Cardiomegalia: sintomi, cure e cause


L’ingrossamento del cuore (cardiomegalia) non è una malattia, ma piuttosto un sintomo di un’altra condizione.

Link sponsorizzati

Si può sviluppare un ingrossamento del cuore temporaneo a causa di uno stress sul corpo, come la gravidanza, oppure a causa di una condizione medica, come ad esempio l’indebolimento del muscolo cardiaco, malattia coronarica, problemi di valvole cardiache o anomalie del ritmo cardiaco.

Il trattamento per l’ingrossamento del cuore è volto a correggere la causa sottostante.

Sintomi

  • Mancanza di fiato
  • Vertigini
  • Aritmia
  • Gonfiore (edema)
  • Tosse
  • Dolore toracico

L’ingrossamento del cuore è più facile da trattare quando è diagnosticato precocemente.

Chiamare il 118 se si dispone di uno qualsiasi di questi segni e sintomi, che possono significare un attacco di cuore:

  • Dolore toracico
  • Grave insufficienza respiratoria
  • Svenimenti

cardiomegalia.jpg

Cause

Un ingrossamento del cuore può essere causato da condizioni affaticano il cuore facendolo pompare più del solito. A volte il cuore si allarga e diventa debole per ragioni sconosciute (idiopatica).

Condizioni associate ad un ingrossamento del cuore sono:

  • L’alta pressione sanguigna.
  • Malattia del muscolo cardiaco (cardiomiopatia). La cardiomiopatia è l’ispessimento o l’irrigidimento del muscolo cardiaco.
  • Attacco di cuore. Danni provocati durante un attacco di cuore possono provocare un ingrossamento del cuore.
  • Difetto cardiaco congenito. Molti tipi di difetti cardiaci congeniti possono portare ad un ingrossamento del cuore, come difetti possono influenzare il flusso sanguigno attraverso il cuore, costringendolo a lavorare in modo supplementare.
  • Battito cardiaco (aritmia).
  • Ipertensione polmonare.
  • Basso numero di globuli
  • Disturbi della tiroide.
  • Emocromatosi. L’emocromatosi è una malattia in cui l’organismo non può metabolizzare correttamente il ferro.
  • Le malattie rare che possono colpire il cuore, come l’amiloidosi. L’amiloidosi è una condizione in cui proteine ​​anomale circolano nel sangue e possono essere depositate nel cuore.

Fattori di rischio

Si può avere un rischio maggiore di sviluppare un ingrossamento del cuore, se si hanno una qualsiasi delle seguenti condizioni:

  • L’alta pressione sanguigna. Avere una pressione arteriosa superiore a 140/90 millimetri di mercurio  mette a un aumentato rischio di sviluppare un ingrossamento del cuore.
  • Una storia familiare di ingrossamento del cuore o cardiomiopatia. Se un parente stretto, come un genitore o un fratello, ha avuto un ingrossamento del cuore, si può essere più suscettibili allo sviluppo di un ingrossamento del cuore.
  • Coronaropatia. Se si dispone di malattia coronarica, placche di grasso soggiornano nelle arterie del  cuore . A volte questo porta ad un attacco di cuore, dove una parte del muscolo cardiaco necrotizza. Se questo accade, il cuore deve pompare sotto sforzo per ottenere una quantità adeguata di sangue al resto del corpo.
  • Malattia cardiaca congenita.
  • Cardiopatia valvolare. Il cuore ha quattro valvole: l’aortica, mitralica, le valvole polmonare e tricuspide. Queste si aprono e chiudono per dirigere il flusso di sangue attraverso il cuore. Le valvole possono essere danneggiate da una serie di condizioni che portano al restringimento (stenosi), perdite (rigurgito o insufficienza) o chiusura impropria (prolasso). Ognuna di queste condizioni può causare la cardiomegalia.
  • Attacco di cuore. Avere un attacco di cuore aumenta il rischio di sviluppare un ingrossamento del cuore.

Complicazioni

Il rischio di complicazioni da un ingrossamento del cuore dipende dalla parte del cuore che si allarga e la causa sottostante.

Le complicazioni della cardiomegalia possono includere:

  • L’insufficienza cardiaca.
  • Coaguli di sangue.
  • Soffio al cuore.
  • Arresto cardiaco e decesso improvviso.

ingrossamento del cuore.jpg
Diagnosi

Se si hanno sintomi di un problema cardiaco, il medico effettuerà degli esami per determinare se il cuore si è allargato e per scoprire la causa della sua condizione. Oltre ad un esame fisico, questi test possono includere:

  • La radiografia del torace.
  • Elettrocardiogramma.
  • Ecocardiogramma. .
  • Stress test. Uno stress test, chiamato anche un test da sforzo, viene utilizzato per raccogliere informazioni su quanto funziona bene il  cuore durante l’attività fisica.
  • Tomografia computerizzata (TAC) o risonanza magnetica (MRI).
  • Cateterismo cardiaco e biopsia. In questa procedura, un tubo sottile (catetere) viene inserito nell’ inguine e attraverso i vasi sanguigni al cuore, dove un piccolo campione (biopsia) del  cuore può essere estratto per l’analisi in laboratorio.

Trattamenti

I trattamenti per l’ingrossamento del cuore, mirano alla correzione della causa scatenante.

Farmaci

  • Diuretici per abbassare la quantità di sodio e di acqua nel  corpo, che può contribuire a ridurre la pressione nelle arterie e nel cuore, come furosemide (Lasix), diuretici o altri, come lo spironolattone (Aldactone).
  • Inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) per abbassare la pressione sanguigna e migliorare la capacità di pompaggio del  cuore, come l’enalapril (Vasotec), lisinopril (Zestril), ramipril (Altace) oppure con captopril (Capoten)
  • Bloccanti del recettore dell’angiotensina (ARB) , come Losartan (Cozaar) e Valsartan (Diovan), per coloro che non possono assumere ACE inibitori
  • I beta-bloccanti per abbassare la pressione sanguigna e migliorare la funzione cardiaca, come il carvedilolo (Coreg) e metoprololo (Lopressor)
  • Digossina , che può contribuire a migliorare la funzione di pompaggio del cuore e ridurre la necessità di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca
  • Anticoagulanti , come il warfarin (Coumadin), per ridurre il rischio di coaguli di sangue che potrebbero causare un infarto o un ictus

Procedure mediche e interventi chirurgici

Se i farmaci non sono sufficienti per trattare l’ingrossamento del cuore, procedure mediche o interventi chirurgici può essere necessarie.

  • Dispositivi medici per regolare il battito cardiaco. Per le persone che hanno un certo tipo di ingrossamento del cuore (cardiomiopatia dilatativa), un pacemaker speciale che coordina le contrazioni tra il ventricolo sinistro e destro (stimolazione biventricolare) può essere necessario.
  • Chirurgia valvolare. Se il  cuore allargato è causato da un problema con una delle valvole cardiache, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere la valvola stretta e sostituirla.
  • Intervento di bypass coronarico.
  • Dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (LVAD). Se si soffre di insufficienza cardiaca, può essere necessaria questa pompa impiantabile meccanica per aiutare il cuore indebolito.
  • Trapianto di cuore.

Referenze »

Che cosa è l’insufficienza cardiaca? National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/hf/. Consultato il 12 ottobre 2011.
Lindenfield J, et al. 2010 HFSA linee guida di pratica completa. Journal of Cardiac Failure. 2010; 16:475.
Jessup M, et al. 2009 Aggiornamento: ACCF / AHA linee guida per la diagnosi e la gestione di insufficienza cardiaca negli adulti. Circulation. 2009; 119:1977.
Weintraub NL, et al. Sindromi di insufficienza cardiaca acuta: presentazione dipartimento di emergenza, il trattamento e la disposizione: Gli attuali approcci e obiettivi futuri. Circulation. 2010; 122:1975.
Riegel B, et al. Stato della scienza: Promuovere la cura di sé in soggetti con scompenso cardiaco: una dichiarazione scientifica della American Heart Association. Circulation. 2009; 120:1141.
Gottlieb DJ, et al. Studio prospettico di apnea ostruttiva del sonno e malattia di cuore incidente coronarica e scompenso cardiaco: The Heart Study sonno Salute. Circulation. 2010; 122:352.
Che cosa è un dispositivo di assistenza ventricolare? National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/vad/. Consultato il 12 ottobre 2011.
Schocken DD, et al. La prevenzione dello scompenso cardiaco: una dichiarazione scientifica della American Heart Association. Circulation. 2008; 117:2544.
Kapoor M, et al. Insufficienza cardiaca. In: Ferri FF. Advisor Clinical Ferri 2012: 5 Books in 1. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier, 2012. Consultazione del 5 ottobre 2011.
Dietary Guidelines for Americans, 2010. US Department of Health and Human Services. http://www.cnpp.usda.gov/DGAs2010-PolicyDocument.htm. Consultato il 18 febbraio 2011.

 

Link sponsorizzati