Fratture costali:sintomi, cure e pericoli


Una costola rotta, o meglio fratturata, si verifica quando una delle ossa che compongono la gabbia toracica si rompe. La causa più comune di costole rotte è un trauma al torace, come da caduta, incidente automobilistico o urti durante gli sport da contatto.

Link sponsorizzati

Molte costole rotte non creano gravi problemi. Una complicazione invece, avviene quando, un pezzo di osso danneggia i vasi sanguigni o gli organi interni, come i polmoni.

Nella maggior parte dei casi, le costole rotte guariscono da sole in uno o due mesi. Un adeguato controllo del dolore è importante, in modo da poter continuare a respirare profondamente ed evitarecomplicazioni ai polmoni, come la polmonite.

Sintomi

I sintomi di una costola rotta possono includere:

  • Dolore quando si effettua un respiro profondo
  • Il dolore che peggiora quando si preme sulla zona danneggiata, o quando ci si piega

Cause

Le costole rotte possono essere causate da impatto diretto o da traumi ripetuti.

Impatto diretto

  • Incidenti
  • Cadute
  • Percosse specialmente su bambini
  • Sport di contatto

gabbia torcacica.jpg

Traumi ripetuti

  • Sport come il golf o canottaggio
  • Tosse grave e prolungata

Fattori di rischio

I seguenti fattori possono aumentare il rischio di rottura di una costola:

  • L’osteoporosi. Avere l’osteoporosi, una malattia in cui le ossa perdono la loro densità, rende più suscettibili a una frattura ossea.
  • Partecipazione ad attività sportive. Partecipare  sport di contatto, come l’hockey o il calcio, aumenta il rischio di traumi al torace.
  • Lesione cancerosa in una costola. Una lesione cancerosa può indebolire l’osso, rendendolo più suscettibile alle rotture.

Complicazioni

A differenza di una costola incrinata, una costola completamente rotta può danneggiare i vasi sanguigni e gli organi interni. Il rischio aumenta con il numero di costole rotte. Complicazioni variano a seconda del tipo di trauma. Possibili complicazioni sono:

  • lacerazione o perforazione dell’aorta. Dopo una rottura completa in una delle prime tre costole in cima alla cassa toracica, la punta di una costola rotta potrebbe conficcarsi proprio nell’aorta o in un altro dei vasi sanguigni principali.
  • Polmone perforato. la punta di una costola mezza rotta può forare un polmone e causare il collasso.
  • Lacerazioni altri organi. Se si rompe una costola inferiore, le estremità rotte possono causare seri danni alla milza, fegato o reni.

 

frattura costale.jpg

Test e diagnosi

Il medico può ordinare uno o più dei seguenti test:

 

  • Raggi-X.
  • Tomografia computerizzata (TAC).
  • Risonanza magnetica (MRI).
  • Scintigrafia ossea. Questa tecnica è buona per la visualizzazione di fratture da stress, in cui l’osso è rotto da un trauma ripetitivo, come ad esempio attacchi di tosse. Durante una scintigrafia ossea, una piccola quantità di materiale radioattivo viene iniettato nel flusso sanguigno.

Trattamenti

La maggior parte delle costole rotte guariscono da sole entro sei settimane.

Farmaci

E’ importante ottenere un adeguato sollievo dal dolore, perché se il dolore impedisce di respirare in modo adeguato, potrebbe svilupparsi una polmonite.

  • Farmaci da banco. Paracetamolo (Tylenol, altri) e farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), come l’ibuprofene (Advil, Motrin, altri) e naproxene (Aleve),possono aiutare ad alleviare il dolore
  • Farmaci per il dolore. Se i FANS o il paracetamolo non funzionano abbastanza bene, il medico può prescrivere farmaci più forti.
  • Anestetici. Se il dolore è grave, il medico può suggerire iniezioni di anestetico sui nervi che sono ramificati alle costole.

Terapia

In passato, i medici usavano bendaggi di compressione e bende elastiche. I bendaggi di compressione non sono raccomandati per le costole rotte  perché possono impedire i respiri profondi, ciò può portare ad un rischio di polmonite.

Referenze »

Karlson KA. Fratture costali. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 7 febbraio 2011.
Brunett PH, et al. Trauma polmonare. In: Tintinalli JE, et al. Emergency Tintinalli di Medicina: una guida allo studio completa. 7 ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2011. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=6389704. Consultato il 5 febbraio 2011.
Fratture. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/sec21/ch309/ch309b.html~~V # sec21-ch309-ch309b-141. Consultato il 8 febbraio 2011.
Prevenzione delle cadute e fratture correlate. Istituto Nazionale di artrite e malattie del sistema muscoloscheletrico e della pelle. http://www.niams.nih.gov/Health_Info/Bone/Osteoporosis/Fracture/prevent_falls.asp~~V. Consultato il 8 febbraio 2011.

 

Link sponsorizzati