Tumore ai polmoni : chiarezza e terapie - Informazioni Mediche

Tumore ai polmoni : chiarezza e terapie


Analisi sul cancro ai polmoni

Il cancro del polmone, come tutti i tumori, è il risultato di una anomalia di una unità di base del corpo, la cellula. Normalmente, il corpo mantiene un sistema di controlli ed equilibri sulla crescita cellulare in modo che le cellule si dividano per produrre nuove cellule solo quando le cellule sono necessarie nuove. Tuttavia  questo sistema di controlli può avere degli squilibri causando quindi  una proliferazione incontrollata di cellule, creando quella massa   nota come  tumore.

I tumori possono essere benigni o maligni, quando si parla di cancro, ci si riferisce sempre a quei tumori che sono maligni. I tumori benigni di solito possono essere rimossi e non si diffondono ad altre parti del corpo. I tumori maligni, d'altra parte, crescono in modo aggressivo e invadono altri tessuti del corpo, permettendo l'entrata di cellule tumorali nel sangue o nel sistema linfatico e poi ad altri siti nel corpo.

Questo processo di diffusione è chiamato metastasi , le aree di crescita del tumore in questi siti distanti è chiamata metastasi . Poiché il cancro del polmone tende a diffondersi e metastatizzare molto precocemente , questo tumore rientra  tra i più difficili da trattare. Anche se il cancro del polmone può diffondersi a qualsiasi organo del corpo, alcuni organi , in particolarele ghiandole surrenali, fegato, cervello, e ossa, sono i siti più comuni per la metastasi del cancro al polmone.

tumore pomoni.jpg

La funzione principale dei polmoni è lo scambio di gas fra l'aria che respiriamo e il sangue. Attraverso i polmoni, l'anidride carbonica viene rimosso dal sangue e l'ossigeno dell' aria inspirata entra nel flusso sanguigno. Il polmone destro ha tre lobi, mentre il polmone sinistro è diviso in due lobi e una piccola struttura detta lingula che è l'equivalente del lobo medio a destra. Le vie aeree principali che entrano nei polmoni sono i bronchi, che derivano dalla trachea. Il ramo dei bronchi nelle vie aeree progressivamente più piccole sono  chiamati bronchioli che terminano in piccole sacche note come alveoli, dove avviene lo scambio di gas. I polmoni e la parete toracica sono ricoperti da un sottile strato di tessuto chiamato pleura.

I tumori del polmone possono  sorgere in qualsiasi parte del polmone, ma il 90% -95% dei tumori del polmone si pensa che derivino dalle cellule epiteliali, le cellule che rivestono le vie aeree più grandi e dei bronchi e bronchioli, per questo motivo, i tumori del polmone sono a volte chiamati cancri broncogeni o carcinoma broncogeno. I cancri può anche derivare dalla pleura essere quindi mesoteliomi  o raramente da tessuti di sostegno del polmone, per esempio, i vasi sanguigni.

Quanto è comune il cancro del polmone?

Il cancro del polmone è la più comune causa di decesso per cancro negli uomini e nelle donne in tutto il mondo.

Il cancro polmonare è prevalentemente una malattia degli anziani; quasi il 70% delle persone con diagnosi di tumore al polmone hanno più di 65 anni di età, mentre meno del 3% dei tumori polmonari si verifica in persone sotto i 45 anni di età.

Il cancro polmonare non è stato comune fino al 1930, ma è aumentato notevolmente nel corso dei decenni seguenti, così come il consudmo di tabacco è aumentato.  Tuttavia, il cancro del polmone rimane tra i più comuni tipi di cancro negli uomini e nelle donne nel mondo. Negli Stati Uniti, il cancro polmonare ha superato il cancro al seno come la causa più comune dei relativi decessi per cancro nelle donne.


Che cosa provoca il cancro ai polmoni?

Fumatori

L'incidenza di cancro ai polmoni è fortemente correlata con il fumo di sigaretta,  circa il 90% dei tumori polmonari, avviene a seguito del consumo di tabacco. Il rischio di tumore polmonare aumenta con il numero di sigarette fumate ; i medici fanno riferimento a questo rischio, in termini di pacchetti x anno quindi, pacchetti di sigarette fumati al giorno moltiplicato per il numero di anni da fumatore. Per esempio, una persona che ha fumato due pacchetti di sigarette al giorno per 10 anni ha una storia di fumo  pari a 20 pacchetti anno. Tra coloro che fumano due o più pacchetti di sigarette al giorno, uno su sette morirà di cancro ai polmoni.

La pipa e il fumo del sigaro possono anche causare il cancro polmonare, anche se il rischio non è alto come con il fumo di sigaretta. Così, mentre il soggetto che fuma un pacchetto di sigarette al giorno ha un rischio per lo sviluppo del cancro del polmone, che è 25 volte superiore rispetto a chi non fuma, il fumatore  di sigari ha un rischio di cancro al polmone che è circa cinque volte maggiore di  quello di un non fumatore.

Il fumo di tabacco contiene oltre 4.000 composti chimici, molti dei quali hanno dimostrato di essere cancerogeni i. I due agenti cancerogeni primari nel fumo di tabacco sono sostanze chimiche note come le nitrosamine e gli idrocarburi policiclici aromatici.
Il fumo passivo

Il fumo passivo o l'inalazione del fumo di tabacco da parte di soggetti non fumatori che condividono vivono o lavorano  con fumatori, è anche un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro del polmone. La ricerca ha dimostrato che i non fumatori che sono a contatto con un fumatore hanno un aumento del 24% nel rischio di sviluppare cancro al polmone rispetto a chi non è a contatto .

Fibre di amianto

l'Amianto  e le sue fibre  possono persistere per tutta la vita nel tessuto polmonare dopo esposizione ad amianto.  Oggi, l'uso dell'amianto è limitato o vietato in molti paesi, ci Sia cancro al polmone che il  mesotelioma  sono associati con l'esposizione all'amianto. Il fumo di sigaretta aumenta drasticamente la possibilità di sviluppare un tumore correlato all'amianto nei lavoratori esposti a tale elemento .

Gas radon

Il gas Radon è un gas naturale , chimicamente inerte  che è un prodotto di decadimento naturale dell'uranio. Il rischio di cancro del polmone con l'esposizione al radon è abbastanza elevato. Il gas Radon può viaggiare  attraverso il terreno e entrare nelle case attraverso le fessure nelle fondamenta, tubi, scarichi, o altre aperture.

Predisposizione familiare

Mentre la maggior parte dei tumori polmonari sono associati al fumo di tabacco, il fatto che non tutti i fumatori sviluppino il cancro ai polmoni infine suggerisce che altri fattori, come la predisposizione genetica individuale, possano giocare un ruolo nella genesi del cancro del polmone.  Recentemente, il più grande studio di genetica del cancro del polmone mai condotto, ha coinvolto più di 10.000 persone provenienti da 18 paesi diversi, ed ha identificato una piccola regione del genoma  che contiene i geni che sembrano conferire una maggiore suscettibilità al cancro del polmone nei fumatori.

Malattie polmonari

La presenza di alcune malattie del polmone, in particolare la polmonite cronica ostruttiva (BPCO), è associata ad un aumentato del rischio (da quattro a sei volte il rischio di un non fumatore) per lo sviluppo del cancro ai polmoni .

Pregresso episodio di  cancro al polmone

I sopravvissuti al cancro del polmone hanno un rischio maggiore di sviluppare un secondo tumore al polmone rispetto alla popolazione generale .

Inquinamento atmosferico

L'inquinamento atmosferico da veicoli, industrie, centrali elettriche etc, può aumentare la probabilità di sviluppare cancro al polmone in individui esposti. Fino all' 1% dei decessi per cancro al polmone sono attribuibili al respirare aria inquinata, e gli esperti ritengono che l'esposizione prolungata all'aria altamente inquinata possa comportare un rischio per lo sviluppo del cancro ai polmoni simile a quello del fumo passivo.

Quali sono i tipi di cancro del polmone?

I tumori polmonari, noti anche come carcinoma broncogeno, sono classificati in due tipi: SCLC e NSCLC. Questa classificazione si basa sulla comparsa al microscopico delle cellule tumorali stesse. Questi due tipi di tumori crescono  e  si diffondono in modi diversi e possono avere diverse opzioni di trattamento, quindi una distinzione tra questi due tipi è importante.

Gli SCLC comprendono circa il 20% dei tumori polmonari e sono i più aggressivi e più in rapida crescita di tutti i tumori polmonari. Gli SCLC sono fortemente legati al fumo di sigaretta, e solo l'1% di questi tumori  si verifica nei non fumatori. I SCLC metastatizzano rapidamente in molte parti  all'interno del corpo e sono più spesso scoperti dopo che si sono diffusi ampiamente.

Gli NSCLC sono i tumori del polmone più comuni, che rappresentano circa l'80% di tutti i tumori polmonari. A loro volta gli NSCLC possono essere divisi in tre tipi principali che sono denominate in base al tipo di cellule del tumore:

Adenocarcinomi sono il tipo più comunemente visto di NSCLC  e comprendono il 50% dei NSCLC. La maggior parte degli adenocarcinomi sorge in, aree esterne dei polmoni. Il carcinoma bronchioloalveolare è un sottotipo di adenocarcinoma che si sviluppa spesso in più siti nei polmoni e si propaga lungo le pareti alveolari preesistenti.

I Carcinomi a cellule squamose in precedenza erano più comuni degli adenocarcinomi, attualmente, essi rappresentano circa il 30% dei NSCLC. Conosciuti anche come carcinomi epidermoidi,i tumori a cellule squamose sorgono più frequentemente nella zona centrale del torace e nei bronchi.

Altri tipi di tumori possono sorgere nei polmoni, questi tipi sono molto meno comuni dei NSCLC e SCLC e insieme comprendono solo 5% -10% dei tumori polmonari:

carcinoidi bronchiali - rappresentano fino al 5% dei tumori polmonari. Questi tumori sono generalmente di piccole dimensioni (3 cm-4 cm o meno) al momento della diagnosi e si verificano più comunemente nelle persone sotto i 40 anni di età. Non sono collegati al fumo di sigaretta,  possono metastatizzare, e una piccola parte di questi tumori secerne sostanze simil-ormonali che possono causare sintomi specifici legati alla ormone che è stato prodotto.


Come discusso in precedenza, i tumori metastatici da altri tumori primari nel corpo si trovano spesso nei polmoni. I tumori in qualsiasi parte del corpo possono diffondersi ai polmoni sia attraverso la circolazione sanguigna, che attraverso il sistema linfatico, o direttamente da organi vicini. I tumori metastatici sono più spesso multipli, sparsi in tutto il polmone, e concentrati nelle periferie rispetto alle aree centrali del polmone.

tumore polmone.jpg

Quali sono i sintomi del cancro del polmone ?

I sintomi del cancro del polmone sono diversi a seconda di dove e quanto sia diffuso il tumore . I segnali di pericolo di cancro ai polmoni non sono sempre presenti o facili da identificare. Una persona con cancro al polmone può avere i seguenti  sintomi:

  • Nessun sintomo : fino al 25% delle persone che si ammalano di cancro al polmone, lo scopre casualmente in una routine radiografia del torace o  come una piccola massa solitaria a volte chiamata  lesione della moneta, in quanto su un esame bidimensionale a raggi X o TAC, il tumore rotondo assomiglia a una moneta. Questi pazienti con piccole masse sono  spesso senza sintomi nel momento in cui il cancro viene scoperto.
  • I sintomi correlati al cancro : la crescita del tumore e l'invasione dei tessuti polmonari e dei tessuti circostanti può interferire con la respirazione, portando a sintomi quali tosse, respiro corto , sibilo respiratorio, dolore toracico e  emottisi . Se il tumore ha invaso i nervi, per esempio, può causare dolore alla spalla che viaggia lungo la parte esterna del braccio (chiamata sindrome di Pancoast) o paralisi delle corde vocali che porta alla raucedine . L'invasione dell'esofago può portare a difficoltà a deglutire ( disfagia ). Se una delle vie aeree di grandi dimensioni è ostruita, il crollo di una porzione del polmone può accadere e causare infezioni (ascessi, polmonite ) nella zona ostruita.
  • Sintomi legati alle metastasi : il cancro al polmone che si è diffuso alle ossa può produrre dolore straziante nei siti di coinvolgimento osseo. Il cancro che si è diffuso al cervello può causare un certo numero di sintomi neurologici che possono includere offuscamento della vista , mal di testa , convulsioni, o sintomi di ictus , come debolezza o perdita di sensibilità in alcune parti del corpo.
  • Paraneoplastiche sintomi : i tumori polmonari spesso sono accompagnati da sintomi che derivano dalla produzione di sostanze di tipo ormonale da parte delle cellule tumorali. Queste sindromi paraneoplastiche si verificano più comunemente con SCLC ma possono essere visti con qualsiasi tipo di tumore. Una sindrome paraneoplastica comune associata con SCLC è la produzione di un ormone chiamato ormone adrenocorticotropo (ACTH) da parte delle cellule tumorali, con conseguente ipersecrezione di cortisolo, l'ormone dalle ghiandole surrenali ( sindrome di Cushing ).
  • Sintomi aspecifici : i sintomi aspecifici osservati come in  molti tipi di cancro, tra cui il cancro del polmone, includono la perdita di peso , debolezza e affaticamento . sintomi psicologici come la depressione cambiamenti di umore  sono anche comuni.


Quando si deve consultare un medico?

Si dovrebbe consultare un medico o andare in ospedale  quando si hanno:

  • Una persistente tosse  o peggioramento di un preesistente tosse cronica
  • Sangue nell'espettorato,
  • Persistente bronchite o ripetute infezioni delle vie respiratorie
  • Dolore al petto
  • Perdita di peso inspiegabile e / o fatica
  • Difficoltà di respirazione come respiro corto o respiro affannoso.

Come viene diagnosticato il cancro ai polmoni?

I Medici utilizzano una vasta gamma di procedure diagnostiche e test per diagnosticare il cancro al polmone. Queste sono le seguenti:

La storia e l'esame fisico possono rivelare la presenza di sintomi o segni che sono sospetti per cancro al polmone. Oltre a chiedere circa i sintomi e fattori di rischio per lo sviluppo del cancro come il fumo, i medici possono rilevare i segni di difficoltà respiratoria, ostruzione delle vie aeree, o infezioni dei polmoni. La cianosi un colore bluastro della pelle e delle mucose a causa della carenza di ossigeno , suggerisce la funzione respiratoria compromessa a causa di malattie croniche del polmone.

La radiografia del torace è la più comune diagnosi  quando nuovi sintomi del cancro del polmone sono presenti.   Come ogni procedura di raggi X, la radiografia del torace brevemente espone il paziente a una piccola quantità di radiazioni. La Radiografia del torace può evidenziare aree sospette nei polmoni, ma non è in grado di determinare se queste aree sono cancerose.

  • TAC ( tomografia assiale computerizzata ) . Una TC del torace può essere richiesta quando i raggi X non presentano un'anomalia, o non forniscono informazioni sufficienti sulla portata o la posizione di un tumore.

Una tecnica chiamata -TC spirale a bassa dose di scansione (o TAC spirale) è talvolta usata nello screening per i tumori del polmone. Questa procedura richiede un particolare tipo di scanner  e ha dimostrato di essere uno strumento efficace per l'identificazione dei casi di cancro del polmone  nei fumatori ed ex fumatori. Tuttavia, non è stato ancora dimostrato se l'uso di questa tecnica sia realmente efficace. La sensibilità di questo metodo è in realtà una delle fonti dei suoi svantaggi, dal momento che i noduli polmonari che richiedono un'ulteriore valutazione saranno visti in solo il 20% delle persone con questa tecnica.

  • Risonanza magnetica (MRI) può essere appropriata quando i dettagli precisi circa la posizione di un tumore sono necessari. La tecnica di MRI usa il magnetismo, le onde radio, e un computer viene usato per produrre immagini delle strutture del corpo.
  • Tomografia a emissione di positroni (PET)  è una tecnica di imaging specializzata che utilizza farmaci radioattivi a vita-breve per produrre immagini tridimensionali colorate . Mentre TAC e risonanza magnetica guardano strutture anatomiche, questa  misura l'attività metabolica e la funzione dei tessuti. La PET può determinare se un tessuto tumorale è in crescita attiva e può aiutare a determinare il tipo di cellule all'interno di un particolare tumore.
  • La scintigrafia è utilizzata per creare immagini delle ossa sullo schermo di un computer o su pellicola. Il medico può ordinare una scintigrafia ossea per determinare se un tumore al polmone ha metastatizzato alle ossa. In una scintigrafia ossea, una piccola quantità di materiale radioattivo viene iniettato nel flusso sanguigno e si raccoglie nelle ossa, soprattutto nelle zone anomale come quelle coinvolte da tumori metastatici. Il materiale radioattivo viene rilevato da uno scanner, e l'immagine delle ossa è registrato su una speciale pellicola per la visualizzazione permanente.
  • Citologia dell'espettorato : La diagnosi di cancro del polmone richiede sempre una conferma di cellule maligne da un patologo, anche quando i sintomi e gli studi a raggi X sono sospette per cancro al polmone. Il metodo più semplice per stabilire la diagnosi è l'esame dell'espettorato al microscopio. Se il tumore è situato in posizione centrale e ha invaso le vie aeree, questa procedura, nota come esame citologico dell'espettorato, può consentire la visualizzazione di cellule tumorali per la diagnosi.
  • Broncoscopia : esame delle vie aeree visualizzando le vie respiratorie attraverso un sottile sonda a fibre ottiche inserita attraverso il naso o la bocca. Un tumore nelle aree centrali del polmone o derivanti dalle vie aeree più grandi è accessibile al campionamento utilizzando questa tecnica. . La procedura può essere scomoda e richiede sedazione o anestesia.
  • Agobiopsia : aspirazione con ago sottile (FNA) attraverso la pelle, più comunemente eseguita con imaging radiologico per l'orientamento, può essere utile nel recupero di cellule per la diagnosi di noduli tumorali nei polmoni. Le biopsie sono particolarmente utili quando il tumore polmonare è situato nella periferia del polmone e non è accessibile al campionamento tramite broncoscopia.
  • Toracentesi : A volte i tumori del polmone possono coinvolgere il tessuto di rivestimento dei polmoni (pleura) e portare ad un accumulo di liquido nello spazio tra i polmoni e la parete toracica (chiamato un versamento pleurico ). L'aspirazione di un campione di questo liquido con un ago sottile (toracentesi) può rivelare le cellule tumorali e stabilire la diagnosi.
  • Interventi di chirurgia maggiore : Se nessuno dei metodi citati sopra produce una diagnosi, i metodi chirurgici devono essere impiegati per ottenere tessuti tumorali per la diagnosi.
  • Gli esami del sangue : Mentre gli esami del sangue di routine da soli non può diagnosticare il cancro ai polmoni, essi possono rivelare anomalie biochimiche o metaboliche nel corpo che accompagnano il cancro. Per esempio, livelli elevati di calcio o della fosfatasi alcalina possono accompagnare il cancro  metastatico alle ossa. Allo stesso modo, i livelli elevati di certi enzimi normalmente presenti all'interno delle cellule del fegato, tra cui l'aspartato aminotransferasi (AST o SGOT) e alanina aminotransferasi (ALT o SGPT), sono segnali di danni al fegato ,  e potrebbero segnalare la presenza di metastasi al fegato.

Qual è il trattamento per il cancro del polmone?

Il Trattamento per il cancro del polmone può comportare la rimozione chirurgica del tumore, chemioterapia o radioterapia , così come la combinazioni di questi trattamenti. La decisione su quali trattamenti saranno  opportuni per un dato individuo devono  tener conto della posizione e della estensione del tumore, nonché dello stato di salute generale del paziente.

 Più di un tipo di terapia può essere prescritto. In tali casi, la terapia  viene aggiunta per aumentare gli effetti della terapia primaria che viene definita come terapia adiuvante. Un esempio di terapia adiuvante  somministra la chemioterapia o la radioterapia dopo la rimozione chirurgica di un tumore, nel tentativo di eliminare tutte le cellule tumorali che rimangono dopo l'intervento.

Chirurgia : la rimozione chirurgica del tumore è generalmente  il trattamento di scelta per il cancro che non si è diffuso al di là del polmone. Circa il 10% -35% dei tumori polmonari possono essere rimossi chirurgicamente, ma la rimozione non è sempre risultato di guarigione, dato che i tumori potrebbero essere già diffusi o ritornare in un secondo momento.

La procedura chirurgica scelta dipende dalla dimensione e dalla localizzazione del tumore.

  • Radiazioni : La radioterapia può essere impiegata come trattamento per entrambi NSCLC e SCLC. La radioterapia ad alta energia utilizza i raggi X o altri tipi di radiazioni per distruggere le cellule tumorali.

La radioterapia può essere usata se una persona rifiuta un intervento chirurgico, se un tumore si è diffuso in aree come i linfonodi o se una persona ha altre condizioni che  rendono impossibile per il malato  sottoporsi a chirurgia maggiore.
La radioterapia non ha gli stessi rischi della chirurgia , ma può avere spiacevoli effetti collaterali.

  • Chemioterapia : Sia NSCLC e SCLC possono essere trattati con chemioterapia. La chemioterapia si riferisce alla somministrazione di farmaci che bloccano la crescita delle cellule tumorali eliminandole o impedendo loro di dividersi.

La chemioterapia è il trattamento di scelta per la maggior parte dei tumori SCLC, dato che questi tumori sono generalmente diffusi nel corpo quando vengono diagnosticati. Solo la metà delle persone che hanno SCLC sopravvive per quattro mesi senza chemioterapia. Con la chemioterapia, il loro tempo di sopravvivenza è aumentato fino a quattro-cinque volte. La chemioterapia da sola non è particolarmente efficace nel trattamento di NSCLC, ma quando NSCLC ha metastatizzato, può prolungare la sopravvivenza in molti casi.

  • La radiazione cerebrale-profilattica : La SCLC spesso si diffonde al cervello. La radioterapia del cervello può causare problemi di memoria a breve termine , affaticamento, nausea e altri effetti collaterali.
  • La terapia mirata : I farmaci della terapia mirata hanno più specificamente come bersaglio le sole cellule tumorali, con conseguente meno danno alle cellule normali .

Altri tentativi di terapia mirata comprendono farmaci noti come farmaci antiangiogenesis, che bloccano lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni all'interno di un cancro. Senza vasi sanguigni adeguati per la fornitura di sangue che trasporta l'ossigeno, le cellule tumorali cessano di vivere. Per un approfondimento su questa situazione vi invito a leggere l'articolo sulla angiogenesi.

  • La terapia fotodinamica (PDT): Una nuova terapia usata per diversi tipi e stadi del tumore del polmone  è la terapia fotodinamica. In terapia fotodinamica, un agente di fotosintesi  viene iniettato nel sangue un paio d'ore prima dell'intervento. Durante questo periodo, l'agente, è ripreso in cellule in rapida crescita come le cellule tumorali. Una procedura segue poi in cui il medico applica una certa lunghezza d'onda della luce attraverso una bacchetta palmare direttamente al sito del tumore e dei tessuti circostanti. L'energia dalla luce si attiva sull'agente fotosensibilizzante, causando la produzione di una tossina che distrugge le cellule tumorali.
  • Ablazione con radiofrequenza (RFA): la ablazione con radiofrequenza è oggetto di studio come alternativa alla chirurgia, in particolare nei casi di cancro al polmone in stadio precoce. In questo tipo di trattamento, un ago viene inserito attraverso la pelle nel cancro, di solito sotto la guida di TC. L'energia viene poi trasmessa alla punta dell'ago dove si produce calore nei tessuti, provocando la  distruzione del tessuto canceroso e la chiusura di piccoli vasi sanguigni che alimentano il cancro.
  • Terapie sperimentali : Dal momento che non è attualmente disponibile una terapia che è assolutamente efficace nel trattamento del cancro del polmone, ai pazienti possono essere offerte una serie di nuove terapie che sono ancora in fase sperimentale, nel senso che i medici non hanno ancora abbastanza informazioni per decidere se queste terapie devono diventano forme accettate di trattamento per il cancro polmonare.

Qual è la prognosi per il cancro del polmone?

La prognosi del cancro del polmone si riferisce alla possibilità di cura o al prolungamento della vita  e dipende da dove si trova il tumore, le dimensioni del tumore, la presenza di sintomi, il tipo di cancro ai polmoni, e lo stato di salute generale del paziente.

SCLC ha la crescita più aggressiva di tutti i tumori polmonari, con un tempo medio di sopravvivenza di soli 2-4 mesi dalla diagnosi, quando non trattati.  Tuttavia, SCLC è anche il tipo di cancro al polmone più sensibile alla radioterapia e chemioterapia.

Nel tumore non a piccole cellule (NSCLC), il fattore prognostico più importante è la fase (grado di diffusione) del tumore al momento della diagnosi.

La prognosi per il cancro del polmone è bassa se confrontata con alcuni altri tipi di cancro. I tassi di sopravvivenza per il cancro polmonare sono generalmente inferiori a quelli per la maggior parte dei tumori.

Come può essere prevenuto il cancro ai polmoni?

La cessazione del fumo e l'eliminazione dell'esposizione al fumo di tabacco è la misura più importante che può prevenire il cancro al polmone.

Il cancro del polmone in breve

  • Il cancro del polmone è la prima causa di decessi per cancro in entrambi gli uomini e le donne  nel mondo.
  • Il fumo di sigaretta è il fattore di rischio principale per lo sviluppo del cancro polmonare.
  • l'esposizione passiva al fumo di tabacco può causare anche il cancro ai polmoni.
  • I due tipi di tumore del polmone, crescono e si diffondono in modo diverso .
  • Lo stadio del cancro del polmone si riferisce alla misura in cui il cancro si è diffuso nel corpo.
  • Il trattamento del cancro del polmone può comportare una combinazione di chirurgia, chemioterapia e radioterapia, nonché nuovi metodi sperimentali.
  • La prognosi generale di cancro ai polmoni è povera, con tassi di sopravvivenza globale di circa il 16% dei pazienti in cinque anni.
  • Smettere di fumare è la misura più importante che può impedire lo sviluppo del cancro del polmone.

Referenze Sources



Link sponsorizzati


comments powered by Disqus