Asma nei bambini : un problema da non sottovalutare


L’asma è la principale causa di malattia cronica nei bambini . Essa colpisce ben il 10% -12% dei bambini e, per motivi sconosciuti, è in costante aumento. L’asma può iniziare a qualsiasi età, ma la maggior parte dei bambini manifestano i primi sintomi, prima dei 5 anni.

Link sponsorizzati

Quali sono le maggiori probabilità di sviluppare l’asma?

  • Ci sono molti fattori di rischio per lo sviluppo di asma infantile. Questi includono:
  • Allergie
  • Storie familiari di asma
  • Frequenti  infezioni delle vie respiratorie
  • Basso peso alla nascita
  • L’esposizione al tabacco o al fumo prima e  dopo la nascita (genitori che fumano dovrebbero smettere)

asma bambini.jpg

Perché l’asma è in aumento tra i bambini?

Nessuno sa veramente perché sempre più bambini  sviluppino l’asma. Alcuni esperti suggeriscono che i bambini che sono esposti ad allergeni  come la polvere, l’inquinamento atmosferico e il fumo la sviluppino più frequentemente . Tutti questi fattori sono fattori scatenanti dell’asma. Altri sospettano che i bambini non abbiano un adeguato sistema immunitario. e che questo comporti un indebolimento generale che li predispone . Sembra che un disturbo del sistema immunitario in cui il corpo non riesce a produrre abbastanza anticorpi protettivi possa giocare un ruolo fondamentale nel causare l’asma.

E altri ancora suggeriscono che i tassi decrescenti di allattamento al seno hanno impedito che sostanze importanti del sistema immunitario possano  essere trasmesse ai neonati.

Come  capire se un bambino  ha l’asma?

Segni e sintomi  comprendono:

  • Frequente tosse , che può verificarsi durante il gioco, di notte, o mentre ride. E ‘importante sapere che la tosse può essere l’unico sintomo presente.
  • Meno energia durante il gioco
  • Respiro affannoso
  • Sensazione di costrizione toracica o dolore del torace
  • Sibilo durante la respirazione
  • Respiro affannoso, con alterazioni dell’espansione del torace
  • Mancanza di respiro
  • Debolezza o stanchezza
  • Occhiaie
  • Frequenti mal di testa
  • Perdita di appetito

E’ da tenere  presente che non tutti i bambini hanno i sintomi dell’asma , e questi sintomi possono variare non solo da bambino a bambino, ma proprio da evento un evento asmatico ad un altro. Si noti inoltre che non tutti i sibili o tosse sono causati dall’asma.

Nei bambini sotto i 5 anni di età, la più comune causa di sintomi simil-asma sono le infezioni delle vie respiratorie virali come il raffreddore comune .

Se il bambino ha problemi di respirazione, occorre andare subito dal medico per una valutazione.

Come viene diagnosticata l’asma nei bambini?

L’asma è spesso difficile da diagnosticare nei bambini. Tuttavia, nei bambini più grandi la malattia può spesso essere diagnosticata in base alla storia clinica del bambino, i sintomi, e l’esame fisico.

E ‘importante descrivere al medico i sintomi in modo preciso e quando più chiaro possiblle, tenete quindi conto di: tosse,respiro sibilante, respiro affannosso, dolore toracico o ogni anomali riscontrata nel bambino che possa farvi sospettare l’asma.

Durante l’esame fisico, il medico dovrà auscultare cuore e polmoni del bambino

In molti bambini è richisto anche un esame radiografico del torace e test di funzionalità polmonare. Questo test misura la quantità di aria nei polmoni e la velocità con cui può essere espirata. I risultati aiutano il medico a determinare quanto sia grave l’asma . Generalmente, i bambini di età inferiore ai 5 sono in grado di eseguire il test di funzionalità polmonare.
Altri test possono anche essere eseguiti per aiutare ad identificare l’asma se molto particolare. Questi test possono includere :  test per le allergie, esami del sangue e raggi X per determinare se l’asma è data da infezioni del latte materno (quindi trasmesse dalla madre)  o  da reflusso gastroesofageo

Come viene trattata l’asma nei bambini?

I trattamenti si basano sulla storia clinica e sulla gravità dell’asma, il  medico può sviluppare un piano di assistenza, che potrà guidare le mamme alla risoluzione del problema. Il piano d’azione contro l’asma descrive quando e come il bambino deve usare farmaci per l’asma , che cosa fare quando l’asma peggiora, e quando cercare  soccorso per il vostro bambino(raro ma accade). Assicuratevi di comprendere e  chiedere al medico tutto quello che possa aiutarvi a gestire la situazione.

Quali farmaci per l’asma ?

Se un neonato o un bambino sperimentano sintomi di asma che richiedono un trattamento con un broncodilatatore  più di due volte a settimana, molti medici raccomandano quotidianamente l’utilizzo di farmaci anti-infiammatori.

La maggior parte dei farmaci per l’asma che sono dati agli adulti e bambini più grandi possono tranquillamente essere prescritti a  bambini più piccoli. Farmaci che sono approvati per i bambini più piccoli vengono somministrati in dosi adeguate alla loro età e peso. In particolare, nei bambini dai 4 anni in su può essere prescritto l’inalatore  Advair . Un altro farmaco anti-infiammatorio chiamato Pulmicort Respules è stato approvato per bambini dai 12 mesi in su. Nel caso di farmaci per via inalatoria, il farmaco  varia in base all’età del bambino . (Molti bambini non sono in grado di coordinare il loro respiro abbastanza bene da poter utilizzare un inalatore standard.)

Come somministrare i farmaci per l’asma infantile?

Si dovrà probabilmente  utilizzare una  macchina per aerosol. Il  bambino assume in pratica il farmaco  respirando attraverso una maschera facciale. Questi trattamenti respiratori in genere durano circa 10-15 minuti e vengono dati più volte al giorno. Il medico  vi dirà qu ando somministrare i farmaci, sulla base della gravità dell’asma .

Come capire se l’asma  è ben controllata?

Si comprende se l’asma è ben controllata da questi semplici segnali:

  • Il bambino Vive una vita attiva e normale
  • Ha pochi sintomi fastidiosi
  • Frequenta la scuola ogni giorno
  • Esegue attività quotidiane senza difficoltà
  • Non ha attacchi acuti che richiedono l’ospedalizzazione
  • Ha pochi effetti collaterali dei farmaci dell’asma

 Vi invitiamo a lavorare a stretto contatto con il medico del bambino per imparare tutto il possibile sull’ asma, comprendere quindi  come agiscono  i farmaci , e come somministrali correttamente. Il bambino solo così potrà vivere senza di sintomi  e  mantenere un normale stile di vita .

L’asma rimarra tutta la vita?

Una volta che le vie respiratorie di una persona diventano sensibili all’asma, rimangono così per tutta la vita. Tuttavia, circa il 50% dei bambini  sperimentno una notevole diminuzione dei sintomi di asma nel momento in cui diventano adolescenti, quindi sembrano avere “superato” l’asma. Circa la metà di questi bambini  sviluppano poi i sintomi intorno ai 30 – 40 anni. Purtroppo, non c’è modo di prevedere se i  sintomi che diminuiscono durante l’adolescenza torneranno o meno più tardi nella vita.

Cosa fare quando il  bambino ha un attacco d’asma?

Se il bambino sta mostrando sintomi di un attacco d’asma:

Date al vostro bambino il suo broncodilatatore .

Attendere da cinque a quindici minuti. Se i sintomi scompaiono, il bambino deve essere in grado di riprendere qualsiasi attività che stavano facendo. Se i sintomi persistono, seguite attentamente il piano farmacologico discusso col medico. Se il bambino non riesce a migliorare o non si è sicuri di quale azione intraprendere, chiamare il pediatra.

Sono segnali di pericolo grave nel bambino, la dispnea, tosse forte, cianosi delle estremità . L’aumento della frequenza respiratoria e la mancanza di respiro, sono particolarmente pericolosi, perché significano meno aria  dentro e fuori dai polmoni. Se uno qualsiasi di questi sintomi sono presenti andate immediatamente al pronto soccorso o chiamate il 118.

Referenze

Robinson PD, et al. L’asma nell’infanzia. Cliniche Pediatriche del Nord America. 2009; 56:191.
Liu AH. Childhood Asthma. In: RM Kliegman, et al. Nelson Textbook of Pediatrics. 18a ed. Philadelphia, Pa.: Saunders, 2007. Consultato il 18 luglio 2010.
Stewart LJ. L’asma pediatrica. Care Clinics elementari a Pratica di Office. 2008; 35:25.
Expert panel rapporto di 3 (EPR-3): Linee guida per la diagnosi e la gestione dell’asma. Bethesda, Md: National Institutes of Health. http://www.nhlbi.nih.gov/guidelines/asthma/06_sec3_comp3.pdf. Consultato il 13 Luglio 2010.
Informazioni aggiornate sugli inibitori dei leucotrieni: Montelukast (Singulair commercializzato come), zafirlukast (commercializzato come Accolate), e zileuton (commercializzato come Zyflo e Zyflo CR). US Food and Drug Administration. Consultato il 13 Luglio 2010.
FDA sulla sicurezza dei farmaci comunicazione: nuovi requisiti di sicurezza per la lunga durata d’azione per via inalatoria farmaci per l’asma chiamato long-acting beta-agonisti (LABA). US Food and Drug Administration. Consultato il 8 marzo 2010.
Bukutu C, et al. Asma: Una rassegna di terapie complementari e alternative. Pediatrics in Review. 2008; 29: E44.
Mark JD. Medicina Integrativa e asma. Cliniche Pediatriche del Nord America. 2007; 54:1007.
Lands LC. Nutrizione nella malattia polmonare pediatrica. Recensioni delle vie respiratorie in età pediatrica. 2007; 8:305.

Link sponsorizzati