Uveite : sintomi, cause, complicazioni e cure


L’uveite è l’infiammazione dell’uvea , che sarebbe lo strato vascolare dell’occhio inserito tra la retina e il bianco dell’occhio detto sclera. L’uvea si estende verso la parte anteriore dell’occhio ed è divisa in tre porzioni, iride, strato coroide e corpo ciliare. Il tipo più comune di uveite è l’infiammazione dell’iride chiamata irite o uveite anteriore.

Link sponsorizzati

Infezioni, lesioni e disturbi autoimmuni possono essere associati con lo sviluppo di uveite, anche se l’esatta causa è spesso sconosciuta.

L’uveite può essere grave, con conseguente perdita permanente della vista. La diagnosi precoce e il trattamento sono importanti per prevenire le complicazioni date dalla uveite.

I segni caratteristici di uveite sono:

  • Arrossamento degli occhi
  • Dolore oculare
  • Sensibilità alla luce
  • Offuscamento della vista
  • Macchie galleggianti nel  campo visivo dette mosche volanti
  • Diminuzione della visione
  • Zona biancastra  all’interno della parte inferiore dell’iride

uveite.gif

  • L’uveite anteriore colpisce la parte anteriore dell’ occhio
  • L’uveite posteriore colpisce la parte posteriore.
  • L’uveita intermedia  si verifica nel vitreo.
  • Panuveite si verifica quando tutti gli strati dell’uvea sono infiammati.
  • I sintomi possono manifestarsi improvvisamente e peggiorare rapidamente, anche se in alcuni casi, i sintomi si sviluppano gradualmente. I sintomi possono essere evidenti in uno o entrambi gli occhi.

Rivolgersi al proprio medico se si pensa di avere sintomi di uveite.  Se si ha dolore significativo agli occhi e problemi alla vista, è bene cercare immediatamente cure mediche.

Cause

La cause specifiche di uveite spesso non possono essere determinate. Tuttavia, in alcune persone, l’uveite è associata a:

  • malattie autoimmuni, come artrite reumatoide o la spondilite anchilosante
  • malattie infiammatorie, come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa
  • Infezioni, come la malattia del graffio del gatto, herpes, sifilide, toxoplasmosi, tubercolosi o virus del Nilo occidentale
  • Lesione oculare
  • alcuni tipi di cancro, come il linfoma, che hanno un effetto indiretto sugli occhi

Complicazioni

Se non curata, l’uveite può causare le seguenti complicazioni:

  • Alta pressione all’interno dell’occhio
  • Danni al nervo ottico
  • Opacità del cristallino (cataratta) o cornea
  • Problemi della retina,  o distacco della retina
  • Perdita della vista

Diagnosi

L’oculista può condurre un esame completo dell’occhio e raccogliere una accurata storia della salute in generale.

Se l’oculista sospetta una condizione di base come causa dell’uveite, si può fare riferimento ad un altro medico per una visita medica generale ed esami di laboratorio. Spesso, è difficile trovare una causa specifica per l’uveite. Tuttavia, oggi disponiamo di tecniche molto accurare per effettuare le indagini del caso.

Trattamenti e farmaci

Se l?uveite è causata da una condizione di base, il trattamento si concentrerà su quella specifica condizione. L’obiettivo del trattamento è di ridurre l’infiammazione dell’occhio.

Il trattamento dell’uveite può comprendere:

  • Farmaci anti-infiammatori. Il medico può prescrivere farmaci anti-infiammatori, come un corticosteroide, per trattare l’uveite. Questo farmaco può essere somministrato come collirio. Il medico potrebbe anche somministrare i corticosteroidi direttamente nell’occhio tramite iniezione. Per i casi  difficili da trattare per uveite posteriore, un dispositivo viene impiantato nell’occhio. Questo dispositivo rilascia lentamente farmaci corticosteroidi  per circa 1-2 anni.
  • Antivirali – antibiotici.  Se l’uveite è causata da una infezione, gli antibiotici, e i farmaci antivirali  possono essere somministrati con o senza corticosteroidi per portare l’infezione sotto controllo.
  • Immunosoppressivi o citotossici . immunosoppressori o agenti citotossici possono diventare necessari se l’uveite risponde scarsamente ai corticosteroidi o diventa abbastanza grave da minacciare la  vista.
  • Chirurgia- vitrectomia – Un intervento chirurgico per rimuovere alcune parti del vitreo , può essere necessaria sia per la diagnosi che per la gestione dell’uveite. Un piccolo campione del vitreo può aiutare a identificare una causa specifica di infiammazione oculare, come un virus o un batterio. La procedura può essere utilizzata anche per rimuovere del tessuto cicatriziale in via di sviluppo.
  • A seconda di quale parte dell’occhio è colpita, variano i tempi di guarigione o di possibile guarigione. UNa uveite posteriore tende a guarire più lentamente di una uveite anteriore, e una grave infiammazione richiederà più tempo rispetto ad una lieve.

L’uveite può ripresentarsi.

Referenze »

Parekh A, et al. I fattori di rischio associati all’aumento della pressione intraoculare nei pazienti con uveite trattati con l’impianto fluocinolone acetonide. JAMA Oftalmologia. In stampa. Consultato il 11 marzo 2015.
Cunningham ET. Panoramica di uveite. Il Manuale Merck Professional Edition. http://www.merck.com/mmpe/print/sec09/ch105/ch105a.html. Consultato il 30 Marzo 2015.
Riordan-Eva P, et al. Uveite. In: Vaughan & generale Oculistica di Asbury. 18 ° ed. New York, NY: The McGraw-Hill; 2011. Consultato il 11 marzo 2015.
AskMayoExpert. Uveite. Rochester, Minnesota .: Mayo Fondazione per l’educazione medica e la ricerca; Il 2014.
Rosenbaum JT. Uveite: eziologia, manifestazioni cliniche e diagnosi. http://www.uptodate.com/home. Consultato il 11 marzo 2015.
Rosenbaum JT. Uveite: Trattamento. http://www.uptodate.com/home. Consultato il 11 marzo 2015.
Uveite. Medicine naturali database completo. http://naturaldatabase.therapeuticresearch.com. Consultato il 12 marzo, 2015.
Yuen BG, et al. Associazione tra fumo e uveite: I risultati del Pacifico oculare Infiammazione studio. Oftalmologia. In stampa. Consultato il 4 aprile, 2015.

Link sponsorizzati