Morbo di Crohn :terapie e sintomi - Informazioni Mediche

Morbo di Crohn :terapie e sintomi


La malattia di Crohn o morbo è una malattia infiammatoria intestinale . Essa provoca l'infiammazione del rivestimento del tratto digestivo, che può portare a dolore addominale, diarrea grave, e alla malnutrizione.

L'infiammazione causata dalla malattia di Crohn spesso si diffonde in profondità negli strati del tessuto intestinale colpito. Come la colite ulcerosa, il morbo di Crohn può essere dolorosa e debilitante , talvolta può portare a complicanze pericolose per la vita.

Anche se non c'è una cura medica per la malattia di Crohn, le terapie può ridurre notevolmente i segni ei sintomi della malattia di Crohn e persino portare remissione a lungo termine. Con queste terapie, molte persone con malattia di Crohn sono in grado di funzionare bene.

Sintomi

Segni e sintomi della malattia di Crohn possono variare da lieve a grave, e svilupparsi gradualmente o improvvisamente, senza preavviso. Si può anche avere momenti in cui non si hanno segni o sintomi ed in questi casi si parla di remissione. Quando la malattia è attiva, i segni e sintomi possono includere:

Diarrea. L'infiammazione che si verifica nella malattia di Crohn induce le cellule nelle zone colpite  a secernere grandi quantità di acqua e sale. Poiché il colon non può completamente assorbire questo liquido in eccesso, si sviluppa diarrea.
Dolori addominali e crampi. Una infiammazione e ulcerazione possono causare rigonfiamento dell'intestino, e infine, addensare con tessuto cicatriziale. Questo influenza il normale andamento dei contenuti attraverso il  tratto digestivo e possono provocare dolore e crampi.
Sangue nelle feci.

morbo di crohn.jpg

Inoltre

Le ulcere da malattia di Crohn possono causare piccole ferite sulla superficie dell'intestino che alla fine diventano ulcere di grandi dimensioni che penetrano in profondità , e talvolta attraverso  le pareti intestinali.
 
Dolori addominali e crampi insieme alla reazione infiammatoria della parete dell'intestino possono influenzare sia l'appetito e la  capacità di digerire e assorbire il cibo.

Altri segni e sintomi
 
Le persone con grave malattia di Crohn possono riscontrare:

  • Febbre
  • Fatica
  • Artrite
  • Infiammazioni agli occhi
  • Disturbi della pelle
  • Infiammazione del fegato o delle vie biliari
  • Ritardo della crescita (bambini)

Consultare il medico senza perdere tempo se si ha:

  • Dolore addominale
  • Sangue nelle feci
  • Diarrea persistente
  • Febbre inspiegabile che dura più di un giorno o due

Cause

La causa esatta della malattia di Crohn rimane ignota. In precedenza, la dieta e lo stress erano i maggiori sospetti, ma ora i medici sanno che anche se questi fattori possono aggravare la malattia di Crohn, non ne sono la causa. Ora, i ricercatori ritengono che un certo numero di fattori, come eredità e un malfunzionamento del sistema immunitario, svolgano un ruolo nello sviluppo della malattia di Crohn.

Del sistema immunitario. E 'possibile che un virus o un batterio possano causare la malattia di Crohn. Quando il sistema immunitario cerca di combattere i microrganismi invasori, il tratto digestivo si infiamma.  Gli scienziati comunque continuano a cercare altre mutazioni genetiche che potrebbero svolgere un ruolo di Crohn .

Fattori di rischio

I fattori di rischio per la malattia di Crohn possono comprendere:

Età. Il morb di Crohn può verificarsi a qualsiasi età, ma è più probabile che si sviluppi nei giovani. La maggior parte delle persone con morbo di Crohn ha una età compresa tra 20 e 30 anni.
Storia familiare. Si ha una maggiore probabilità di contrarre questa malattia se un parente stresso ne soffre.
Il fumo di sigaretta. Il fumo di sigaretta è un controllabile importante fattore di rischio  per lo sviluppo della malattia di Crohn.
Dove si vive. La malattia di Crohn si verifica più spesso tra le persone che vivono in città e nazioni industriali, è possibile che fattori ambientali, tra cui una dieta ricca di cibi raffinati o grassi, svolga un ruolo nella malattia di Crohn.
Isotretinoina . Isotretinoina  è un farmaco potente a volte usato per trattare l'acne . Anche se causa-effetto non sono stati dimostrati, gli studi hanno segnalato lo sviluppo di malattia infiammatoria intestinale con l'uso isotretinoina.
Farmaci Antinfiammatori non steroidei . Sebbene questi farmaci tra cui, l'ibuprofene , naproxene , diclofenac , piroxicam , e altri  non hanno mostrato di causare il morbo di Chron, possono causare segni e sintomi simili.

Complicazioni

malattia di Crohn può portare ad una o più delle seguenti complicazioni:

  • Ostruzione intestinale.
  • Ulcere.
  • Fistole. Spesso associate a movimenti intestinali dolorosi.
  • La malnutrizione. diarrea, dolori addominali e crampi possono rendere difficile  mangiare o per l'intestino  assorbire le sostanze nutrienti . Inoltre, l'anemia è comune nelle persone con malattia di Crohn.
  • Altri problemi di salute. In aggiunta alle infiammazioni e ulcere nel tratto digestivo, la malattia di Crohn può causare problemi in altre parti del corpo, come l'artrite, infiammazioni degli occhi o della pelle, calcoli renali, calcoli biliari e, occasionalmente , infiammazione delle vie biliari.


Cancro del colon

  • Con il morbo di Crohn aumenta il rischio di cancro al colon. Nonostante questo aumento del rischio, oltre il 90 % delle persone con malattia infiammatoria intestinale non sviluppa mai il cancro.


Il  rischio è maggiore se si hanno avuto malattie infiammatorie intestinali per almeno otto anni e se si è diffuso attraverso tutto il colon. Quanto più a lungo permane la malattia e maggiore è l'area colpita, e quindi maggiore è il rischio di cancro al colon. Il rischio di altri tumori inoltre è aumentato, tra cui il cancro dell'ano.

Diagnosi

Per contribuire a confermare una diagnosi di malattia di Crohn, possono servira una o più deòòe seguenti procedure:

  • Gli esami del sangue. Il medico può suggerire le analisi del sangue per controllare l'anemia .
  • Test del sangue occulto fecale . Potrebbe essere necessario fornire un campione di feci in modo che il medico possa eseguire un test per il sangue nelle feci.
  • La colonscopia. Questo test consente al medico di visualizzare l'intero colon tramite un sottile, flessibile, tubo illuminato con una fotocamera collegata.
  • Clisma opaco. Questo test diagnostico consente al medico di valutare l'instestino con i raggi-x.
  • La tomografia computerizzata . A volte si può richiedere una TAC . Questo test esamina tutto l'intestino, nonché i tessuti al di fuori  che non possono essere visti con altri test.
  • Capsula endoscopica. Per questa prova si inghiottisce una capsula che ha una fotocamera . La fotocamera scatta foto, che vengono trasmesse a un computer . Le immagini vengono poi scaricate, e visualizzate su un monitor .


Trattamenti

L'obiettivo del trattamento medico è quello di ridurre l'infiammazione che scatena i  segni e sintomi. Nel migliore dei casi, questo può portare non solo al sollievo dei sintomi, ma anche ad una remissione a lungo termine.

I farmaci anti-infiammatori

I farmaci anti-infiammatori sono spesso il primo passo nel trattamento della malattia infiammatoria intestinale. Essi includono:

  • Sulfasalazina . Anche se questo farmaco non è sempre efficace per il trattamento della malattia di Crohn, può essere di aiuto per il trattamento delle malattie che coinvolgono il colon.
  • Mesalazina . Questo farmaco tende ad avere meno effetti collaterali rispetto alla sulfasalazina , ma può causare nausea, vomito, bruciore di stomaco, diarrea e mal di testa.
  • Corticosteroidi. I corticosteroidi possono aiutare a ridurre l'infiammazione in qualsiasi punto del corpo, ma hanno numerosi effetti collaterali, tra cui un viso gonfio, eccessiva peluria facciale, sudorazione notturna, insonnia e iperattività. Altri effetti collaterali gravi includono ipertensione, diabete di tipo 2, osteoporosi, fratture ossee, la cataratta e una maggiore suscettibilità alle infezioni.

I corticosteroidi non sono per l'uso a lungo termine. Ma, essi possono essere utilizzati a breve termine (3-4 mesi) per il miglioramento dei sintomi e per indurre la remissione.

Soppressori del sistema immunitario
 
Questi farmaci riducono anche l'infiammazione, ma bersaglio è il sistema immunitario piuttosto che direttamente il trattamento dell'infiammazione. Con la soppressione della risposta immunitaria, l'infiammazione è ridotta. farmaci immunosoppressori sono:

  • Azatioprina  e mercaptopurina . Questi sono gli immunosoppressori più ampiamente utilizzati per il trattamento della malattia infiammatoria intestinale.
  • Infliximab . Questo farmaco è per adulti e bambini affetti da moderata o grave malattia di Crohn e che non rispondono o non tollerano altri trattamenti. Agisce neutralizzando una proteina prodotta dal sistema immunitario nota come fattore di necrosi tumorale (TNF).
  • Adalimumab . L'adalimumab funziona in modo simile a l'infliximab, bloccando il TNF.

Tuttavia, l'adalimumab, come l'infliximab, comporta un piccolo rischio di infezioni, tra cui la tubercolosi e infezioni fungine gravi.

  • Certolizumab pegol . Certolizumab pegol è prescritto per le persone con Crohn  moderato o grave è anche lui è un inibitore del TNF
  • Metotrexato . Questo farmaco, che viene usato per curare il cancro, la psoriasi e l'artrite reumatoide, è talvolta usato per le persone con malattia di Crohn che non rispondono ad altri farmaci.
  • Ciclosporina . Questo farmaco potente, è normalmente riservato a persone che non rispondono ad altri farmaci. Anche se efficace, la ciclosporina ha il potenziale di causare gravi effetti collaterali, come danni ai reni e fegato, pressione alta, convulsioni, infezioni fatali e un aumentato rischio di linfoma.
  • Natalizumab . Questo farmaco agisce inibendo le molecole delle cellule immunitarie .

Nuovi farmaci sono in sviluppo e in sperimentazione clinica.

Antibiotici

Gli antibiotici possono curare fistole e ascessi nelle persone con malattia di Crohn.
Metronidazolo. Ormai usato poco, in passato era l'antibiotico preferito nella cura del morbo di Crohn
Ciprofloxacina  Questo farmaco, che migliora i sintomi in alcuni pazienti con malattia di Crohn, è ormai generalmente preferito al metronidazolo.

Altri farmaci

Oltre a controllare l'infiammazione, alcuni farmaci possono aiutare ad alleviare i  segni e sintomi. A seconda della gravità della malattia di Crohn, il medico può consigliare una o più delle seguenti operazioni:

  • Anti-diarroici.
  • Lassativi.
  • Antidolorifici. Per il dolore lieve, il medico può raccomandare acetaminofene . Evitare gli anti-infiammatori non steroidei , come l'aspirina, ibuprofene  e naproxene . Questi hanno grosse probabilità di peggiorare i sintomi.
  • Integratori di ferro. Se si dispone di sanguinamento intestinale cronico, si può sviluppare anemia sideropenica. Prendendo integratori di ferro si possono  ripristinare i livelli di ferro alla normalità e ridurre questo tipo di anemia.
  • Nutrizione. Il medico può consigliare una dieta speciale data attraverso un tubo per l'alimentazione (nutrizione enterale) o  sostanze nutritive iniettato in vena (nutrizione parenterale) per trattare il morbo di Crohn.
  • La vitamina B-12 . La vitamina B-12 aiuta a prevenire l'anemia, favorisce la crescita e, ed è essenziale per la funzione dei nervi.
  • Calcio e vitamina D. La maggior parte delle persone con malattia di Crohn ha bisogno di prendere un integratore di calcio con aggiunta di vitamina D.

Chirurgia

Nella malattia di Crohn, la chirurgia può aiutare parecchio. Al minimo, può fornire un temporaneo miglioramento in segni e sintomi. Durante l'intervento, il chirurgo rimuove una parte danneggiata del tubo digerente e  riconnette poi le sezioni sane. Inoltre, la chirurgia può essere usato anche per chiudere le fistole o gli  ascessi .

Purtroppo però, i benefici della chirurgia per il Crohn sono solo temporanei.



Link sponsorizzati


comments powered by Disqus