Coma diabetico: primi sintomi, segni, cause e trattamenti


Un coma diabetico è una complicanza del diabete che provoca perdita di coscienza. Se si ha un diabete, con livelli pericolosamente alti di zucchero nel sangue (iperglicemia) o pericolosamente bassi (ipoglicemia), esiste il rischio di coma diabetico.

Link sponsorizzati

Se si cade in  coma diabetico, si è vivi, ma non ci si può risvegliare o rispondere alle stimolazioni. Un coma diabetico non trattato può essere fatale.

La prospettiva di un coma diabetico è spaventosa, ma per fortuna, è possibile adottare misure per aiutare a prevenirlo.

Sintomi

Prima di un coma diabetico, solitamente si manifestano segni e sintomi di iperglicemia o ipoglicemia.

Iperglicemia

Se il livello di zucchero nel sangue è troppo alto, è possibile riscontrare:

  • Aumento della sete
  • Minzione frequente
  • Fatica
  • Nausea e vomito
  • Mancanza di fiato
  • Mal di stomaco
  • Odore fruttato nel respiro
  • Battito cardiaco accelerato

Ipoglicemia

Se il livello di zucchero nel sangue è troppo basso, si può sentire:

  • Nervosismo
  • Stanchezza
  • Sudorazione eccessiva
  • Fame
  • Nausea
  • Irritabilità
  • Un battito cardiaco irregolare
  • Aggressività e ostilità
  • Confusione

coma diabetico.jpg

Alcune persone sviluppano una condizione nota come inconsapevolezza dell’ipoglicemia e non hanno i segnali di allarme che segnalano un calo di zuccheri nel sangue.

Se si verificano sintomi di glicemia alta o bassa, eseguire immediatamente la prova della glicemia, e seguire l’iter consigliato dal diabetologo. Se non ci si inizia rapidamente a sentirsi meglio, o si comincia a sentirsi peggio, chiamare il 118.

Un coma diabetico è un’emergenza medica. Se si sta con una persona con diabete che è svenuta, chiamare immediatamente i soccorsi, e informare l’operatore del 118 che il paziente è diabetico.

Cause

Prolungato variazioni di zucchero nel sangue possono provocare varie condizioni, che possono portare al coma diabetico.

  • Chetoacidosi diabetica. Se le cellule muscolari diventano affamate di energia, il corpo può rispondere, abbattendo i depositi di grasso. Questo processo produce acidi tossici noti come chetoni. Se non trattata, la chetoacidosi diabetica può portare a coma diabetico. La chetoacidosi diabetica è più comune nelle persone che hanno diabete di tipo 1, ma può colpire anche persone che hanno diabete di tipo 2 o diabete gestazionale.
  • Sindrome iperosmolare. Se il livello di zuccheri nel sangue sale a 600 milligrammi per decilitro (mg / dL), o 33 millimoli per litro (mmol / L), la condizione è nota come sindrome iperosmolare diabetica. Quando la glicemia diventa così alta, il sangue diventa denso e sciropposo. Lo zucchero in eccesso passa dal sangue nelle urine, ed innesca un processo di filtraggio che attira enormi quantità di liquidi. Se non curata, la sindrome diabetica iperosmolare può causare pericolo di vita disidratazione e coma. La sindrome iperosmolare diabetica è più frequente negli adulti di mezza età e anziani che hanno diabete di tipo 2.
  • Ipoglicemia. Il  cervello ha bisogno di glucosio per funzionare. L’ipoglicemia può essere causata da troppa insulina o troppo poco cibo. L’esercizio troppo vigoroso o bere troppo alcol può avere lo stesso effetto.

Fattori di rischio

Chiunque ha il diabete è a rischio di coma diabetico.

Se si dispone di diabete di tipo 1 si si è più a rischio di coma diabetico causato da:

Se si dispone di diabete di tipo 2, si è generalmente più a rischio di coma diabetico causato da:

  • Sindrome iperosmolare diabetica, soprattutto se di mezza età o più anziani

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di coma diabetico non importa che tipo di diabete si abbia, tra cui:

  • Problemi di somministrazione di insulina. Se siete su una pompa di insulina, è necessario controllare frequentemente la glicemia La mancanza di insulina può rapidamente condurre a chetoacidosi diabetica, se si dispone di diabete di tipo 1.
  • Una malattia, traumi o interventi chirurgici. Quando si è malati o feriti, i livelli di zucchero nel sangue tendono ad aumentare, a volte in modo drammatico. Ciò può causare chetoacidosi diabetica in presenza di diabete di tipo 1. Altre condizioni mediche, come l’insufficienza cardiaca congestizia o malattie renali, possono aumentare il rischio di sindrome iperosmolare.
  • Diabete mal gestito. Se non controllato adeguatamente il diabete porta ad un rischio maggiore di sviluppare complicanze a lungo termine, ma hanno anche un elevato rischio di coma diabetico.
  • Bere alcol. L’alcol può avere effetti imprevedibili sullo zucchero nel sangue. Questo può aumentare il rischio di coma diabetico causato da ipoglicemia.
  • L’uso di sostanze illegali. Sostanze stupefacenti possono aumentare il rischio di livelli elevati di zucchero nel sangue, così come il rischio di coma diabetico.

Complicazioni

Se non trattato, il coma diabetico può condurre a:

  • Danni cerebrali permanenti
  • Decesso

Diagnosi

Se si verifica un coma diabetico, la diagnosi tempestiva è fondamentale.

Test di laboratorio

Potrebbe essere necessario eseguire test di laboratorio per misurare :

  • Il  livello di zucchero nel sangue
  • Il  livello di chetoni
  • La quantità di azoto o di creatinina – un prodotto di scarto della creatina
  • La quantità di potassio, fosforo e sodio nel sangue

Trattamenti

Il trattamento di emergenza per un coma diabetico dipende dal fatto che il livello di zuccheri nel sangue è troppo alto o troppo basso.

Glicemia alta

Se il  livello di zucchero nel sangue è troppo alto, potrebbe essere necessario somministrare:

  • Liquidi per via endovenosa per ripristinare l’acqua ai tessuti
  • Integratori di potassio, di sodio o fosfato per aiutare le cellule a funzionare correttamente
  • L’insulina per assorbire il glucosio
  • Un trattamento per eventuali infezioni sottostanti

Glicemia bassa

Se il  livello di zucchero nel sangue è troppo basso, protrebbe essere necessario somministrare:

  • Una iniezione di glucagone, che farà salire livello di zucchero nel sangue
  • La coscienza ritorna in genere quando lo zucchero nel sangue raggiunge un livello normale.

Prevenzione

Un buon controllo del diabete giorno per giorno può aiutare a prevenire un coma diabetico. Tenere a mente questi consigli:

  • Seguire il  programma dei pasti.
  • Tenete d’occhio il livello di zucchero nel sangue. Controllare la glicemia regolarmente
  • Assumere il farmaco secondo le istruzioni.
  • Parlare con il diabetologo su cosa fare in caso di malattie. La malattia può elevare lo zucchero nel sangue all’improvviso.
  • Verificare la presenza di chetoni quando la glicemia è alta.
  • Avere del glucagone  ad azione rapida. Se si prende l’insulina, assicurarsi di avere un  kit di emergenza per il ripristino dei bassi livelli di zucchero nel sangue.

Considerare un monitoraggio continuo del glucosio (CGM), soprattutto se si hanno problemi a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue o non si sentono i sintomi dell’ipoglicemia.

I CGMS sono dispositivi che utilizzano un piccolo sensore inserito sotto la pelle per tenere traccia delle tendenze dei livelli di zucchero nel sangue. Questi dispositivi sono in ​​grado di segnalare quando la glicemia è pericolosamente bassa. Tuttavia, c’è ancora bisogno di testare i livelli di zucchero nel sangue con la classica macchinetta.

  • Bere alcol con cautela. Dato che l’alcol può avere un effetto imprevedibile sulla glicemia, essere sicuri non bere mai a stomaco vuoto, e limitare l’alcol il più possibile.
  • Educare , amici e colleghi di lavoro. Avvertire le persone vicine dei sintomi di un possibile coma diabetico può salvare la vita.

Referenze »

Gardner DG, et al. Greenspan Basic & Clinical Endocrinology. 9a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2011. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=8407307. Consultato il 8 marzo 2012.
McPhee SJ, et al. Current Medical Diagnosis & Treatment 2012. 51 ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2012. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=15524. Consultato il 8 marzo 2012.
Chetoacidosi (DKA). American Diabetes Association. http://www.diabetes.org/living-with-diabetes/complications/ketoacidosis-dka.html. Consultato il 8 marzo 2012.
Iperglicemia (glicemia alta). American Diabetes Association. Consultato il 8 marzo 2012.
Ipoglicemia. National Diabetes Information Clearinghouse. http://diabetes.niddk.nih.gov/dm/pubs/hypoglycemia/. Consultato il 8 marzo 2012.
Svantaggi di utilizzare una pompa per insulina. American Diabetes Association. Consultato il 11 Marzo 2012.
Diabulimia. Juvenile Diabetes Research Foundation. http://www.jdrf.org/index.cfm?page_id=107141. Consultato il 11 Marzo 2012.
Lee P, et al. Consumo di droga ricreativo nel diabete tipo 1: Un complice invisibile ad un cattivo controllo glicemico? Internal Medicine Journal. 2012; 42:198.
L’ipoglicemia (glucosio nel sangue). American Diabetes Association. Consultato il 8 marzo 2012.
Il monitoraggio continuo del glucosio. National Diabetes Information Clearinghouse. http://diabetes.niddk.nih.gov/dm/pubs/glucosemonitor/. Consultato il 11 Marzo 2012.

 

Link sponsorizzati