Steatosi epatica non alcolica: segni, sintomi e terapie


La steatosi epatica non alcolica è un termine usato per descrivere l’accumulo di grasso nel fegato, che non ha correlazione con l’uso di alcol.

Link sponsorizzati

La steatosi epatica non alcolica è comune e, per la maggior parte delle persone, non provoca segni e sintomi o complicazioni. Ma in alcune persone affette da steatosi, il grasso che si accumula può causare infiammazione e cicatrizzazione del fegato. Questa forma più grave di steatosi epatica non alcolica è talvolta chiamata steatoepatite non alcolica. Nella sua forma più grave, la steatosi epatica non alcolica può progredire ad insufficienza epatica.

Sintomi

La steatosi epatica non alcolica di solito non provoca segni e sintomi. Quando lo fa, essi possono includere:

  • Fatica
  • Dolore addominale alto a destra
  • Perdita di peso

Cause

La steatosi epatica non alcolica si verifica quando il fegato ha difficoltà a scindere i grassi, causando un accumulo nel tessuto epatico. I medici non sono sicuri di cosa provochi tutto questo. La vasta gamma di malattie e condizioni relative alla steatosi epatica non alcolica è così varia che è difficile individuare una causa qualsiasi.

stetosi epatica.gif

La malattia del fegato può assumere diverse forme,da innocue a pericolose per la vita.

Non è normale che il grasso si accumuli nel fegato, ma non necessariamente nocivo. Nella sua forma più semplice, la steatosi epatica non alcolica può non causare complicazioni. Questa condizione è molto comune.
In un piccolo numero di persone con questo problema, il grasso causa l’infiammazione del fegato. Questo può compromettere la capacità del fegato di funzionare e portare a complicazioni.
L’infiammazione del fegato conduce alla cicatrizzazione del tessuto epatico. Con il tempo,le  cicatrici possono diventare così gravi che il fegato non funziona più in modo adeguato (insufficienza epatica).

Fattori di rischio

Una vasta gamma di malattie e condizioni possono aumentare il rischio di steatosi epatica non alcolica, tra cui:

  • Alcuni farmaci
  • Intervento di bypass gastrico
  • Il colesterolo alto
  • Alti livelli di trigliceridi nel sangue
  • Malnutrizione
  • Sindrome metabolica
  • Obesità
  • Rapida perdita di peso
  • Tossine e sostanze chimiche, come pesticidi
  • Diabete di tipo 2
  • Malattia di Wilson

steatosi vetrino.jpg

Diagnosi

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare la malattia del fegato grasso non alcolica(steatosi epatica) sono:

  • Gli esami del sangue. test di funzionalità epatica, compresi i test degli enzimi epatici, possono aiutare il medico a fare una diagnosi.
  • Procedure di imaging.tomografia computerizzata (TAC) e la risonanza magnetica (MRI).
  • Biopsia. Se è sospettata  una forma  grave di steatosi epatica non alcolica, il medico può raccomandare una procedura per rimuovere un campione di tessuto dal fegato (biopsia epatica). Il campione di tessuto viene esaminato in laboratorio per cercare i segni di infiammazione e cicatrici. La biopsia epatica è in genere fatta con un lungo ago inserito attraverso la pelle e nel fegato per rimuovere le cellule del fegato.

Trattamenti

Non esiste nessun trattamento per la steatosi epatica non alcolica. Invece, i medici di solito lavorano per curare i fattori di rischio che contribuiscono alla malattia del fegato. Per esempio, se si è obesi, il medico può aiutare a perdere peso attraverso la dieta, l’esercizio fisico e, in alcuni casi, i farmaci o la chirurgia. Se un farmaco sta causando la malattia, il medico può tentare di passare a un farmaco diverso.

Stile di vita e rimedi

Insieme con l’aiuto del medico, è possibile adottare misure per controllare la steatosi epatica non alcolica. È possibile:

  • Perdere peso.
  • Scegliere una dieta sana. Seguire una dieta sana  ricca di frutta e verdura. e.
  • Esercizio ed essere più attivi.
  • Controllo del diabete. Seguire le istruzioni del medico per mantenere il controllo del diabete.
  • Abbassare il colesterolo.
  • Proteggete il fegato. Evitare le cose che sforzano il fegato. Per esempio, non bere alcolici.

Referenze »

Feldstein AE, et al. Malattia del fegato grasso. L’American College of Gastroenterology. http://www.acg.gi.org/patients/gihealth/fld.asp~~V. Consultato il 10 Dicembre 2010.
Non-alcolica steatosi epatica. Liver Foundation americana. http://www.liverfoundation.org/abouttheliver/info/nafld/. Consultato il 10 Dicembre 2010.
Reid AE. Steatosi epatica non alcolica. In: Feldman M, et al. Malattie gastrointestinali e del fegato Sleisenger & Fordtran: la Fisiopatologia, Diagnosi, il Trattamento. 9a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2010. Consultato il 10 Dicembre 2010.
Steatoepatite non alcolica. Istituto Nazionale del Diabete, Reni  e Malattie Digestive. http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/nash/index.htm. Consultato il 10 Dicembre 2010.
Musso G, et al. Una meta-analisi di studi randomizzati per il trattamento della steatosi epatica non alcolica. Hepatology. 2010; 52:79.

 

Link sponsorizzati