Helicobacter pylori : impariamo a conoscerlo


L’infezione da Helicobacter pylori  si verifica quando un batterio chiamato appunto Helicobacter pylori  infetta lo stomaco o la prima parte del  piccolo intestino.Queta infezione è  presente in circa la metà delle persone nel mondo. Per molte persone, l’infezione  non provoca sintomi o segni e non porta ad alcuna complicazione. Ma ad altre persone, può portare a gravi complicazioni, come ulcere e cancro allo stomaco.

Link sponsorizzati

Sintomi

La maggior parte dei casi di infezione da H. pylori non produce segni o sintomi. I Segni o sintomi che possono verificarsi  sono:

  • Un dolore  o bruciore nell’addome
  • Nausea
  • Vomito
  • Frequente eruttazione
  • Gonfiore
  • Perdita di peso

 

Helicobacter pylori.jpg

Richiedere immediatamente assistenza medica se si verificano:

  • Grave o persistente dolore addominale
  • Difficoltà a deglutire
  • Rigurgito caffeano ovvero vomito color caffè

Cause

L’ Infezione  è causata dal batterio Helicobacter pylori. L’Helicobacter pylori  principalmente passata da persona a persona attraverso il contatto diretto con la saliva o di materia fecale. Può essere trasmesso anche attraverso l’acqua non trattata.

Questo batterio si inserisce nel corpo attraverso la bocca e passa nell’apparato digerente. Lo stomaco e la sua acidità creano un ambiente ostile per molti batteri. Ma il batterio H.pylori è particolarmente  adatto per la sopravvivenza nello stomaco. Esso produce un enzima che, attraverso una serie di processi biochimici, crea una specie di filtro per vivere in codizioni acide.

Fattori di rischio

Molte persone hanno contratto l Helicobacter pylori da bambini.  I fattori di rischio per l’infezione  sono legati alle condizioni di vita nell’infanzia, come ad esempio:

Condizioni di sovraffollamento.

Si ha un maggiore rischio di infezione da H. pylori se si vive in una casa con molte altre persone.

Vivere in un paese in via di sviluppo.

Le persone che vivono nei paesi in via di sviluppo, dove le condizioni di vita sono malsane , hanno un rischio maggiore di contrare l’infezione

Vivere con qualcuno che ha una infezione da H. pylori.

Se qualcuno in casa presenza l’infezione, è molto più probabile contrarla in futuro.

Complicazioni.

Molte persone con questa infezione  non avranno mai alcun segno o sintomo e non potranno mai sviluppare complicanze. Altri  sviluppano gravi complicazioni. Non è chiaro perché questo accada.

Le complicanze associate all’infezione  sono:

Ulcere nello stomaco e nell’intestino tenue.

Helicobacter pylori  causa la maggior parte di queste ulcere.

Infiammazione del rivestimento dello stomaco.

H. pylori può irritare il rivestimento dello stomaco, provocando infiammazione (gastrite).

Cancro dello stomaco.

Helicobacter pylori  è un forte fattore di rischio per alcuni tipi di cancro allo stomaco, compreso l’adenocarcinoma gastrico e del tessuto linfoide associato alla mucosa

Diagnosi

I test e le procedure utilizzate per determinare se si dispone di una infezione da Helicobacter pylori  sono:

Esame del sangue.

L’analisi di un campione di sangue può rivelare i segni di una infezione da Helicobacter pylori . Un campione di sangue è di solito raccolti, pungendo un dito.

Breath test.

Durante un test del respiro, si beve una soluzione che contiene molecole di carbonio radioattivo. Se si ha un infezione da H. pylori, il carbonio radioattivo viene rilasciato quando la soluzione è ripartito nello stomaco. Il  corpo assorbe il carbonio radioattivo e lo espelle, quando si espira. Si espira in un sacchetto e il medico utilizza uno speciale dispositivo per rilevare il carbonio radioattivo.

Esame delle feci.

Un test di laboratorio  cerca proteine estranee (antigeni) associate a una infezione da H. pylori nelle feci.

Gstroscopia.

Nel corso di un esame endoscopico, il medico tramite un flessibile lungo tubo dotato di una piccola telecamera (endoscopio), scende giù per la gola arrivando all’esofago, stomaco e duodeno. Utilizzando questo strumento, il medico può visualizzare qualsiasi irregolarità nel tratto digerente superiore e rimuovere campioni di tessuto (biopsia). Questi campioni vengono poi analizzati per verificare una infezione da Helicobacter pylori .

Trattamenti e farmaci

Il trattamento per l’infezione da H. pylori in genere comporta una combinazione di farmaci per eradicarlo dal corpo.

Farmaci antibiotici sono usati per il trattamento dell’infezione da H. pylori. I medici in genere prescrivono una combinazione di farmaci, con la speranza che questa strategia contribuirà a mantenere buono l’Helicobacter pylori evitando che sviluppi una resistenza al farmaco.

Farmaci per ridurre l’acido nello stomaco

I farmaci che riducono l’acidità nello stomaco possono aiutare a migliorare l’efficacia degli antibiotici.

Questi medicinali comprendono:

Inibitori della pompa protonica.

Alcuni esempi sono l’omeprazolo , lansoprazolo , pantoprazolo , rabeprazolo  e  Esomeprazolo .

Istamina H-2 bloccanti.

Questi farmaci riducono la quantità di acido rilasciato nel tratto digestivo. Gli H-2 bloccanti includono ranitidina , famotidina , cimetidina  e nizatidina .

Test  dopo il trattamento

Il medico potrebbe consigliare di sottoporsi al test per H. pylori parecchie settimane dopo il trattamento. Un esame del respiro o  delle feci può confermare che il batterio H. pylori non sia più presente nel  corpo e che il trattamento ha avuto successo.

Referenze »

H. pylori e ulcera peptica. Istituto Nazionale del Diabete e Malattie Digestive and Kidney. http://digestive.niddk.nih.gov/ddiseases/pubs/hpylori. Consultato il 25 marzo 2011.
Peura DA, et al. Helicobacter pylori. In: Feldman M, et al. Malattie gastrointestinali e del fegato Sleisenger & Fordtran: la Fisiopatologia, Diagnosi, il Trattamento. 9a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2010. Consultato il 25 marzo 2011.
Crowe SE. Batteriologia e l’epidemiologia dell’infezione da Helicobacter pylori. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 25 marzo 2011.
Tryforos M. Helicobacter pylori. In: Ferri FF. Advisor Clinical Ferri 2011: Diagnosi e trattamento immediato. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier, 2011. Consultato il 28 marzo 2011.
Malagelada JR, et al. Peptica Acid: manifestazioni cliniche, diagnosi, trattamento e prognosi. In: Goldman L, et al. Cecil Medicine. 23a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2008. http://www.mdconsult.com/das/book/body/191371208-2/0/1492/0.html~~V #. Consultato il 28 marzo 2011.
Crowe SE. Regimi di trattamento per Helicobacter pylori. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 25 marzo 2011.
Talley NJ, et al. Consensus Conference del cancro gastrico raccomanda Helicobacter pylori lo screening e il trattamento nei soggetti asintomatici provenienti da popolazioni ad alto rischio per prevenire il cancro gastrico. American Journal of Gastroenterology. 2008; 103:510.

Link sponsorizzati