Cirrosi epatica: segni, sintomi, fattori di rischio e terapie


La cirrosi  è cicatrizzazione del fegato. Il fegato è un organo di grandi dimensioni che si trova nella parte superiore dell’addome. Il fegato svolge numerose funzioni essenziali, disintossica sostanze dannose nel corpo, purifica il sangue e produce nutrienti vitali.

Link sponsorizzati

La cirrosi si verifica in risposta ad un danno cronico al fegato. Con cirrosi lieve, non interferisce con le normali funzioni del fegato. Ma una cirrosi avanzata, forme sempre più tessuto cicatriziale nel fegato, rendendo impossibile il buon funzionamento dell’organo.

Un certo numero di malattie e condizioni possono causare un danno cronico al fegato che può portare alla cirrosi.

Sintomi

La cirrosi spesso non ha segni o sintomi. Quando i segni e i sintomi si verificano, possono includere:

  • Fatica
  • Sanguinamento
  • Ecchimosi
  • Accumulo di liquido nell’addome
  • Perdita di appetito
  • Nausea
  • Gonfiore alle gambe
  • Perdita di peso

cirrosi2.jpeg

Cause

La cirrosi è causata da tessuto cicatriziale che si forma nel fegato in risposta al danno che si ripete da molti anni.

Ogni volta che il fegato subisce un danno, tenta di riparare se stesso. Nel processo, di riparazione, si forma del tessuto cicatriziale. Come il tessuto cicatriziale si accumula, diventa sempre più difficile per il fegato  funzionare adeguatamente. Nella cirrosi avanzata, il fegato non funziona praticamente più. Poiché il fegato è un organo vitale, se non funziona deve essere sostituito con un trapianto di fegato.

Un certo numero di cause

Una vasta gamma di malattie e condizioni possono danneggiare il fegato e portare alla cirrosi, tra cui:

  • Abuso cronico di alcol
  • Epatite B
  • Epatite C
  • La fibrosi cistica
  • Distruzione dei dotti biliari (cirrosi biliare primitiva)
  • Indurimento e danneggiamento dei dotti biliari (colangite sclerosante primitiva)
  • Galattosemia
  • L’accumulo di ferro nell’organismo (emocromatosi)
  • Malattie epatiche causate dal sistema immunitario del corpo (epatite autoimmune)
  • Parassita comune nei paesi in via di sviluppo (schistosomiasi)
  • Dotti biliari poco formati (atresia delle vie biliari)
  • Malattia da accumulo di glicogeno
  • Troppo rame accumulato nel fegato (malattia di Wilson)

Complicazioni

Le complicanze della cirrosi possono includere:

  • Infezioni più frequenti. Se si dispone di cirrosi, il corpo può avere difficoltà a combattere le infezioni.
  • La malnutrizione. La  cirrosi può rendere più difficile per il  corpo  elaborare le sostanze nutritive. Questo può portare a debolezza e perdita di peso.
  • Alti livelli di tossine nel sangue (encefalopatia epatica). Un fegato danneggiato da cirrosi non è in grado di eliminare le tossine dal sangue. Le tossine nel sangue possono causare confusione e difficoltà di concentrazione. Con il tempo, l’encefalopatia epatica può progredire fino al coma.
  • Sanguinamento legato alla crescente pressione nella vena principale che porta sangue al fegato (ipertensione portale). Il tessuto cicatriziale può rendere difficile per il sangue fluire liberamente attraverso il fegato. Questo provoca un aumento della pressione nella vena porta.
  • Gonfiore addominale e alle gambe. Fluidi possono accumularsi nell’addome e nelle gambe, causando gonfiore. Ciò può verificarsi come complicanza di ipertensione portale.
  • Aumento del rischio di cancro al fegato. La cirrosi può aumentare il rischio di cancro al fegato.

Diagnosi

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare la cirrosi sono:

  • Gli esami del sangue come emocromo completo, test della bilirubina, test di funzionalità epatica e test specifici per determinare la causa di cirrosi
  • Procedure radiografiche come la tomografia computerizzata (TAC), l’ecografia e la risonanza magnetica (MRI)
  • Esame di un campione di tessuto epatico (biopsia epatica)

cirrosi1.JPeG

Trattamenti

Nella cirrosi precoce, può essere possibile  minimizzare i danni al fegato trattando la causa sottostante. Per esempio:

  • Trattamento per la dipendenza da alcool. Le persone con cirrosi causata da consumo di alcol necessitano di smettere di bere.
  • Farmaci per controllare l’epatite. farmaci possono controllare i danni alle cellule del fegato causati da epatite B o C.

Trattamenti per le complicanze della cirrosi

  •  Eccesso di liquidi nel corpo. Il fluido che si accumula nell’addome (ascite) o nelle gambe (edema) può essere gestito con una dieta povera di sodio e pillole. Un accumulo di liquidi più grave può richiedere procedure per drenare il liquido o un intervento chirurgico per alleviare la pressione.
  • L’aumento della pressione nella vena porta. farmaci per la pressione del sangue possono aumentare il controllo della pressione nelle vene attorno al fegato. Questo potrebbe prevenire le emorragie gravi.
  • Infezioni. È possibile ricevere antibiotici o altri trattamenti per le infezioni.
  • Screening dei tumori del fegato. Il medico può raccomandare esami del sangue periodici ed esami ad ultrasuoni per cercare i segni di cancro del fegato.
  • Alti livelli di tossine nel sangue (encefalopatia epatica). Il medico può richiedere visite periodiche per controllare l’encefalopatia epatica, che può variare da  lieve a grave. I farmaci possono aiutare a curare l’encefalopatia epatica.

Trapianto di fegato

Le persone con cirrosi avanzata possono richiedere un trapianto di fegato se il  fegato non è più funzionante (insufficienza epatica). Un trapianto di fegato è una procedura per rimuovere il fegato e sostituirlo con un fegato  di un donatore.

Link sponsorizzati