Calcoli alla vescica: sintomi, cause, fattori di rischio e terapie


I Calcoli alla vescica di solito sono piccole masse di minerali che si formano nella vescica. I calcoli alla vescica si sviluppano quando l’urina nella vescica si concentra, causando una cristallizzazione dei minerali nelle urine. L’urina concentrata e stagnante è spesso il risultato del non riuscire a svuotare completamente la vescica. Ciò può essere dovuto a danni del sistema nervoso, ad un ingrossamento della prostata, o ricorrenti infezioni del tratto urinario.

Link sponsorizzati

CI clcoli alla vescica non sempre causano segni o sintomi, e possono essere scoperti durante test per altri problemi. Quando i sintomi si verificano, possono variare da dolori addominali al sangue nelle urine.

Spesso i piccoli calcoli alla vescica passano da soli, ma in altri casi potrebbe essere necessario un intervento medico. Se non trattati, i calcoli alla vescica possono causare infezioni e altre complicazioni.

Sintomi

Alcune persone con calcoli alla vescica non hanno problemi ne sintomi. Ma se un calcolo irrita la parete della vescica o blocca il flusso di urina, segni e sintomi si sviluppano. Questi includono:

  • Dolori al basso ventre
  • Negli uomini, dolore o fastidio al pene
  • Minzione dolorosa
  • Minzione frequente, soprattutto durante la notte
  • Difficoltà a urinare o interruzione del flusso urinario
  • Sangue nelle urine
  • Urine di colore scuro

calcoli in vescica.jpg

Cause

I Calcoli alla vescica generalmente iniziano quando la vescica non si svuota completamente. L’urina che rimane nella vescica può formare cristalli che alla fine diventano calcoli. Nella maggior parte dei casi, una condizione di base influisce sulla capacità della vescica di svuotarsi completamente.

Le condizioni più comuni che causano calcoli alla vescica includono:

  • Allargamento della ghiandola prostatica. Un ingrossamento della prostata, o iperplasia prostatica benigna (BPH), può essere una causa di calcoli alla vescica negli uomini. L’allargamento della prostata, può comprimere l’uretra e interrompere il flusso di urina.
  • Nervi danneggiati (vescica neurogena). Normalmente, i nervi portano messaggi dal cervello ai muscoli della vescica. Se questi nervi vengono danneggiati – da un ictus, lesioni del midollo spinale o altri problemi di salute – la vescica non può svuotarsi completamente.
  • Parete della vescica indebolita. I diverticoli della vescica sono aree indebolite della parete vescicale che si rigonfiamento verso l’esterno in involucri, e permettono di raccogliere l’urina.

Altre condizioni che possono causare calcoli alla vescica includono:

  • Infiammazione. I calcoli possono svilupparsi se la vescica si infiamma. Infezioni del tratto urinario e la radioterapia nella zona pelvica possono causare l’infiammazione della vescica.
  • Dispositivi medici. Occasionalmente, cateteri possono causare calcoli alla vescica.
  • Calcoli renali. I calcoli che si formano nei reni non sono gli stessi che si formano nella vescica. Si sviluppano in modi diversi e spesso per motivi diversi. Ma i calcoli renali  occasionalmente viaggiano lungo gli ureteri nella vescica e, se non sono espulsi, possono trasformarsi in calcoli alla vescica.

Fattori di rischio

Nei paesi in via di sviluppo, I calcoli alla vescica sono comuni nei bambini, spesso a causa della disidratazione, infezioni e una dieta ipoproteica, ma in altre parti del mondo, I calcoli alla vescica si verificano soprattutto negli uomini più anziani. Questi fattori aumentano il rischio:

  • Maschi. i calcoli alla vescica si verificano soprattutto negli uomini.
  • Età. Nei paesi industrializzati, I calcoli alla vescica tendono a verificarsi in persone di età superiore ai 30 anni, anche se a volte possono svilupparsi in persone più giovani.
  • Ostruzione del collo vescicale. La causa più comune di calcoli alla vescica negli uomini, è l’ostruzione del collo vescicale, che si riferisce a qualsiasi condizione che blocca il flusso di urina dalla vescica verso l’uretra. L’ostruzione del collo vescicale ha molte cause, ma la più comune è un ingrossamento della prostata.
  • Vescica neurogena. ictus, lesioni del midollo spinale, il morbo di Parkinson, il diabete, un’ernia del disco o una serie di altri problemi possono danneggiare i nervi che controllano la vescica. Alcune persone con vescica neurogena possono anche avere un ingrossamento della prostata o un altro tipo di ostruzione vescicale, che aumenta ulteriormente il rischio di calcoli.
  • Frequenti infezioni della vescica. Infiammazione vescica da infezioni croniche possono portare alla formazione di calcoli alla vescica.

Complicazioni

Calcoli alla vescica che non vengono rimossi, anche quelli che non causano sintomi può portare a complicazioni, quali:

  • Disfunzione cronica della vescica. Se non curati, i calcoli alla vescica possono provocare problemi urinari, come il dolore o la minzione frequente. Calcoli alla vescica possono anche bloccare il passaggio di urina.
  • Infezioni del tratto urinario. ricorrenti infezioni batteriche nel tratto urinario può essere causate da calcoli alla vescica.

radiografica calcolosi vescicale.jpg

Diagnosi

I test usati per fare una diagnosi di calcoli alla vescica possono includere:

  • Un esame fisico. Il medico potrebbe sentire il basso addome per vedere se la vescica è distesa e, in alcuni casi, eseguire un esame rettale per determinare se la prostata è ingrandita.
  • Analisi delle urine. Un campione di urine possono essere raccolte ed esaminate per verificare le quantità microscopiche di sangue, batteri e minerali cristallizzati.
  • Tomografia computerizzata spirale (TC). Una scansione TC convenzionale combinata a raggi X con la tecnologia del computer per creare immagini in sezione trasversale del corpo.
  • Ultrasuoni. Un’ecografia, può aiutare il medico di rilevare i calcoli alla vescica.
  • Raggi-x. Una radiografia dei reni, ureteri e vescica aiuta il medico a determinare se i calcoli sono presenti nel sistema urinario.
  • Pielogramma. Un pielogramma per via endovenosa è un test che utilizza un mezzo di contrasto per evidenziare gli organi nel tratto urinario.

Trattamenti

In generale, i calcoli alla vescica devono essere rimossi. Se il calcolo è piccolo, il medico può raccomandare di bere una maggiore quantità di acqua ogni giorno per aiutare la naturale esplulsione dei calcoli Tuttavia, poiché i calcoli alla vescica sono di solito causati dalla incapacità di svuotare completamente la vescica, il passaggio spontaneo dei calcoli è improbabile. La quasi totalità dei casi richie una rimozione dei calcoli.

Rottura dei calcoli

I calcoli della vescica sono spesso rimossi durante una procedura chiamata Cistolitolapassi. Un piccolo tubo con una telecamera alla fine (cistoscopio) viene inserito attraverso l’uretra e nella vescica per visualizzare il calcolo. Il medico utilizza quindi un dispositivo laser, a ultrasuoni o meccanico per rompere il calcolo in piccoli pezzi.

Complicazioni dopo una Cistolitolapassi non sono comuni, ma le infezioni delle vie urinarie, febbre, uno strappo nella vescica o il sanguinamento possono verificarsi. Il medico può dare degli antibiotici prima della procedura per ridurre il rischio di infezioni. Circa un mese dopo la Cistolitolapassi, il medico probabilmente effettuerà un controllo per assicurarsi che non rimangano frammenti di calcoli nella vescica.

La rimozione chirurgica

Occasionalmente, i calcoli alla vescica che sono grandi o troppo difficili da rompere vengono rimossi con la chirurgia. In questi casi, il medico fa una incisione nella vescica e rimuove direttamente i calcoli.

Referenze »

Stoller ML. Malattia della calcolosi. In: Tanagho EA, et al. Urologia generale Smith. 17a ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical; 2008. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=3127288. Consultato il 18 dicembre 2010.
Calcoli urinari. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/sec17/ch230/ch230a.html. Consultato il 18 dicembre 2010.
Ban KM, et al. Selezionati problemi urologici. In: Marx JA, et al. Emergency Medicine Rosen: Concetti e pratica clinica. 7 ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2010. Consultato il 19 dicembre 2010.
Manthey DE, et al. Urologic calcolosi. In: Tintinalli JE, et al. Emergency Tintinalli di Medicina: una guida allo studio completa. 7 ed. New York, NY: McGraw-Hill Medical; 2011. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6362783. Consultato il 18 dicembre 2010.
Pearle MS, et al. Malattie urologiche in America: urolitiasi. National Kidney Diseases Information urologica e Clearinghouse. http://kidney.niddk.nih.gov/statistics/uda/Urolithiasis-Chapter08.pdf. Consultato il 18 dicembre 2010.
Nicoletta JA. Valutazione medica e il trattamento di urolitiasi. Cliniche Pediatriche del Nord America. 2006; 53:479.
Radice di ghiaia. Natural Medicines Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com. Consultato il 18 dicembre 2010.
Pietra root. Natural Medicines Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com. Consultato il 18 dicembre 2010.
Hydrangea. Natural Medicines Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com. Consultato il 18 dicembre 2010.
Watkins RW. Urolitiasi (calcoli renali e della vescica). In: D. Rakel Medicina Integrativa. 2nd ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2007. Consultato il 18 dicembre 2010.

 

Link sponsorizzati