Ematuria: sintomi, cause, diagnosi e cure


Vedere del sangue nelle urine può causare ansia. Eppure, il sangue nelle urine che in medicina si chiama ematuria,non è sempre una questione di cui preoccuparsi. L’esercizio fisico può causare sangue nelle urine, per esempio. Così può un certo numero di farmaci comuni, tra cui l’aspirina. Ma il sanguinamento urinario può anche indicare una grave malattia.

Link sponsorizzati

Ci sono due tipi di sangue nelle urine. Il sangue visibile ad occhio si chiama ematuria. Il sangue  che è visibile solo al microscopio è noto come ematuria microscopica e si scopre solamente con un esame delle urine. In entrambi i casi, è importante determinare il motivo del sanguinamento.

Il trattamento dipende dalla causa sottostante. Il sangue nelle urine causato da esercizio fisico di solito va via da solo in uno o due giorni, ma altri problemi spesso necessitano di cure mediche.

Sintomi

Il segno visibile dell’ ematuria è dato da urine di colore rosa, rosso. E’ necessario  molto poco sangue affinchè l’urina diventi di colore rosso, e l’emorragia di solito non è dolorosa.

In molti casi, il sangue nelle urine è visibile solo al microscopio (ematuria microscopica).

Anche se molti casi di ematuria non sono gravi, è importante consultare il medico . Tenere presente che alcuni farmaci, come il lassativo Ex-lax, e alcuni alimenti, tra cui le barbabietole, rabarbaro e frutti di bosco, puossono causare un colore rosso delle urine. Un cambiamento di colore delle urine dovute a farmaci, cibo o esercizio fisico di solito va via in pochi giorni. Tuttavia, non è possibile attribuire automaticamente la causa delle urine di colore rosso o sanguinose ai farmaci o all’esercizio fisico, quindi è sempre meglio consultare il medico.

ematuria1.jpeg

Cause

Nell’ ematuria, i reni, o ad altre parti del tratto urinario, consentono alle cellule del sangue di entrare nelle urine. Un certo numero di problemi può causare questa perdita ematica tra cui:

  • Infezioni del tratto urinario. Le infezioni del tratto urinario possono verificarsi quando i batteri entrano nel corpo attraverso l’uretra e cominciano a moltiplicarsi nella vescica. I sintomi possono includere una persistente voglia di urinare, dolore e bruciore durante la minzione, ed un forte odore delle urine.
  • Infezioni renali. Le infezioni renali (pielonefrite) possono verificarsi quando i batteri entrano i reni dal flusso sanguigno o si spostano dagli ureteri al rene. I segni ed i sintomi sono spesso simili alle infezioni della vescica, anche se le infezioni renali hanno maggiori probabilità di causare febbre e dolore al fianco.
  • Calcoli della vescica o dei reni.
  • Ingrossamento della prostata. Quando la ghiandola si allarga,  comprime l’uretra, bloccando parzialmente  il flusso di urina. Segni e sintomi di un ingrossamento della prostata (iperplasia prostatica benigna, o BPH) comprendono difficoltà a urinare, un urgente bisogno di urinare , e il sangue nelle urine, sia visibile che microscopico. L’infezione della prostata (prostatite) può causare gli stessi segni e sintomi.
  • Malattie renali. Il sanguinamento urinario microscopico è un sintomo comune di glomerulonefrite, che causa l’infiammazione del sistema di filtraggio dei reni ‘.
  • Cancro. Un sanguinamento urinario visibile può essere un segno di un tumore avanzato del rene, della vescica o della prostata.
  • Malattie ereditarie. L’anemia falciforme  può essere la causa del sangue nelle urine, sia visibile che microscopico.
  • Farmaci. Alcuni farmaci comuni possono causare sangue nelle urine, questi comprendono l’aspirina, la penicillina, l’eparina anticoagulante e il ciclofosfamide (Cytoxan).
  • Un intenso esercizio fisico. Non è abbastanza chiaro perché l’esercizio fisico causi ematuria.

Fattori di rischio

Praticamente tutti possono avere  globuli rossi nelle urine. I fattori che rendono questo più probabile includono:

  • Età. Molti uomini di età superiore ai 50 hanno episodi di ematuria occasionali a causa di un ingrossamento della prostata.
  • Donne. Più della metà di tutte le donne hanno una infezione delle vie urinarie, almeno una volta nella vita.
  • Una infezione recente. L’infiammazione del rene dopo una infezione virale o batterica (glomerulonefrite post-infettiva) è una delle principali cause di ematuria nei bambini.
  • Storia di famiglia. Si può essere più soggetti a sanguinamento delle vie urinarie se in famiglia ci sono episodi di malattie renali o di calcoli renali.
  • Alcuni farmaci. L’aspirina, farmaci anti-infiammatori antidolorifici e antibiotici come la penicillina sono noti per aumentare il rischio di sanguinamento delle vie urinarie.
  • Un intenso esercizio fisico. I maratoneti sono particolarmente inclini al  sanguinamento urinario. In realtà, la condizione è talvolta chiamata ematuria jogger.

ematuria2.jpg

Diagnosi

Per trovare la causa del sanguinamento delle vie urinarie, i seguenti test ed esami hanno un ruolo chiave:

  • Esame fisico, che include una discussione sulla  storia clinica.
  • Test delle urine. Anche se il vostro sangue è stato scoperto attraverso un test delle urine (urine), è molto probabile che un altro test venga condotto per vedere la condizione è ancora presente. L’ematuria che si verifica solo una volta di solito non necessita di ulteriori valutazioni.
  • Esami radiografici. La maggior parte delle persone con ematuria vengono sottoposte a test radiografici.
  • Cistoscopia. In questa procedura, il medico introduce un tubo sottile dotato di una telecamera in miniatura nella vescica per esaminare da vicino sia la vescica che l’uretra.
  • A volte, la causa del sanguinamento delle vie urinarie non viene trovata. In questo caso, il medico è probabile che raccomandi dei controlli periodici.

Trattamenti

L’ematuria non ha alcun trattamento specifico. Invece, il medico si concentrerà sul trattamento della condizione di base. Ciò potrebbe includere, ad esempio, l’assunzione di antibiotici per eliminare una infezione delle vie urinarie, cercare un farmaco per ridurre un ingrossamento della prostata, o la terapia con onde d’urto per rompere i calcoli della vescica o del rene.

Se la condizione di fondo non è grave, nessun trattamento è necessario.

Prevenzione

Non è generalmente possibile prevenire l’ ematuria, anche se ci sono misure che si possono adottare per ridurre il rischio di alcune delle malattie che la provocano. Le strategie di prevenzione sono:

  • Infezioni del tratto urinario. bere molta acqua, urinare quando si sente il bisogno e il più presto possibile dopo un rapporto..
  • Calcoli renali. Per contribuire a ridurre la probabilità di calcoli renali, bere molta acqua e limitare, proteine ​​e cibi contenenti ossalati, come gli spinaci e rabarbaro.
  • Cancro alla vescica. Smettere di fumare, evitare l’esposizione a sostanze chimiche e bere molta acqua può ridurre il rischio di cancro alla vescica.
  • Cancro del rene. Per aiutare a prevenire il cancro del rene, smettere di fumare, mantenere un peso sano, mangiare una dieta sana, rimanere attivi ed evitare l’esposizione a sostanze chimiche tossiche.

Referenze »

Gerber GS, et al. La valutazione del paziente urologico: anamnesi, esame fisico, e delle urine. Wein AJ, et al. Campbell-Walsh Urology. 9a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2007. Consultato il 2 agosto 2011.
Rose BD, et al. La valutazione di ematuria negli adulti. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 1 agosto, 2011.
Margulis V, et al. La valutazione di ematuria. Cliniche mediche del Nord America. 2011; 95:153.
Sandhu KS, et al. Ematuria macro e microscopico: Linee guida per ostetrici e ginecologi. Indagine ostetrica e ginecologica. 2009; 64:39.
Jimbo M. Valutazione e gestione di ematuria. Care Clinics elementari a Pratica di Office. 2010; 37:461.
McDonald MM, et al. La valutazione di ematuria microscopica negli adulti. Famiglia medico americano. 2006; 73:1748.
Mercieri A. indotta dall’esercizio ematuria. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 1 agosto, 2011.
Infezioni delle vie urinarie: Cosa dovete sapere. National Kidney Diseases Information & Urologic Clearinghouse. http://kidney.niddk.nih.gov/KUDiseases/pubs/uti_ES/index.aspx. Consultato il 2 agosto 2011.
Ematuria (sangue nelle urine). National Kidney Diseases Information & Urologic Clearinghouse. http://kidney.niddk.nih.gov/KUDiseases/pubs/hematuria/. Consultato il 2 agosto 2011.

 

Link sponsorizzati