Trombosi venosa profonda: sintomi e complicanze


La trombosi venosa profonda  è una condizione in cui un coagulo di sangue si forma in una o più delle vene profonde nel corpo, di solito nelle gambe. La trombosi venosa profonda può causare dolore alle gambe, ma si verifica spesso senza alcun sintomo.

Link sponsorizzati

La trombosi venosa profonda può svilupparsi se si sta seduti per molto tempo, come quando si viaggia in aereo o in auto, o se vi sono certe condizioni mediche che influiscono sulla coagulazione del sangue.

La trombosi venosa profonda è una condizione grave, perché un coagulo di sangue che si è formato in vena può staccarsi e viaggiare verso i polmoni. Tuttavia, molte trombosi venose profonde scompaiono da sole( Attenzione mai automedicarsi in queste condizioni vedere sempre un medico).

Sintomi

In circa la metà dei casi, la trombosi venosa profonda si verifica senza sintomi evidenti.

tvp.jpeg

Quando segni e sintomi della trombosi venosa profonda si verificano, essi possono includere:

  • Gonfiore nella gamba interessata, tra cui gonfiore alle caviglie e piedi.
  • Dolore alla gamba, questo può includere dolore al piede e alla caviglia. Questo dolore spesso inizia nel polpaccio e si sente come un crampo .
  • Rossore e calore sulla zona interessata.
  • Dolore o gonfiore al braccio o al collo. Ciò può verificarsi se la coagulazione del sangue è in quella zona.

Se si sviluppano segni o sintomi di trombosi venosa profonda, contattare il medico senza indugi.

Se si sviluppano segni o sintomi di una embolia polmonare , che è una complicanza pericolosa per la vita , andare al più vicino ospedale.

I segni premonitori di una embolia polmonare includono:

  • Inspiegabile improvvisa comparsa di dispnea
  • Dolore o fastidio al petto, che peggiora quando si prende un respiro profondo o quando si tossisce
  • Sensazione di vertigini o capogiri, svenimenti
  • Tosse con sangue
  • Un senso di ansia o nervosismo

Cause

La trombosi venosa profonda si verifica quando si forma un coagulo di sangue nelle vene . I coaguli di sangue possono essere causati da molte cause diverse , e cioè tutto ciò che non permette al sangue di corcolare normalmente.

Fattori di rischio

Molti fattori possono aumentare il rischio di sviluppare una trombosi venosa profonda , tra cui:

  • Stare seduti per lunghi periodi di tempo, come quando si guida o si vola. Anche se lo stare seduti per lunghi periodi è un fattore di rischio, la probabilità di sviluppare trombosi venosa profonda per questo motivo, è relativamente bassa.
  • Ereditare un disordine della coagulazione del sangue.
  • Prolungato riposo a letto, ad esempio durante un ricovero ospedaliero a lungo, o paralisi. Quando le gambe rimangono  per lungo tempo a riposo, i muscoli del polpaccio non si contraggono per aiutare la circolazione del sangue, che può far sviluppare coaguli di sangue.
  • Lesioni o interventi chirurgici. lesioni alle vene o interventi chirurgici possono rallentare il flusso del sangue, aumentando il rischio di coaguli di sangue.
  • Gravidanza. La gravidanza aumenta la pressione nelle vene nel bacino e gambe. Le donne con una malattia ereditaria della coagulazione sono particolarmente a rischio. Il rischio di coaguli di sangue dalla gravidanza può continuare fino a sei settimane dopo il parto.
  • Cancro. Alcune forme di cancro aumentano la quantità di sostanze nel sangue che provocano la coagulazione.
  • L’insufficienza cardiaca. Soggetti con scompenso cardiaco sono a rischio di trombosi venosa profonda, perché un cuore danneggiato non pompa il sangue nel modo più efficace .
  • La pillola anticoncezionale o la terapia ormonale sostitutiva. I contraccettivi orali (pillola anticoncezionale) e la terapia ormonale sostitutiva possono aumentare  la capacità del sangue di coagularsi.
  • Una storia di trombosi venosa profonda o embolia polmonare pregresse.
  • Una storia familiare di trombosi venosa profonda o embolia polmonare. Se qualcuno nella  famiglia ha avuto trombosi venosa profonda o embolia polmonare, il rischio di sviluppare trombosi venosa profonda è aumentato.
  • Essere in sovrappeso o obesi. Essere sovrappeso aumenta la pressione nelle vene nel bacino e gambe.
  • Fumo. Il fumo influisce sulla coagulazione e sulla circolazione del sangue.

Complicazioni

La complicazione principale è una embolia polmonare.

Una embolia polmonare si verifica quando un’arteria nel polmone viene bloccata da un coagulo di sangue che viaggia ai polmoni da un’altra parte del corpo, di solito la gamba.

Un embolia polmonare può essere fatale. Quindi, è importante essere alla ricerca di segni e sintomi di una embolia polmonare e consultare un medico se si verificano.

Segni e sintomi di una embolia polmonare includono:

  • Inspiegabile mancanza di respiro.
  • Dolore toracico o disagio. Questo dolore o fastidio di solito peggiora quando si prende un respiro profondo o quando si tossisce.
  • Sensazione di stordimento o di vertigini e svenimenti.
  • Tosse con sangue.
  • Un senso di ansia o nervosismo.

Sindrome post-flebitica

Una complicanza comune che può verificarsi dopo una trombosi venosa profonda è una condizione nota come sindrome post-flebitica, detta anche sindrome post-trombotica. Questa sindrome è usata per descrivere un insieme di segni e sintomi, tra cui:

  • Gonfiore delle gambe (edema)
  • Dolore alle gambe
  • Decolorazione della pelle

Questa sindrome è causata da danni alle vene dal coagulo di sangue. Questo danno riduce il flusso di sangue nelle zone colpite. Le opzioni di trattamento comprendono farmaci, come l’aspirina o diuretici, così come l’utilizzo di calze a compressione.

Diagnosi

Queste sono le procedure più usate per verificare la presenza di una TVP (trombosi venosa profonda), oltre ad un esame fisico del medico:

  • Ecodoppler
  • TaC o la risonanza magnetica.
  • Esame del sangue. Quasi tutte le persone che sviluppano grave trombosi venosa profonda hanno un livello elevato nel sangue di una sostanza-dissoluzione del coagulo chiamato dimero D.
  • Flebografia. Un colorante (mezzo di contrasto) viene iniettato in una vena di grandi dimensioni in un piede o nella caviglia. Una procedura di raggi-X crea un’immagine delle vene delle gambe e dei piedi, per cercare grumi. Questo test è usato poco.

Trattamenti

Gli obiettivi del trattamento, sono per evitare che il coagulo di sangue diventi più grande, o che possa causare embolia polmonare.

I trattamenti includono:

  • Fluidificanti del sangue. Farmaci usati per trattare la trombosi venosa profonda includono l’uso di anticoagulanti, a volte chiamati anche fluidificanti del sangue, quando possibile.
  • Se è presente un tipo più grave di trombosi venosa profonda o embolia polmonare, o se altri farmaci non funzionano, il medico può provare altri farmaci.
  • Un gruppo di farmaci noto come trombolitici, funzionano come attivatori tissutali del plasminogeno , e sono per via  endovenosa per rompere i coaguli di sangue. Questi farmaci possono causare emorragie gravi e vengono in genere utilizzati solo in situazioni di pericolo di vita.
  • Calze a compressione. Queste aiutano a prevenire il gonfiore associato a trombosi venosa profonda.

Referenze »

Trombosi venosa profonda. National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/Dvt/DVT_All.html. Consultato il 29 maggio 2011.
Goldhaber SZ. Trombosi venosa profonda ed embolia polmonare. In: Fauci AS, et al. In linea Harrison. 17a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies. 2008. http://www.accessmedicine.com/content.aspx?aID=2880540&searchStr=deep+vein+thrombosis # 2880540. Accesso effettuato nel maggio 28, 2011.
Trombosi venosa profonda (TVP). Società per la Chirurgia Vascolare. https://www.vascularweb.org/vascularhealth/Pages/deep-vein-thrombosis- (-DVT-) -.? aspx PF = 1. Accesso effettuato nel maggio 28, 2011.
Focus su coaguli di sangue. Vascular Disease Foundation. http://www.vdf.org/pdfs/VDF_FocusOnBloodClots.pdf. Consultato il 29 maggio 2011.
O’Connor MB, et al. Le malattie infiammatorie intestinali, come la colite ulcerosa, è un fattore di rischio per eventi tromboembolici ricorrenti: un caso clinico. Casi Journal. 2009; 2:173.
Essendo alto, obesi può significativamente aumentare il rischio di coaguli di sangue nelle vene profonde. American Heart Association. http://www.newsroom.heart.org/index.php?s=43&item=1321. Consultato il 29 maggio 2011.
Alguire PC, et al. Post-trombotica (postflebitica) sindrome. http://www.uptodate.com/home/index.html. Accesso effettuato nel maggio 27, 2011.
GY Lip, et al. Trattamento della Bassa trombosi venosa profonda delle estremità. http://www.uptodate.com/home/index.html. Accesso effettuato nel maggio 27, 2011.

 

Link sponsorizzati