Anestesia generale: procedura, recupero e rischi


L’anestesia generale è un trattamento che  rende incosciente durante le procedure mediche, in modo da non sentire o ricordare tutto ciò che accade. L’anestesia generale è comunemente indotta da una combinazione di farmaci per via endovenosa e gas inalati (anestetici).

Link sponsorizzati

L’anestesia provoca un “sonno” che  è diverso dal sonno regolare. Il cervello anestetizzato non risponde ai segnali di dolore o a manipolazioni chirurgiche.

La pratica di anestesia generale comprende anche il controllo della respirazione e il monitoraggio delle funzioni vitali. L’anestesia generale viene somministrata da un medico specializzato, chiamato  anestesista, spesso in combinazione con un  infermiere specializzato.

Perché viene fatta?

Il medico può raccomandare l’anestesia generale per le procedure che:

  • Richiedono molto tempo
  • Influenzano la respirazione, come la chirurgia addominale o toracica
  • Richiedono posizioni traumatiche per il paziente
  • Altre forme di anestesia possono fornire sedazione leggera o  intorpidire solo una regione del corpo in modo selettivo.

anestesia generale.jpg

Rischi

La maggior parte delle persone sane non hanno problemi con l’anestesia generale. Tuttavia, come con la maggior parte delle procedure mediche, vi è un piccolo rischio di complicanze a lungo termine e, raramente, il decesso. Le complicanze specifiche sono legate al tipo di procedura e alla salute fisica generale.

Inoltre, i seguenti fattori possono aumentare il rischio di complicanze:

  • Condizioni mediche che coinvolgono il cuore, i polmoni o i reni
  • Farmaci, come l’aspirina, che possono aumentare il sanguinamento
  • Fumo, che aumenta il rischio di problemi respiratori
  • Uso di alcol, che potrebbe predisporre a danni al fegato
  • Storia familiare di reazioni avverse all’anestesia
  • Allergie alimentari o ai farmaci
  • Apnea del sonno
  • Obesità

Le complicazioni che seguono sono rare e si verificano più frequentemente in adulti più anziani o in persone che hanno problemi di salute:

  • Temporanea confusione mentale
  • Infezioni polmonari
  • Affanno
  • Arresto Cardiaco
  • Decesso

tubi endotracheali.jpg

Consapevolezza

Le stime variano, ma circa 1 o 2 persone su 1.000 potrebbero svegliarsi durante una anestesia generale. Nella maggior parte dei casi, la persona è semplicemente consapevole del suo ambiente e non sente alcun dolore. Tuttavia, alcune persone provano dolori lancinanti e sviluppano problemi psicologici a lungo termine( oggi succede molto di rado, con i nuovi farmaci).

I seguenti fattori sembrano rendere questo fenomeno chiamato anche involontaria consapevolezza intraoperatoria più probabile:

  • Chirurgia d’Urgenza
  • Uso a lungo termine degli anticonvulsivanti, oppiacei, cocaina e tranquillanti
  • Problemi cardiaci e polmonari
  • L’uso quotidiano di alcol

Come ci si prepara

L’anestesia generale ottunde l’inclinazione naturale del corpo a mantenere il cibo nello stomaco e a tenerlo fuori dai polmoni. Ecco perché è importante seguire le istruzioni del medico su quando smettere di mangiare e bere prima dell’intervento. Nella maggior parte dei casi, si dovrebbe iniziare il digiuno  circa sei ore prima della procedura.

Potrebbe essere necessario evitare alcuni farmaci, come fluidificanti del sangue come l’aspirina, per almeno una settimana prima della procedura.

Se si ha il diabete, parlare con il medico e farsi spiegare bene, come gestire le medicine del diabete durante il periodo di digiuno. Di solito non si assumono farmaci antidiabetici orali la mattina della chirurgia.

Che cosa ci si può aspettare

Prima dell’anestesia generale

Prima di sottoporsi all’anestesia generale, un anestesista farà domande su:

  • La  salute in generale
  • Prescrizione di farmaci, over-the-counter e integratori a base di erbe
  • Allergie
  • Esperienze passate con l’anestesia

Le informazioni fornite aiutano lo specialista a scegliere i farmaci che funzionano meglio a seconda dei casi.

Durante l’anestesia generale

Nella maggior parte dei casi, l’anestesia viene avviata con i farmaci erogati attraverso via endovenosa nel braccio, ma a volte può essere effettuata con un gas che si respira da una maschera. Per esempio, i bambini che hanno paura degli aghi possono preferire la mascherina. Una volta che il paziente si addormenta, un tubo può essere inserito in bocca fino alla trachea per essere sicuri di ottenere abbastanza ossigeno e di proteggere i polmoni da secrezioni del corpo. In alcuni casi questo tubo di respirazione non è necessario, ciò riduce le probabilità di un mal di gola dopo l’intervento chirurgico.

Un membro del team di anestesia, controlla costantemente durante la procedura, regolando i farmaci, la respirazione, la temperatura, i liquidi e la pressione sanguigna, se necessario. Eventuali anomalie che si verificano durante l’intervento chirurgico vengono corrette con la somministrazione di ulteriori farmaci, e a volte, le trasfusioni di sangue.

Dopo l’anestesia generale

Quando la chirurgia è completa, ci si risveglia poco a poco sia in sala operatoria che in sala risveglio. E facile sentirsi storditi e un po ‘confusi. Altri comuni effetti indesiderati comprendono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Secchezza delle fauci
  • Mal di gola
  • Tremore
  • Sonnolenza

Non sempre questi effetti collaterali sono rpesenti, anzi molto spesso le persone si risvegliano con solo un leggero torpore.

Referenze »

Falk SA, et al. Panoramica di anestesia e scelte degli anestetici. http://www.uptodate.com/home. Consultato il 24 set 2015.
Brunton LL, et al. Anestetici generali e terapeutico gas. In: Goodman & Gilman è la base farmacologica della Therapeutics. 12 ° ed. New York, NY: The McGraw-Hill; 2011. http://www.accessmedicine.com. Consultato il 24 set 2015.
Katzung BG, et al. Anestetici generali. In: Farmacologia di base e clinica. 12 ° ed. New York, NY: The McGraw-Hill; 2012. http://www.accessmedicine.com. Consultato il 24 set 2015.
Dorian RS. Anestesia per il paziente chirurgico. In: Principi di Chirurgia di Schwartz. 10 ° ed. New York, NY: McGraw-Hill Education; 2015. http://www.accessmedicine.com. Consultato il 28 Settembre 2015.
Anestesiologia: una panoramica. American Society of Anesthesiologists. https://www.asahq.org/WhenSecondsCount/overview.aspx. Consultato il 24 set 2015.
Il ruolo del medico anestesista. American Society of Anesthesiologists. https://www.asahq.org/whensecondscount/physiciananesthesiologistrole. Consultato il 24 set 2015.
Il team di assistenza di anestesia. American Society of Anesthesiologists. https://www.asahq.org/WhenSecondsCount/careteam.aspx. Consultato il 24 set 2015.
rischi Chirurgia. American Society of Anesthesiologists. https://www.asahq.org/whensecondscount/patients%20home/preparing%20for%20surgery/surgery%20risks. Consultato il 24 set 2015.
Anziani e anestesia. American Society of Anesthesiologists. Consultato il 24 set 2015.
consapevolezza anestesia. American Society of Anesthesiologists. Consultato il 28 Settembre 2015.
Q & A: Che cosa si deve sapere prima di un intervento chirurgico. American Society of Anesthesiologists. http://www.asahq.org/lifeline/what%20to%20expect/qa%20what%20you%20should%20know%20before%20surgery. Consultato il 28 Settembre 2015.
FAQ. American Society of Anesthesiologists. https://www.asahq.org/WhenSecondsCount/faq.aspx. Consultato il 28 Settembre 2015.
Preparazione per la chirurgia. American Society of Anesthesiologists. https://www.asahq.org/whensecondscount/patients%20home/preparing%20for%20surgery. Consultato il 28 Settembre 2015.
esperienza anestesia. American Society of Anesthesiologists. http://asahq.org/lifeline/faqs/anesthesia%20experience. Consultato il 28 Settembre 2015.
Muluk V, et al. la gestione dei farmaci perioperatoria. http://www.uptodate.com/home. Consultato il 28 Settembre 2015.
L’obesità, apnea del sonno e l’anestesia. American Society of Anesthesiologists. Consultato il 28 Settembre 2015.
Vretsakis G, et al. Gestione di intraoperatorie fluido equilibrio e di conservazione del sangue tecniche in cardiochirurgia per adulti. Il Forum Cardiochirurgia. 2011; 14: E28.

 

Link sponsorizzati