o parla.

I virus influenzali sono in costante evoluzione, con nuovi ceppi che appaiono regolarmente. Se si ha avuto l’influenza in passato, il  corpo ha già gli anticorpi per combattere quella particolare ceppo del virus. Se i virus influenzali stagionali sono simili a quello già avuto, gli anticorpi possono prevenire l’infezione o ridurre la sua gravità.

Ma gli anticorpi contro i virus influenzali passati non possono proteggere da nuovi sottotipi dell’influenza che sono diversi immunologicamente da quelli precedenti. Quattro  diversi sottotipi di virus sono apparsi negli esseri umani da quando l’epidemia globale (pandemia) del 1918, ha sterminato decine di milioni di persone.

Per un approfondimento sulla storia del virus dell’influenza e sulla sua evoluzione consultare questo articolo

vis1.jpg

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di complicazioni includono:

  • Età. L’influenza stagionale ha come bersaglio i bambini e le persone over 65.
  • Occupazione. operatori sanitari e personale di assistenza all’infanzia hanno più probabilità di avere uno stretto contatto con persone infette con il virus dell’influenza.
  • Condizioni di vita. Le persone che vivono in strutture insieme a molti altri residenti, come ad esempio case di cura o caserme militari, hanno maggiori probabilità di sviluppare l’influenza.
  • Indebolimento del sistema immunitario. Cure per il cancro, farmaci anti-rigetto, corticosteroidi e l’HIV / AIDS possono indebolire il sistema immunitario.
  • Malattie croniche. Condizioni croniche, come problemi di asma, diabete e cuore, possono aumentare il rischio di complicanze influenzali.
  • Gravidanza. Le donne incinte hanno più probabilità di sviluppare complicanze dell’influenza, soprattutto nel secondo e terzo trimestre.

Complicazioni

Se si e sani, l’influenza stagionale di solito non è grave. Anche se si può sentire debilitati, l’influenza di solito va via senza effetti duraturi. Ma soggetti ad alto rischio, possono sviluppare complicazioni come:

  • Polmonite
  • Bronchite
  • Infezioni sinusali
  • Infezione dell’orecchio

La polmonite è la complicazione comune  più grave. Per gli anziani e le persone con una malattia cronica, la polmonite può essere fatale. La migliore protezione è la vaccinazione sia contro la polmonite da pneumococco che l’influenza.

Trattamenti e cure

Di solito, l’unico trattamento di cui si ha bisogno è il riposo a letto e molti liquidi . Ma in alcuni casi, il medico può prescrivere un farmaco antivirale ( pazienti a rischio), come oseltamivir (Tamiflu) e zanamivir (Relenza). Se presi subito dopo che si notano i primi sintomi, questi farmaci potrebbero ridurre l’intesità della malattia e aiutare a prevenire gravi complicazioni.

L’oseltamivir è un farmaco orale. Lo Zanamivir viene inalato attraverso un dispositivo simile ad un inalatore per l’asma e non deve essere utilizzato da chiunque abbia problemi respiratori, come l’asma e malattie polmonari. Gli effetti collaterali antivirali possono includere nausea e vomito. L’oseltamivir è stato anche associato con comportamenti di delirio ed autolesionismo negli adolescenti.

Alcuni ceppi di influenza sono diventati resistenti all’oseltamivir e alla amantadina, che è un vecchio farmaco antivirale.

Referenze »

Influenza stagionale http://www.cdc.gov/flu/ revisione del 2016 revisione del Dott. Givanni Marino
Vaccino antinfluenzale http://www.cdc.gov/flu/protect/keyfacts.htm
Sintomi dell’influenza stagionale http://www.nhs.uk/Conditions/Flu/Pages/Symptoms.aspx

Link sponsorizzati