Ambliopia (occhio pigro) :sintomi, cause, diagnosi e trattamenti


L’occhio pigro (ambliopia) è una riduzione dell’acuità visiva che deriva da un anormale sviluppo visivo durante l’infanzia o nella prima infanzia. L’occhio pigro di solito colpisce solo un occhio, ma può influenzare entrambi gli occhi. Con l’occhio pigro, non ci sono danni apparenti o anormalità agli occhi. L’occhio pigro però è la principale causa di diminuzione della vista tra i bambini. Se non trattato, può causare perdita della vista può variare da lieve a grave.

Link sponsorizzati

L’occhio pigro si sviluppa quando le vie nervose tra il cervello e l’occhio non sono adeguatamente stimolate. Questo può portare a una condizione in cui il cervello favorisce un solo occhio, a causa della scarsa visibilità nell’altro occhio. L’occhio più debole tende a vagare. Alla fine, il cervello può ignorare i segnali ricevuti dall’occhio più debole.

Trattamenti conservativi come occhiali o patch correttive  spesso correggono il problema. A volte, però richiede un trattamento chirurgico.

Sintomi

Segni e sintomi di occhio pigro includono:

  • Un occhio che vaga verso l’interno o verso l’esterno
  • Occhi che non lavorano in simbiosi
  • Scarsa percezione di profondità
  • Sebbene l’occhio pigro di solito colpisca solo un occhio, è possibile che entrambi gli occhi ne siano colpiti.

op1.jpg

Cause

Tutto ciò che offusca la vista di un bambino può causare l’occhio pigro. Alcune delle cause più comuni sono:

  • Strabismo La causa più comune di occhio pigro è lo strabismo,uno squilibrio nei muscoli responsabili per il posizionamento degli occhi. Q
  • Anomalia strutturale dell’occhio. A volte l’occhio pigro è il risultato di un’anomalia, come una retina anormale o un cristallino opaco. In altri casi, una forma anomala degli occhi o la differenza di dimensioni tra gli occhi contribuisce al problema.
  • Tumore. Occasionalmente, un occhio errante è il primo segno di un tumore dell’occhio.

Fattori di rischio

L’occhio pigro tende a tramandarsi all’interno delle famiglie. L’occhio pigro può essere più probabile tra i bambini nati prematuramente o coloro che hanno ritardi nello sviluppo.

Complicazioni

Se non curato, l’occhio pigro può causare la perdita permanente della vista. In effetti, l’occhio pigro è la causa più comune di  problemi della vista in giovani adulti e di mezza età, secondo il National Eye Institute.

Diagnosi

L’occhio pigro di solito diagnosticato con una visita oculistica approfondita. Il medico cercherà un occhio errante, così come una differenza di visione tra gli occhi o la scarsa visibilità in entrambi gli occhi. Speciali test diagnostici di solito non sono necessari.

le1.jpg

Trattamenti

Idealmente, il trattamento  inizia nella prima infanzia, quando le connessioni complesse tra l’occhio e il cervello si stanno formando. A seconda della causa e il grado in cui è influenzata la visione del  bambino, le opzioni di trattamento possono includere:

  • Misure correttive. Se una condizione come la miopia, ipermetropia o astigmatismo stanno contribuendo all’occhio pigro, occhiali o lenti a contatto correttive possono essere utilizzarti. Talvolta gli occhiali correttivi sono tutto ciò che serve.
  • Benda sull’ occhio. Per stimolare l’occhio più debole, al bambino potrebbee ssere applicata una benda sull’occhio più forte -per due o più ore al giorno a seconda della gravità dell’occhio pigro. Questo aiuta la parte del cervello che gestisce la vista a svilupparsi in modo completo.
  • Collirio. Una goccia giornaliera o bisettimanale di un farmaco chiamato atropina può offuscare temporaneamente la vista nell’occhio più forte. Questo incoraggerà l’uso dell’occhio più debole, e offre un’alternativa alla benda
  • Chirurgia. Se il bambino soffre di strabismo, i muscoli oculari possono beneficiare di una riparazione chirurgica. L’intervendo è anche utile nei casi di palpebre cadenti o cataratta.

Per la maggior parte dei bambini con occhio pigro, un trattamento adeguato migliora la vista entro poche settimane o diversi mesi. Anche se la ricerca suggerisce che la finestra di trattamento si debba estendere per almeno 17 anni, i risultati sono migliori quando il trattamento inizia nella prima infanzia.

Link sponsorizzati