Manometria esofagea: ecco perchè si pratica


La manometria esofagea, è un test che calibra come opera l’esofago. L’esofago è il lungo tubo muscolare che collega la gola allo stomaco. La manometria esofagea misura le contrazioni ritmiche dei muscoli (peristalsi) che si verificano nell’ esofago quando si deglutisce. La manometria esofagea misura anche la forza, o la quantità di pressione esercitata dai muscoli dell’esofago.

Link sponsorizzati

Durante la manometria esofagea, un sottile tubo flessibile (catetere) che contiene sensori viene fatto passare attraverso il naso, giù nell’esofago e nello stomaco. La manometria esofagea può essere utile nella diagnosi di una varietà di disturbi che colpiscono l’esofago. Può anche essere utilizzata come parte di una valutazione preoperatoria prima di una chirurgia anti-reflusso.

Perché viene fatta?

La manometria esofagea viene utilizzata per valutare la funzione dei muscoli dell’esofago. Bande circolari di muscoli (sfinteri) nella parte superiore e inferiore dell’esofago, si aprono e si chiudono per far passare il cibo, evitando una risalita di acido dello stomaco. Altri muscoli della parete dell’esofago contribuscono a spingere il cibo verso lo stomaco.

La manometria esofagea consente al medico di misurare la forza, la pressione e il tipo di contrazioni muscolari che avvengono in esofago, per determinare se funziona correttamente.

Il medico può raccomandare una manometria esofagea se sono presenti sintomi che potrebbero essere correlati a un disturbo esofageo. Questi sintomi possono includere:

  • Difficoltà a deglutire (disfagia)
  • Dolore durante la deglutizione (odinofagia)
  • Dolore al petto che non è legato a un problema cardiaco

manometriaesofagea2.jpg

La manometria esofagea può anche essere usata per diagnosticare le seguenti condizioni:

  • Acalasia. Questa condizione si verifica quando il muscolo esofageo inferiore (sfintere) non si rilassa adeguatamente per far passare il cibo nello stomaco. In questa situazione, i muscoli della parete dell’esofago sono spesso deboli. Ciò può causare rigurgito di cibo.
  • Spasmo esofageo diffuso. Questa condizione produce forti contrazioni muscolari, scarsamente coordinate nell’esofago, di solito dopo la deglutizione.
  • Esofago a schiaccianoci. In questa condizione, il cibo può passare nello stomaco normalmente, ma le contrazioni dei muscoli dell’esofago sono dolorosamente forti.
  • Sclerodermia. Questa malattia rara progressiva può causare indurimento del tessuto connettivo all’interno dell’esofago.

Il medico può anche raccomandare manometria esofagea, in caso di chirurgia per il trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). La manometria esofagea può aiutare a determinare se si è un buon candidato per la procedura, o individuare il giusto tipo di chirurgia anti-reflusso.

Rischi

La manometria esofagea è generalmente sicura, e le complicazioni sono rare. Ma come per ogni procedura medica, esistono delle complicanze.

Durante la manometria esofagea, è possibile riscontrare:

  • Conati di vomito quando il tubo passa in gola
  • Lacrimazione degli occhi
  • Sangue dal naso
  • Fastidio al naso e alla gola

Dopo la manometria esofagea, si può avere alcuni effetti collaterali lievi, tra cui:

  • Mal di gola
  • Naso chiuso
  • Sangue dal naso

Rare, complicazioni possono includere:

  • Battito cardiaco irregolare
  • Contenuto dello stomaco che scorre dentro l’esofago
  • Un buco nell’esofago

manometriaesofagea.jpg

Come ci si prepara

Potrebbe essere necessario evitare di mangiare e bere per un certo periodo di tempo prima di una manometria esofagea. Il  medico darà istruzioni specifiche. Inoltre, informare sempre il medico su eventuali farmaci che si stanno assumendo. Potrebbe essere richiesto di non prendere alcuni farmaci prima dell’esame.

Che cosa ci si può aspettare

La manometria esofagea è una procedura ambulatoriale effettuata senza sedazione. La maggior parte delle persone lo tollerano bene.

Durante la manometria esofagea

  • Mentre si è seduti, un operatore di assistenza sanitaria spruzza in gola un farmaco paralizzante o mette del gel anestetizzante nel naso, spesso entrambe le cose.
  • Un catetere viene guidato attraverso il naso nell’esofago. Il catetere non interferisce con la respirazione. Tuttavia, gli vostri occhi possono lacrimare.
  • Dopo che il catetere è posto, potrebbe essere chiesto di stendersi sulla schiena, oppure di rimanere seduti.
  • Durante il test, verrà chiesto di respirare lentamente, sarà ancora possibile  ingoiare, però solo quando  viene chiesto di farlo.
  • Un membro del team di assistenza sanitaria può muovere il catetere giù nello stomaco, mentre il catetere continua la sua misurazione.
  • Il catetere poi è lentamente ritirato.
  • Il test dura di solito 20 o 30 minuti.

Dopo la manometria esofagea

Quando la manometria esofagea è completa, si può tornare alle normali attività.

Link sponsorizzati