Reflusso acido nei neonati: sintomi e cure


Il reflusso acido nei neonati, più precisamente conosciuto come il reflusso gastroesofageo, è un problema molto comune. Il reflusso acido si verifica quando il contenuto dello stomaco risale nell’esofago.

Link sponsorizzati

Anche se reflusso acido nei bambini più spesso si verifica dopo l’alimentazione( o la famosa pappa), può accadere in qualsiasi momento. La maggior parte dei bambini che hanno reflusso acido sono perfettamente sani.

Il reflusso acido nei neonati  di solito si risolve  da solo quando il bambino è di circa 12-18 mesi di età. Nel frattempo, i cambiamenti nel modo di nutrirlo, e altri piccoli accorgimenti,possono aiutare a mantenere sotto controllo il reflusso. In alcuni casi, farmaci o altri trattamenti possono essere raccomandati.

Sintomi

Un neonato non essendo in grado di comunicare i propri sintomi, manda dei chiari segnali che evidenziano il problema, e questi sono:

  • Il bambino sputa
  • E’ irritabile durante o dopo le poppate
  • Tossisce
  • Rifiutare di mangiare
  • Piange,soprattutto dopo che ha mangiato
  • Nei casi più gravi, il bambino può inarcare la schiena e contorcersi

b.png

Un normale reflusso acido infantile non interferisce con la crescita del bambino o con il suo benessere. Contattare il pediatra se il bambino:

  • Non aumenta di peso
  • Sputa liquido verde o giallo
  • Sputa sangue o un materiale che assomiglia a fondi di caffè
  • Rifiuta il cibo
  • Ha sangue nelle feci
  • Ha altri segni come  febbre, diarrea

Alcuni di questi segni possono indicare condizioni più gravi, come la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) o stenosi pilorica. La malattia da reflusso è una versione grave di reflusso che può causare dolore, vomito e scarso aumento di peso. La stenosi pilorica è una rara condizione in cui una valvola ristretta tra lo stomaco e l’intestino tenue impedisce lo svuotamento gastrico.

Cause

Le cause di riflusso acido infantile sono generalmente semplici. Normalmente, l’anello di muscolo tra l’esofago e lo stomaco (sfintere esofageo inferiore), si rilassa e si apre solo quando si inghiottisce. Altrimenti, è ben chiuso mantenendo il contenuto dello stomaco nel suo posto. Fino a quando questo muscolo matura, il contenuto dello stomaco può talvolta risalire fino all’esofago e a volte fino alla bocca.

Complicazioni

La maggior parte dei casi di riflusso acido infantile, anche se fastidioso non causa problemi al bambino. Raramente, Il reflusso acido infantile può portare a scarsa crescita o problemi respiratori. Alcune ricerche indicano che i bambini che hanno frequenti episodi di reflusso acido hanno una maggiore probabilità di sviluppare la malattia da reflusso gastroesofageo durante l’infanzia.

Diagnosi

La diagnosi di reflusso acido nei neonati è tipicamente basata sui sintomi e da un esame fisico.

Se il pediatra sospetta una condizione più grave, come la malattia da reflusso gastroesofageo, può richiedere test diagnostici che possono includere:

  • Le prove di laboratorio. Esami del sangue vari e delle urine per identificare o escludere possibili cause di vomito ricorrenti e scarso aumento di peso.
  • Monitoraggio del pH esofageo. Per determinare se irritabilità, disturbi del sonno o altri sintomi sono associati con reflusso.
  • RAdiografie. Se il medico sospetta una ostruzione gastrointestinale, può raccomandare una serie di esami a raggi X.
  • L’endoscopia superiore. Il pediatra può utilizzare questa procedura per identificare o escludere problemi nell’esofago, come restringimento (stenosi) o infiammazione (esofagite). Per neonati e bambini, l’endoscopia di solito è fatta in anestesia generale.

Trattamenti

  • Cambiamenti tecnica di alimentazione. piccoli pasti, pasti più frequenti, tenere il bambino in posizione verticale durante e dopo le poppate può essere tutto ciò che serve per eliminare il problema
  • Farmaci. Se il bambino è a disagio, il pediatra può prescrivere dosi  di farmaci comunemente usati per trattare il bruciore di stomaco negli adulti.
  • Metodi alternativi di alimentazione. Se il bambino non sta crescendo bene, possono essere necessari metodi alternativi per alimentarlo.
  • Chirurgia. Raramente, lo sfintere esofageo inferiore deve essere chirurgicamente teso in modo che l’acido non rifluisca nell’esofago. La procedura, nota come fundoplicatio, è di solito riservata ai bambini che hanno un reflusso abbastanza grave da interferire con la respirazione o  la crescita. Anche se la chirurgia può ridurre i sintomi di GERD, le complicanze sono potenzialmente gravi.
Link sponsorizzati