Asma occupazionale: cause e rimedi


L’asma occupazionale è l’asma  causata o aggravata dalla respirazione di sostanze sul posto di lavoro, come ad esempio fumi chimici, gas o polveri. Come altri tipi di asma, l’asma occupazionale può causare sintomi quali senso d’oppressione toracica, respiro sibilante e dispnea.

Link sponsorizzati

Se diagnosticata e trattata precocemente, l’asma occupazionale può essere reversibile. L’esposizione prolungata a sostanze che causano allergia può causare un peggioramento dei sintomi dell’asma e della qualità della  vita. Il trattamento per l’asma professionale è simile al trattamento per altri tipi di asma, e in genere comprende l’assunzione di farmaci per ridurre i sintomi. Ma l’unico modo sicuro per eliminare i sintomi e prevenire danni ai polmoni, rimane quello di evitare tutto ciò che la scatena.

Sintomi

Sintomi dell’asma occupazionale sono simili a quelli causati da altri tipi di asma. Segni e sintomi possono includere:

  • Sibili, a volte solo di notte
  • Tosse
  • Mancanza di fiato
  • Costrizione toracica

Altri possibili segni e sintomi possono includere:

  • Naso che cola
  • Congestione nasale
  • Irritazione degli occhi e lacrimazione

Asma occupazionale

I sintomi di asma occupazionale variano da persona a persona e dipendono dalla sostanza a cui si è esposti, dalla reazione individuale del  corpo, e da altri fattori. I sintomi possono variare e possono includere sintomi che:

  • Peggiorano come la settimana lavorativa e spariscono  durante il weekend e le vacanze.
  • Si verificano sia sul lavoro che non
  • Inizio subito dopo l’esposizione ad una sostanza che induce asma sul posto di lavoro.
  • Inizio dopo mesi o addirittura anni di esposizione regolare a una sostanza che induce asma.
  • Continuano dopo l’esposizione alle sostanze si interrompe. Più a lungo si rimane esposti alle sostanze che causano l’asma, più è probabile che l’asma diventi permanente.

Chiedere immediatamente un trattamento medico se si ha un peggioramento dei sintomi. Gli attacchi di asma gravi può essere pericolosi per la vita. I segni di un attacco d’asma che ha bisogno di un trattamento di emergenza sono:

  • Rapido peggioramento della mancanza di respiro o affanno
  • Nessun miglioramento, anche dopo l’utilizzo di broncodilatatori
  • Mancanza di fiato durante l’attività minima

Cause

Non è chiaro perché alcune persone sviluppino l’asma occupazionale da esposizione . E’ probabile, che abbia a che fare con tratti ereditari (genetica) e l’esposizione a sostanze ambientali nel tempo.

I sintomi di asma iniziano quando i polmoni si irritano . L’infiammazione provoca reazioni diverse che limitano le vie aeree, rendendo difficoltosa la respirazione. Dopo che si è esposti a qualcosa che fa scattare un attacco d’asma, le vie respiratorie si restringono:

  • I muscoli intorno alle vie respiratorie si contraggono
  • Le vie aeree stesse diventano gonfie.
  • Si comincia a produrre muco troppo, che intasa le vie respiratorie.

Con l’asma occupazionale, l’infiammazione polmonare può essere scatenata da uno dei due processi:

  • Una risposta allergica. L’asma può verificarsi quando il corpo sviluppa un’allergia da esposizione continuata a una sostanza. Il  corpo inizia a identificare la sostanza come una minaccia e attiva il sistema immunitario . Questa si chiama sensibilizzazione. Non si hanno sintomi in un primo momento perché il processo di sensibilizzazione può richiedere mesi o anche anni.
  • Asma indotta. Dopo la respirazione in una sostanza  irritante al lavoro, si possono sviluppare i sintomi di asma causata da un’irritazione diretta dei polmoni, piuttosto che da una reazione allergica. Con una condizione chiamata sindrome da disfunzione reattiva delle vie aeree, I prodotti chimici inalati rendono i bronchi più sensibili alle sostanze irritanti. Alcune sostanze irritanti che possono causare questo tipo di reazione sono cloro, idrogeno solforato, ammoniaca anidra e acido fosforico.

Più di 300 sono le sostanze che sono state identificate come possibili cause di asma professionale. Alcune di queste sostanze sono:

  • Sostanze animali.
  • Prodotti chimici. come ad esempio anidridi, diisocianati e acidi utilizzati per pitture, vernici, adesivi, laminati e  saldature. Altri esempi includono sostanze chimiche usate per fare isolamento, materiali da imballaggio, e materassi in schiuma o tappezzeria.
  • Gli enzimi utilizzati nei detergenti.
  • Metalli, soprattutto platino, cromo e solfato di nichel.
  • Sostanze vegetali, tra cui, il lattice di gomma naturale, farina, cereali, cotone, lino, canapa, segale, il grano e la papaina, un enzima digestivo derivato dalla papaia.
  • Irritanti, come il gas di cloro, anidride solforosa e il fumo.

Fattori di rischio

Si è a rischio di sviluppare asma professionale se:

  • Si dispone di allergie o asma. Anche se questo può aumentare il rischio, molte persone che soffrono di allergie o asma e fanno lavori che li espongono a sostanze irritanti del polmone  non hanno sintomi.
  • Allergie o asma in famiglia. I genitori possono tramandare una predisposizione genetica all’asma occupazionale.
  • Sostanze. Alcune sostanze sono note per essere irritanti per i polmoni. Un certo numero di sostanze sul posto di lavoro sono note come causa di asma

Complicazioni

Più a lungo si è esposti a una sostanza che provoca l’asma occupazionale, più essa peggiorerà, ma sopratutto, più tempo ci vorrà affinchè migliori. In alcuni casi, l’esposizione a fattori scatenanti dell’asma può causare cambiamenti permanenti ai polmoni.

Diagnosi

La diagnosi di asma occupazionale è simile ad altri tipi di diagnosi di asma. Ma con l’asma occupazionale, il medico cercherà anche di identificare se una sostanza irritante è presente al lavoro, e quale essa sia.
Una diagnosi di asma deve essere confermata da esami che possono includere un test di funzionalità polmonare e un prick test cutaneo di allergia.

Verifica della funzionalità polmonare

Il medico può chiedere di eseguire test di funzionalità polmonare. Questi includono:

  • Spirometria.
  • Misurazione del picco di flusso.
  • Test dell’ossido nitrico.

I test, per gli irritanti polmonari specifici

Nel tentativo di identificare cosa sta causando i sintomi, il medico può eseguire degli esami per vedere se si ha una reazione a sostanze specifiche. Questi includono:

Test cutanei. Nel corso di un test cutaneo, la pelle è punta con estratti di allergene purificati. Questi test non possono essere usati per diagnosticare sensibilità chimica, ma possono essere utili per valutare la sensibilità ai peli di animali, muffe, acari della polvere e lattice.
Test di provocazione. Nel corso di un test di provocazione, si inala un aerosol contenente una piccola quantità di una sostanza chimica sospetta per vedere se  innesca una reazione. La  funzione polmonare è testata prima e dopo l’aerosol.

Asma occupazionale
Trattamenti

Evitare il posto di lavoro  che provoca i sintomi è una soluzione che non tutti possono attuare. Una volta che si diventa sensibili ad una sostanza, anche piccole quantità di essa possono innescare i sintomi dell’asma. Potrebbe essere di  aiuto farmaci per tenere sotto controllo i sintomi e per prevenire attacchi di asma.

Trattare l’asma coinvolge sia i sintomi che la prevenzione. La misura preventiva, è fatta di farmaci per ridurre l’infiammazione nelle vie aeree . Il rapido sollievo è attuato da farmaci che aprono rapidamente delle vie aeree che stanno limitando la respirazione. In alcuni casi, i farmaci per curare le allergie sono necessari.

Il farmaco giusto dipende da una serie di cose, tra cui l’età, i sintomi, cosa la scatena e quello che sembra funzionare meglio per mantenere l’asma sotto controllo.

Farmaci per il controllo dell’asma

Nella maggior parte dei casi, questi farmaci devono essere presi ogni giorno. Tipi di farmaci comprendono:

  • Corticosteroidi per via inalatoria. Questi farmaci comprendono fluticasone (Flovent Diskus, Flovent HFA), budesonide (Pulmicort Flexhaler), mometasone (Asmanex), ciclesonide (Alvesco), beclometasone (Qvar) e altri.
  • Antileucotrienici. Questi farmaci orali comprendono montelukast (Singulair), zafirlukast (Accoleit) e zileuton (Zyflo CR). Aiutano a prevenire i sintomi di asma per un massimo di 24 ore.  insolita.
  • Teofillina. Si tratta di una pillola che aiuta a mantenere aperte le vie respiratorie (broncodilatatore).
  • Long-acting beta agonisti . Questi farmaci per via inalatoria sono Salmeterolo (Serevent Diskus) e Formoterolo (Foradil).
  • Combinazione tra salmeterolo e fluticasone, budesonide e formoterolo, mometasone e formoterolo .

Farmaci da rapido sollievo

Chiamati farmaci di salvataggio, sono usati durante un attacco d’asma. Questi farmaci comprendono:

  • Gli agonisti beta a breve durata d’azione. Questi broncodilatatori per via inalatoria possono rapidamente alleviare i sintomi durante un attacco d’asma.
  • Ipratropio . Il medico potrebbe prescrivere questa medicazione per via inalatoria per dare sollievo immediato. Come altri broncodilatatori, rilassa le vie aeree, rendendo più facile la respirazione.
  • Corticosteroidi per via orale o endovenosa. Questi farmaci alleviano l’infiammazione delle vie aeree causata da un’asma grave.

Trattamento dell’asma allergica indotta

Se l’asma è innescata o peggiorati da allergie, si può beneficiare da un trattamento per le allergie. Ovvero:

  • Farmaci. Questi includono antistaminici  e decongestionanti così come corticosteroidi.
  • Immunoterapia. iniezioni di immunoterapia sono generalmente somministrate una volta alla settimana per qualche mese, poi una volta al mese per un periodo da tre a cinque anni.
  • Omalizumab (Xolair). Questo farmaco, che viene somministrato per iniezione, è specifico per le persone che hanno difficoltà a controllare le allergie e l’asma. Riduce la reazione del sistema immunitario a sostanze che causano allergia, come pollini, acari della polvere o peli di animali.

Non fare affidamento solo sui farmaci da rapido sollievo

I farmaci per il controllo dell’asma a lungo termine, sono il cardine del trattamento. Questi farmaci mantengono l’asma sotto controllo giorno per giorno e rendono meno probabile avere un attacco d’asma.

Se si ha un attacco d’asma, un rapido sollievo  si ha da un classico inalatore. Ma se la cura a lungo termine funziona correttamente, non dovrebbe nemmeno essere necessario utilizzare un inalatore molto spesso.

Referenze »

L’asma professionale. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merckmanuals.com/professional/sec05/ch057/ch057h.html?qt=occupational% 20asthma & alt = sh. Consultato il 28 GENNAIO 2011.
Malo J. Diagnosi e valutazione clinica di asma. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 28 GENNAIO 2011.
Tarlo SM. L’esposizione professionale e asma adulti. Immunologia e Allergologia Clinica del Nord America. 2008; 28:563.
Dykewicz MS. L’asma professionale: concetti attuale a patogenesi, diagnosi e gestione. Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2009; 123:519.
Bardana EJ. L’asma professionale. Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2008, 121: S408.
Maestrelli P, et al. Meccanismi di asma professionale. Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2009; 123:531.
Mapp CE, et al. L’asma professionale. American Journal di Medicina respiratoria e critica. 2005; 172:280.
Smith AM, et al. Gestione legata al lavoro asma. Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2009; 123:551.
Balkissoon R. Asma panoramica. Primary Care: Cliniche in Practice Office. 2008; 35:41.
Linee guida per la diagnosi e la gestione dell’asma. Bethesda, Md: National Heart, Lung, and Istituto di Sangue. http://www.nhlbi.nih.gov/guidelines/asthma/asthgdln.pdf. Consultato il 28 Gen 2011
Informazioni aggiornate sugli inibitori dei leucotrieni: Montelukast (Singulair commercializzato come), zafirlukast (commercializzato come Accolate), e zileuton (commercializzato come Zyflo e Zyflo CR). US Food and Drug Administration. Consultato il 5 febbraio 2011.
Kealoha MK. Cosa c’è di nuovo in terapie alternative per l’asma nei bambini? Journal of Nursing Community Health. 2009; 26:198.
Engler RJ, et al. Medicina complementare e alternativa per l’allergologo-immunologo: Da dove comincio? Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2009; 123:309.
XM Li, et al. L’efficacia e meccanismi di azione delle medicine tradizionali cinesi per il trattamento di asma e allergie. Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2009; 123:297.
Ernst E. manipolazione spinale per l’asma: Una revisione sistematica di studi clinici randomizzati. Medicina Respiratoria. 2009; 103:1791.
OSHA domande frequenti. Occupational Safety & Health Administration. http://www.osha.gov/OSHA_FAQs.html. Consultato il 5 febbraio 2011.

 

Link sponsorizzati