La mononucleosi : sintomi e rimedi - Informazioni Mediche

La mononucleosi : sintomi e rimedi


Che cosa è la mononucleosi ?

La mononucleosi , e una malattia molto comune causata dal virus di Epstein-Barr (EBV). EBV è un membro della famiglia degli herpesvirus. I sintomi caratteristici di infezione da EBV includono febbre, affaticamento , malessere e mal di gola . La "designazione" mononucleosi si riferisce a un aumento di un tipo di globuli bianchi (linfociti) nel sangue rispetto ad altri componenti del sangue a seguito di infezione da EBV.

Cause della mononucleosi


L'EBV che causa la mononucleosi è presente in tutto il mondo. Questo significa che la maggior parte delle persone, nel corso della loro vita sono state infettate con il virus EBV. Il sistema immunitario produce anticorpi per attaccare e aiutare a distruggere invasori virus e batteri. Questi anticorpi specifici possono essere rilevati nel sangue delle persone che sono state contagiate.

mononucleosi.png

 

Quali sono i fattori di rischio?

L'EBV può infettare qualsiasi persona. Come discusso in precedenza, molte  persone sono state infettate con il virus nel momento in cui raggiungono l'età adulta e la maggioranza di queste infezioni non produce sintomi . La  Mononucleosi è più spesso diagnosticata in adolescenti e giovani adulti, con un picco di incidenza a 15-17 anni di età. Tuttavia, si è vista anche nei bambini. Generalmente, la malattia è meno grave nei bambini piccoli e può mimare i sintomi di altre malattie infantili comuni, che possono spiegare perché è meno comunemente diagnosticata o riconosciuta in questa fascia di età .

Sintomi e segni
 
Metodi di contagio

La mono è diffusa da persona-a-persona tramite contatto. La saliva è il principale metodo di trasmissione . La mononucleosi infettiva ha sviluppato il suo nome comune di "malattia del bacio" da questa forma prevalente di trasmissione tra gli adolescenti. Una persona con la mono può trasmettere la malattia anche solo con colpi di tosse o starnuti, provocando così piccole goccioline di saliva infette  che possono essere inalate da altri. Anche la condivisione di alimenti o bevande  può anche trasferire il virus da una persona all'altra .

La maggior parte delle persone sono state esposte al virus, e come risultato dell'esposizione, hanno sviluppato l'immunità al virus. È da notare che la maggior parte delle persone che sono esposti all'EBV non sviluppano mai la mononucleosi. Il periodo di incubazione per le mono,  è tra le quattro e le sei settimane. Durante un'infezione, una persona è probabilmente in grado di trasmettere il virus ad altri per almeno un paio di settimane.

Quali sono i sintomi ?

I sintomi iniziali sono:

  • una generale mancanza di energia o  malessere
  • affaticamento
  • perdita di appetito
  • brividi

Questi primi sintomi possono durare da uno a tre giorni prima che i sintomi più intensi della malattia possano iniziare. I sintomi più intensi comprendono:

  •  grave mal di gola
  • febbre
  • ingrossamento dei linfonodi (ghiandole), nella zona del collo.

E' in genere il mal di gola forte che spinge la gente a contattare il loro medico.

Quali sono i segni evidenti della mononucleosi?

Oltre a una febbre da 39-40 gradi, i segni più comuni ed estremamente caratteristici della malattia, sono :

  • gola arrossata e tonsille infiammate
  • ingrossamento delle ghiandole linfatiche del collo.

Le tonsille hanno un rivestimento biancastro in almeno un terzo dei casi. La milza  è un organo trovato nella parte superiore dell'addome sinistro sotto la gabbia toracica, che diventa allargato o  si gonfia in circa il 50% dei pazienti con la mono. Un ingrossamento del fegato e le anomalie nei test di funzionalità epatica (esami del sangue), può essere rilevato . Circa il 5% dei pazienti ha una eruzione cutanea su tutto il corpo, che ha un aspetto simile al rash da morbillo . All'inizio del decorso della malattia , un temporaneo gonfiore  delle due palpebre superiori può essere riscontrato.

Come viene diagnosticata ?

La diagnosi di mono è sospettata dal medico sulla base dei sintomi e segni sopra citati. La mono è però confermata da esami del sangue che possono comprendere anche esami per escludere altre possibili cause dei sintomi, come i test per escludere una infiammazione della gola da streptococco . Gli esami del sangue a seguito di una mononucleosi, possono mostrare un aumento di un tipo di globuli bianchi (linfociti). Alcuni di questi linfociti hanno un aumento o un aspetto insolito se visti al microscopio, questa caratteristica, è molto utile nella diagnosi di mononucleosi.

Esami del sangue più specifici, come la monospot e i test sugli anticorpi eterofili, possono confermare la diagnosi di mono. Questi test si basano sul sistema immunitario che inizia a produrre anticorpi contro l'EBV misurabile. Purtroppo, gli anticorpi non sono rilevabili fino alla seconda o terza settimana della malattia.

Qual è il normale decorso e  trattamento ?

Nella maggior parte dei casi di mono, nessun trattamento specifico è necessario. La malattia di solito è auto-limitata si risolve da sola. Il trattamento è diretto verso il sollievo dei sintomi. Quindi le possibili terapie nella maggior parte dei casi, sono utili solo ad alleviare i sintomi.

Una sensazione di affaticamento o stanchezza possono persistere per mesi dopo la fase acuta  della malattia. Si raccomanda ai pazienti con mono di evitare si fare qualsiasi sport di contatto per almeno quattro settimane dopo la comparsa dei sintomi per evitare  traumi alla milza . L'ingrossamento della milza è suscettibile di rottura, che può essere  pericolo per la vita.

I pazienti possono continuare ad avere particelle di virus presente nella loro saliva per tutto il tempo  dopo l'infezione iniziale(18mesi). Quando i sintomi persistono per più di sei mesi, la condizione è spesso chiamata infezione cronica da EBV.

Quali sono le complicanze ?

Questa malattia di solito non grave, ma una complicanza comune  è una lieve infiammazione del fegato, o l'epatite . Questa forma di epatite è raramente grave o richiede il trattamento. L'ingrandimento della milza che si verifica con la mono rende possibile la rottura traumatica della milza . Gonfiore della gola e tonsille possono anche portare a ostruzione delle vie aeree anche gravi.

Fortunatamente, le complicazioni più gravi della mono sono abbastanza rare, e fortunatamente è raramente fatale in persone sane. Le  complicanze rare comprendono la distruzione dei globuli rossi ( anemia emolitica ) , l'infiammazione della sacca che circonda il cuore , del  muscolo cardiaco ( miocardite ), e del cervello ( encefalite ). La mono tende ad essere più aggressiva nei pazienti con anomalie del sistema immunitario, come ad esempio le persone con AIDS o quelle che  assumono farmaci che deprimono la funzione immunitaria.

L'EBV è stata associata ad alcuni tipi di tumori, più comunemente i linfomi. Ciò si verifica più frequentemente nelle persone il cui sistema immunitario è compromesso a causa di una malattia o di farmaci immuno soppressivi.

La stragrande maggioranza delle persone che contrae la mononucleosi guarisce completamente senza gravi complicazioni.

Referenze

Epstein-Barr virus e mononucleosi infettiva. Centers for Disease Control and Prevention. http://www.cdc.gov/ncidod/diseases/ebv.htm. Consultato il 27 aprile 2010.
La mononucleosi infettiva. I Manuali Merck: Il Manuale Merck per gli Operatori Sanitari. http://www.merck.com/mmpe/sec14/ch189/ch189f.html. Consultato il 27 aprile 2010.
Fort GG, et al. Mononucleosi. In: Ferri FF. Advisor Clinical Ferri 2010. St. Louis, Mo: Mosby, 2009. Consultato il 27 aprile 2010.
Katz BZ. Epstein-Barr infezioni da virus (mononucleosi e malattie linfoproliferative). In: Lungo SS, et al, eds.. Long: Principi e Pratica di Pediatric Infectious Diseases. 3rd ed. Philadelphia, Pa.: Churchill Livingstone Elsevier, 2008. Consultato il 27 aprile 2010.
Ross SM. Un approccio integrativo alla rinosinusite nei bambini. Holistic Nursing Practice. 2009; 23:302.



Link sponsorizzati


comments powered by Disqus