Diverticolite: informazioni e terapie


La diverticolite si verifica quando uno o più diverticoli nel tubo digerente diventano infiammati o infetti. I diverticoli sono piccole sporgeze che si possono formare in qualsiasi punto del sistema digestivo, compreso l’esofago, stomaco e intestino tenue. Tuttavia, sono più comunemente riscontrati nell’intestino.

Link sponsorizzati

I diverticoli sono comuni, soprattutto dopo i 40 anni. La condizione è nota come diverticolosi. Raramente causano problemi.

A volte, la diverticolite  causa forte dolore addominale, febbre, nausea e un notevole cambiamento nelle abitudini intestinali. Casi leggeri di diverticolite possono essere trattati con il riposo, i cambiamenti nella  dieta e antibiotici. Ma i casi gravi di diverticolite possono richiedere un intervento chirurgico.

Sintomi

I comuni segni e sintomi di diverticolite sono:

  • Dolore che è spesso improvviso, grave, e si trova nella parte inferiore sinistra dell’addome. Meno comunemente, il dolore addominale può essere lieve in un primo momento, e peggiorare nell’arco di diversi giorni.
  • Cambiamento delle abitudini intestinali
  • Febbre
  • Nausea e vomito
  • Costipazione
  • Diarrea

diverticoli.jpg

Segni meno comuni  di diverticolite possono includere:

  • Gonfiore
  • Sanguinamento dal retto

Cause

i diverticoli di solito si sviluppano quando  punti deboli nel  colon cedono sotto pressione. Questo provoca sacche che sporgono attraverso la parete del colon.

Esattamente come i diverticoli si infiammano o infettano non è chiaro. Una teoria è che l’aumento della pressione nel colon possa portare alla rottura della parete del diverticolo con conseguente infezione. Un altro è che le aperture strette dei diverticoli intrappolino materiale fecale, che può portare a infezioni. Oppure, un ostacolo nella stretta apertura di un diverticolo può ridurre la fornitura di sangue alla zona, che porta a infiammazione.

In passato, i medici pensavano che noci, semi, mais e popcorn giocassero un ruolo nel causare la diverticolite. Tuttavia, la ricerca recente ha scoperto che questi alimenti non erano associati ad un aumentato di rischio della diverticolite.

Fattori di rischio

Questi fattori possono aumentare le  probabilità di  diverticolite:

  • Invecchiamento. È più probabile essere affetti da diverticolite in persone over 40, anche se non si sa bene il motivo. Può essere che i cambiamenti legati all’età, come ad esempio una diminuzione della resistenza e dell’elasticità della  parete intestinale, possa contribuire alla diverticolite.
  • Troppo poche fibre. La diverticolite è rara nei paesi in cui la gente mangia una dieta ad alto contenuto di fibra che aiuta a mantenere feci molli. Ma è comune nei paesi industrializzati.
  • La mancanza di esercizio. La mancanza di esercizio è stata associata ad una maggiore formazione di diverticoli . Le ragioni di questo non sono comprese.
  • L’obesità. Essere gravemente sovrappeso aumenta le probabilità di sviluppo di diverticolite e sanguinamento diverticolare.

Complicanze della diverticolite possono includere:

  • Peritonite, che può verificarsi con la rottura di una sacca infetta o infiammata, rovesciando il contenuto intestinale nella cavità addominale. Ciò può causare una infiammazione del rivestimento della cavità addominale (peritoneo). La Peritonite è un’emergenza medica che richiede cure immediate.
  • Sanguinamento rettale
  • Un blocco nel colon o intestino tenue causato da cicatrici
  • Un ascesso, che si verifica quando il pus si raccoglie nel sacchetto
  • Una fistola, che è un passaggio anomalo che si verifica tra le diverse parti del tuo intestino, fra il vostro intestino e la vescica o vagina, o tra la parete intestinale e addominale.

Anche se non sembra esserci un collegamento diretto tra la malattia diverticolare del colon e  il cancro ,raramente, quello che sembra essere la diverticolite può essere il cancro del colon. A causa di questo, il medico potrebbe consigliare una colonscopia .

Diagnosi

Il medico dovrà escludere altre cause che possono causare il dolore, al fine di effettuare una buona diagnosi, e queste cause sono:

  • Appendicite
  • Malattia infiammatoria pelvica
  • sindrome dell’intestino irritabile
  • Cancro del colon
  • Cancro ovarico
  • La colite ischemica
  • Malattie infiammatorie intestinali

Per diagnosticare la causa del dolore addominale, il medico può:

  • Esaminare l’addome e la sua consistenza.
  • Ottenere un campione di sangue per controllare il numero dei globuli bianchi per cercare segni di infezione.
  • Eseguire esami radiologici

Cure

In generale, il trattamento dipende dalla gravità dei  segni e dei sintomi e se  è il  primo attacco di diverticolite. Se i sintomi sono lievi, una dieta e antibiotici, possono essere tutto il necessario. Ma se si hanno attacchi ricorrenti di diverticolite, potrebbero essere necessarie cure più avanzate.

Ricovero

Se si hanno sintomi gravi che fanno sospettare rischi di ostruzione intestinale o di peritonite, si può richiedere l’ospedalizzazione e antibiotici per via endovenosa.

Chirurgia

Se sono presenti, ascessi, fistole o diverticoliti ricorrenti, il medico può raccomandare un intervento chirurgico per rimuovere la parte malata del colon. Ci sono due tipi di chirurgia:

Resezione intestinale primaria. In questa procedura, il chirurgo rimuove la parte malata dell’intestino e  riconnette poi i segmenti del colon sano (anastomosi).

Resezione intestinale con colostomia. Il chirurgo fa un’apertura  nella parete addominale. La parte restante del colon è quindi collegata alla apertura, e i rifiuti dell’intestino passano attraverso l’apertura in un sacchetto. La colostomia può essere temporanea o permanente. Alcuni mesi più tardi , una volta che l’infiammazione è guarita  il chirurgo può essere in grado di effettuare una seconda operazione per ricollegare il colon al retto.

Link sponsorizzati