Meningite: sintomi e tipi


La meningite è un’infiammazione delle membrane che circondano il cervello e il midollo spinale, di solito a causa della diffusione di un’infezione queste membrane si chiamano appunto meningi. Il gonfiore associato con la meningite spesso determina i segni e sintomi di questa patologia, quali cefalea, febbre e rigidità nucale .

Link sponsorizzati

La maggior parte dei casi di meningite sono causati da un’infezione virale, ma le infezioni batteriche e fungine possono anche portare alla meningite. A seconda della causa dell’infezione, la meningite può risolversi da sola in un paio di settimane , o può essere un pericolo per la vita.

Se sospettate che voi o qualcuno nella vostra famiglia abbia la meningite, dovete immediatamente cercare assistenza medica. Il trattamento precoce può prevenire gravi complicazioni.

Sintomi

È facile confondere i  sintomi della meningite con quelli l’influenza . I sintomi di meningite includono:

  • Febbre alta
  • Grave mal di testa
  • Torcicollo
  • Vomito o nausea con mal di testa
  • Confusione o difficoltà di concentrazione
  • Convulsioni
  • Sonnolenza o difficoltà a svegliarsi
  • Sensibilità alla luce
  • Mancanza di interesse per bere e mangiare
  • Eruzioni cutaneee in alcuni casi, come in caso di meningite virale o da meningococco

meningite

Segni nei neonati

I neonati e i bambini non possono avere i classici segni e sintomi di mal di testa e torcicollo. Invece, i segni di meningite in questa fascia di età possono comprendere:

  • Febbre alta
  • Pianto costante
  • L’eccessiva sonnolenza o irritabilità
  • Inattività o  lentezza
  • Scarsa alimentazione
  • Un rigonfiamento nel punto molle in cima alla testa del bambino (fontanella)
  • Rigidità nel corpo e nel collo
  • Convulsioni

La meningite virale può migliorare senza trattamento in pochi giorni.

La meningite batterica è grave,  e richiede un immediato trattamento antibiotico per migliorare le possibilità di un recupero senza gravi complicazioni. Ritardare il trattamento per la meningite batterica aumenta il rischio di danni cerebrali permanenti o decesso. Inoltre, la meningite batterica può rivelarsi fatale nel giro di pochi giorni.

Cause

La meningite di solito è causata da una infezione virale, ma la causa può essere anche una infezione batterica. Meno frequentemente, una infezione fungina può causare meningite. Poiché le infezioni batteriche sono le più gravi e possono essere pericolose per la vita, individuare la fonte dell’infezione è una parte importante dello sviluppo di un piano di trattamento.

La meningite batterica

La meningite batterica acuta di solito si verifica quando i batteri entrano in circolo e migrano verso il cervello e il midollo spinale. Ma può anche accadere quando i batteri  invadono le meningi, a causa di una infezione all’orecchio, una sinusite o una frattura del cranio.

Un certo numero di ceppi di batterici possono causare meningite batterica acuta. I più comuni sono:

  • Streptococcus pneumoniae . Questo batterio è la causa più comune di meningite batterica nei neonati, bambini e adulti . Più comunemente causa polmonite o infezioni dell’orecchio .
  • Neisseria meningitidis . Questo batterio è un’altra delle principali cause di meningite batterica. La meningite meningococcica si verifica in genere quando i batteri di una infezione delle vie respiratorie superiori si inseriscono nel sangue. Questa infezione è altamente contagiosa. Essa colpisce soprattutto adolescenti e giovani adulti, e può causare epidemie locali nei dormitori universitari, collegi e basi militari.
  • Haemophilus influenzae . L’Haemophilus influenzae è stato la causa principale di meningite batterica nei bambini negli anni precedenti. Ma nuovi vaccini  hanno notevolmente ridotto il numero di casi di questo tipo di meningite. Quando si verifica, essa tende a seguire una infezione delle vie respiratorie superiori, infezioni all’orecchio (otite media) o sinusite.
  • Listeria monocytogenes . Questi batteri possono essere trovati praticamente ovunque .  Fortunatamente, la maggior parte delle persone sane esposte alla listeria non si ammalano, anche se le donne incinte, neonati e anziani tendono ad essere più sensibili.

La meningite virale

Ogni anno, i virus causano il maggior numero di casi di meningite di quanto non facciano i batteri. La meningite virale è generalmente lieve e passa spesso da sola entro due settimane. Un gruppo di virus conosciuti come enterovirus sono responsabili di circa il 30 per cento dei casi di meningite virale . Va detto che molti episodi di meningite virale non hanno mai un virus specifico identificato come la causa.

I segni e sintomi più comuni di infezioni enterovirali sono le eruzioni cutanee, mal di gola, diarrea, dolori articolari e mal di testa. Questi virus tendono a circolare nella tarda estate e inizio autunno. Virus come l’herpes simplex virus, virus La Crosse, virus del Nilo occidentale e anche gli altri simili possono causare la meningite virale.

Meningite cronica

Le forme croniche di meningite si verificano quando gli organismi a crescita lenta invadono le membrane e il liquido che circonda il cervello. Anche se la meningite acuta colpisce all’improvviso, la meningite cronica si sviluppa nell’arco di due settimane o più. Tuttavia, i segni e sintomi di meningite cronica tra cui, mal di testa, febbre, vomito e confusione mentale , sono simili a quelli della meningite acuta. Questo tipo di meningite è rara.

Meningite fungina

Questo tipo di meningite è relativamente raro e provoca meningite cronica. Occasionalmente  può imitare la meningite batterica acuta come sintomatologia . Questa malattia fungina colpisce le persone con deficit immunitari, come l’AIDS. E ‘pericolosa per la vita .

Altre cause di meningite

La meningite può derivare anche da cause non infettive, come ad esempio allergie ai farmaci, alcuni tipi di cancro e di malattie infiammatorie come il lupus.

Fattori di rischio

  • Età. La maggior parte dei casi di meningite virale si verifica in bambini di età inferiore ai 5 anni. In passato, la meningite batterica solitamente interessa anche i bambini piccoli. Ma dalla metà degli anni 1980, a seguito della protezione offerta dai vaccini infantili, l’età media  si è spostata dai 15 mesi ai 25 anni.
  • Vivere in un ambiente comunitario. College gli studenti che vivono in dormitori,  basi militari, e scuole sono ad aumentato rischio di meningite meningococcica, probabilmente perché il batterio si diffonde per via respiratoria e tende a diffondersi rapidamente ovunque vi siano grandi gruppi di adolescenti sensibili o giovani adulti .
  • Gravidanza.
  • Lavorare con gli animali. Le persone che lavorano con gli animali domestici, compresi i produttori di latte e allevatori, hanno un rischio maggiore di contrarre la listeria, che può portare alla meningite.

Sistema immunitario compromesso. I fattori che possono compromettere il  sistema immunitario rendono più sensibili alla meningite.

Complicazioni

Le complicazioni della meningite possono essere gravi.

  • La perdita di udito
  • Cecità
  • Difficoltà di memoria
  • Perdita della parola
  • Difficoltà di apprendimento
  • Problemi di comportamento
  • Danni cerebrali
  • Paralisi

Altre complicazioni possono comprendere:

  • Insufficienza renale
  • Gravi problemi alle ghiandole surrenali
  • Shock
  • Decesso

Diagnosi

Il medico di famiglia o il pediatra possono diagnosticare la meningite con un esame fisico e alcuni test diagnostici. Durante l’esame, il medico può verificare la presenza di segni di infezione attorno alla testa, orecchie, gola e la pelle lungo la spina dorsale.

  • Emocolture. Il sangue prelevato da una vena viene inviato a un laboratorio per verificare la presenza di batteri.
  • Esami radiografici. I raggi X e la tomografia computerizzata  del torace o della testa  possono rivelare gonfiore o infiammazione.
  • Puntura lombare. La diagnosi definitiva di meningite è spesso fatta analizzando un campione di liquido cerebrospinale, che viene raccolto nel corso di una procedura nota come puntura spinale. Nelle persone con la meningite, il fluido  mostra spesso un basso livello di zucchero , insieme ad una conta dei globuli bianchi aumentati .

Trattamenti

Il trattamento dipende dal tipo di meningite.

La meningite batterica

La meningite batterica acuta richiede un trattamento immediato con antibiotici per via endovenosa e  con farmaci cortisonici, per garantire il recupero e ridurre il rischio di complicanze. L’antibiotico o una combinazione di antibiotici che il medico può scegliere dipende dal tipo di batteri che causano l’infezione.

La meningite virale

Gli antibiotici non possono curare la meningite virale, e la maggior parte dei casi migliora da sola in una settimana o due senza terapia. Il trattamento dei casi lievi di meningite virale di solito comprende:

  • Riposo a letto
  • Molti liquidi
  • farmaci per il dolore e per contribuire a ridurre la febbre e alleviare i dolori muscolari
  • Se la causa della meningite è un virus herpetico, c’è un farmaco antivirale disponibile.

Altri tipi di meningite

Se la causa della meningite non è chiara, il medico può iniziare il trattamento antibiotico e antivirale, in simbiosi.

I trattamenti di meningite fungina sono associati a effetti collaterali dannosi, infatti il  trattamento è spesso rimandato fino a che un laboratorio non confermi la causa.

La meningite non infettiva dovuta a reazioni allergiche o malattie autoimmuni può essere trattata con farmaci cortisonici. In alcuni casi, nessun trattamento può essere richiesto, in quanto la condizione è in grado di risolversi da sola.

Referenze »

Meningite domande e risposte. Centri per il Controllo e la Prevenzione. http://www.cdc.gov/meningitis/about/faq.html. Consultato il 8 Giu 2010.
Tunkel AR. Caratteristiche cliniche e diagnosi di meningite batterica acuta negli adulti. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 1 giugno 2010.
Meningite ed encefalite scheda informativa. Istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo. http://www.ninds.nih.gov/disorders/encephalitis_meningitis/detail_encephalitis_meningitis.htm. Consultato il 8 Giu 2010.
RP Johnson. Meningite asettica negli adulti. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 8 Giu 2010.
Vaccini meningococcica: Quello che c’è da sapere. Centri per il Controllo e la Prevenzione. http://www.cdc.gov/vaccines/pubs/vis/downloads/vis-mening.pdf. Consultato il 8 Giu 2010.
FDA approva il primo vaccino per prevenire la malattia meningococcica nei neonati e nei bambini piccoli. FDA. http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm252392.htm. Consultato il 27 aprile 2011.

Link sponsorizzati