Il lupus: sintomi,cause,diagnosi e cure


Se si soffre di lupus, è probabile si vogliano sapere quante più cose su questa malattia. Il Lupus non è una malattia semplice con una risposta facile. Non si può prendere una pillola e farla andare via. Il Lupus non ha  segnali semplici da distinguere. Purtroppo questa malattia può creare parecchi disagi.

Link sponsorizzati

Il lupus è una malattia infiammatoria cronica che si verifica quando il sistema immunitario attacca i propri tessuti e organi. L’infiammazione causata da lupus può interessare diversi sistemi del corpo, tra cui le articolazioni, pelle, reni, cellule del sangue, cervello, cuore e polmoni.

Il lupus può essere difficile da diagnosticare perché i segni e sintomi spesso imitano quelli di altre malattie. Il segno più distintivo del lupus è una eruzione cutanea del viso che ricorda le ali di una farfalla, questo segno si verifica in molti, ma non in tutti i casi di lupus.

Alcune persone nascono con una tendenza verso lo sviluppo di lupus, che può essere innescata da infezioni, alcuni farmaci o anche luce solare. Anche se non esiste alcuna cura per il lupus, i trattamenti possono aiutare a controllare i sintomi.

Il Lupus ha molte sfumature. Può colpire persone di diverse razze, etnie e diverse età, sia uomini che donne. La cosa peggiore è che può essere diversa per ogni persona.

Sintomi

Non esistono due casi di lupus esattamente uguali. Segni e sintomi possono verificarsi improvvisamente o si sviluppano lentamente, possono essere lievi o gravi, e possono essere temporanei o permanenti. La maggior parte delle persone affette da lupus hanno una malattia lieve, caratterizzata da episodi di acutizzazione chiamati flares, che poi migliorano o addirittura scompaiono completamente per un certo tempo.

I segni e sintomi di lupus che si verificano dipendono da quali sistemi del corpo sono colpiti dalla malattia. I segni e sintomi più comuni includono:

  • Stanchezza e febbre
  • Il dolore alle articolazioni, rigidità e gonfiore
  • Una eruzione cutanea a forma di farfalla sul viso che copre le guance e il  naso
  • Lesioni cutanee che appaiono o peggiorano con l’esposizione al sole
  • Dita delle mani e dei piedi che diventano bianche o blu quando si è sottoposti a periodi di stress o durante il freddi (fenomeno di Raynaud)
  • Mancanza di fiato
  • Dolore toracico
  • Secchezza degli occhi
  • Mal di testa, confusione, perdita di memoria
  • Febbre inspiegabile
  • Gonfiore delle ghiandole
  • Insolita perdita dei capelli
  • Alterazione dei valori ematici
  • Depressione, disturbi del pensiero, e / o problemi di memoria

 

malattia lupus.jpg

Cause

Il lupus si verifica quando il sistema immunitario attacca i tessuti sani nel corpo. Sembra che le persone con una predisposizione ereditaria per il lupus possano sviluppare la malattia quando entrano in contatto con qualcosa nell’ambiente che  scatena il flare. La causa di lupus nella maggioranza dei casi tuttavia, non è nota. Alcuni fattori che possono innescare il lupus in soggetti predisposti sono:

  • La luce del sole. L’esposizione al sole può portare a lesioni cutanee e innescare una risposta interna nelle persone predisposte alla malattia.
  • Farmaci. Il lupus può essere innescato da alcuni tipi di farmaci anti-epilettici, i farmaci per la pressione del sangue ed antibiotici. Le persone che hanno lupus indotto da farmaci di solito vedono i loro sintomi scomparire quando smettono di prendere il farmaco.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di lupus includono:

  • Sesso.Il lupus è più comune nelle donne.
  • Età. Sebbene lupus colpisca persone di tutte le età, è più spesso diagnosticato in una età compresa tra i 15 e 40 anni.

Non è una malattia contagiosa

Il Lupus è una malattia che può colpire molte parti del corpo, ma non è contagiosa . Ognuno reagisce in modo diverso. Una persona con lupus può avere le ginocchia gonfie e febbre . Un’altra persona può essere stanca tutto il tempo o avere problemi renali. Qualcun altro può avere eruzioni cutanee. Il Lupus può coinvolgere le articolazioni, la pelle, i reni, i polmoni , il cuore e / o il cervello .

L’infiammazione causata da lupus può colpire molte zone del corpo, e nello specifico:

  • Reni. Il lupus può causare gravi danni renali e insufficienza renale che è una delle principali cause di decesso tra le persone affette da lupus. Segni e sintomi di problemi ai reni possono includere prurito generalizzato, dolori al petto, nausea, vomito e gonfiore delle gambe (edema).
  • Cervello. Se il  cervello è affetto da lupus, possono verificarsi mal di testa, vertigini, modifiche del comportamento, allucinazioni, e anche ictus o attacchi epilettici. Molte persone sperimentano perdita di  memoria e possono avere difficoltà ad esprimere i loro pensieri.
  • Vasi sanguigni e sangue. Il lupus può portare a problemi del sangue, tra cui anemia e un aumento del rischio di sanguinamento a causa di problemi di di coagulazione del sangue. Può anche causare l’infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite).
  • Polmoni. Avere il lupus aumenta le probabilità di sviluppare una pleurite, che può rendere la respirazione dolorosa.
  • Cuore. Il lupus può causare l’infiammazione del muscolo cardiaco, delle arterie o della membrana del cuore (pericardite). Il rischio di malattie cardiovascolari e attacchi cardiaci aumenta notevolmente.

Altri tipi di complicazioni

Avere lupus anche aumentare il rischio di:

  • Infezione. persone con lupus sono più vulnerabili alle infezioni, perché sia la malattia che i trattamenti indeboliscono il sistema immunitario. Le infezioni che più comunemente colpiscono le persone affette da lupus comprendono infezioni del tratto urinario, infezioni respiratorie, infezioni da lievito, salmonella, herpes e herpes zoster.
  • Cancro. Avere il lupus sembra aumentare il rischio di cancro.
  • Necrosi avascolare. Ciò si verifica quando l’apporto di sangue ad un osso diminuisce, spesso conduce a piccole rotture nelle ossa e, infine, al collasso dell’osso. L’articolazione dell’anca è più comunemente colpita.
  • Complicanze della gravidanza. Donne con lupus hanno un aumentato rischio di aborto spontaneo.

Esistono tre tipi principali di lupus:

Il lupus eritematoso sistemico  è la forma più comune. E’ talvolta chiamato SLE, o semplicemente lupus. La parola “sistemico” significa che la malattia può coinvolgere molte parti del corpo come il cuore, i polmoni, i reni e il cervello. I sintomi possono essere lievi o gravi.

Il lupus eritematoso discoidale colpisce prevalentemente la pelle. Può presentarsi come una eruzione cutanea, o colpire il cuoio capelluto, il viso etc.

aree del lupus.jpg

Diagnosi

La diagnosi di lupus è difficile perché i segni ei sintomi variano notevolmente da persona a persona. Segni e sintomi di lupus possono variare nel tempo e si sovrappongono con quelli di molti altri disturbi. Nessuno test è in grado di diagnosticare il lupus. La combinazione di esami, sintomi e reperti dell’esame fisico porta alla diagnosi.

Prove di laboratorio

  • Emocromocitometrico completo. Questo test misura il numero di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, nonché la quantità di emoglobina, una proteina dei globuli rossi. I risultati possono indicare che si soffre di anemia, che spesso si verifica comunemente nei casi di lupus.
  • La velocità di eritrosedimentazione. Questo test del sangue determina la velocità con cui i globuli rossi si depositano sul fondo di una provetta. Un ritmo superiore alla normale può indicare una malattia sistemica, come il lupus.
  • Valori Renali e valutazione del fegato. Gli esami del sangue sono in grado di valutare quanto bene i reni e il fegato funzionino. Lupus può colpire questi organi.
  • Analisi delle urine. Un esame di un campione di urine può mostrare un aumento del livello di proteine ​​o globuli rossi nelle urine, che può verificarsi se il lupus ha colpito i reni.
  • Anticorpi anti-nucleo (ANA). Un test positivo per la presenza di questi anticorpi prodotti dal sistema immunitario indica un sistema immunitario stimolato. Anche se la maggior parte persone affette da lupus risultano positive all’ ANA, la maggior parte delle persone che risultano positive agli anticorpi antinucleo non hanno il lupus.

Esami radiografici

Se il medico sospetta che il lupus colpisca i polmoni o il cuore, può suggerire:

  • Radiografia del torace. Un’immagine del torace può rivelare ombre anomale che suggeriscono liquidi o infiammazione nei polmoni.
  • Ecocardiogramma. Questo test utilizza onde sonore per produrre immagini in tempo reale del cuore. Tramite questo esame si può verificare la presenza di problemi con le valvole e le altre porzioni del cuore.

Biopsia

Il lupus può danneggiare i reni in molti modi diversi ed i trattamenti possono variare, a seconda del tipo di danno che si verifica. In alcuni casi, è necessario prelevare un piccolo campione di tessuto renale per determinare il miglior trattamento da attuare.

Trattamenti e cure

Il trattamento per il lupus è principlamente sintomatico. Determinare se i segni ed i sintomi devono essere trattati e quali farmaci utilizzare richiede una discussione attenta dei benefici e dei rischi. Man mano che i segni e sintomi  regrediscono, il medico può decidere di cambiare i farmaci o i dosaggi. I farmaci più comunemente utilizzati per controllare il lupus includono:

  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). Farmaci come naproxene (Aleve) e ibuprofene (Advil, Motrin, altri), possono essere usati per trattare il dolore, gonfiore e febbre associata a lupus. Gli effetti collaterali dei FANS comprendono sanguinamento dello stomaco, problemi renali e un aumento del rischio di problemi cardiaci.
  • Farmaci antimalarici. I farmaci comunemente usati per trattare la malaria, come ad esempio idrossiclorochina (Plaquenil), posson aiutare a tenere il lupus sotto controllo. Gli effetti collaterali possono includere disturbi di stomaco e molto raramente, danni alla retina.
  • Corticosteroidi. Prednisone e altre forme di corticosteroidi sono in grado di contrastare l’infiammazione da lupus, ma spesso producono a lungo termine effetti collaterali, tra cui l’aumento di peso, lividi, assottigliamento delle ossa (osteoporosi), pressione alta, diabete e aumento del rischio di infezione. Il rischio di effetti collaterali aumenta con dosi più elevate e con una terapia a lungo termine.
  • Immunosoppressori. farmaci che sopprimono il sistema immunitario possono essere utili nei casi più gravi di lupus. Gli esempi includono ciclofosfamide (Cytoxan), azatioprina (Imuran, Azasan), Micofenolato (CellCept), leflunomide (Arava) e metotrexato (Trexall). I potenziali effetti collaterali possono includere un aumento del rischio di infezioni, danni al fegato, diminuzione della fertilità e un aumento del rischio di cancro. Un farmaco più recente, belimumab (Benlysta) riduce i sintomi del lupus in alcune persone. Gli effetti collaterali includono nausea, diarrea e febbre.

Medicina alternativa

A volte la medicina alternativa o complementare può offrire benefici alle persone affette da lupus. Tuttavia, queste terapie sono solitamente utilizzati con farmaci convenzionali. Discutere questi trattamenti con il medico.

Trattamenti complementari e alternative per lupus includono:

  • Deidroepiandrosterone (DHEA). Supplementi contenenti questo ormone hanno dimostrato di ridurre la dose di steroidi necessaria per stabilizzare i sintomi in alcune persone che hanno il lupus.
  • Semi di lino. I semi di lino contengono un acido grasso chiamato acido alfa-linolenico, che può diminuire l’infiammazione nel corpo.
  • Olio di pesce. integratori di olio di pesce con omega-3 possono dare beneficio alle persone con lupus. Tuttavia servono ancora prove scientifiche di tale efficacia.
  • La vitamina D. Esistono prove che suggeriscono che le persone con lupus possono beneficiare di supplementi di vitamina D.

Referenze »

Volantino per la salute: lupus eritematoso sistemico. Istituto Nazionale  artrite e malattie del sistema muscoloscheletrico e della pelle. http://www.niams.nih.gov/Health_Info/Lupus/. Consultato il 22 agosto 2011.
Crow MK. Lupus eritematoso sistemico. In: Goldman L, et al. Cecil Medicine. 24 ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier, 2011. http://www.mdconsult.com/das/book/body/191371208-2/0/1492/0.html~~V #. Consultato il 22 agosto 2011.
Lupus eritematoso sistemico. In: Ferri FF. Advisor Clinical Ferri 2011: Diagnosi e trattamento immediato. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier, 2011. Consultato il 22 agosto 2011.
Schur PH, et al. Diagnosi e diagnosi differenziale di lupus eritematoso sistemico negli adulti. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 23 Agosto 2011.
Hahn BH. Lupus eritematoso sistemico. In: DL Longo, et al. In linea Harrison. 18a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2012. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=4. Consultato il 23 Agosto 2011.
Schur PH, et al. Panoramica della terapia e la prognosi del lupus eritematoso sistemico negli adulti. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 23 Agosto 2011.
Falk RJ, et al. Le indicazioni per la biopsia renale nei pazienti con nefrite lupica. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 1 settembre 2011.
Whittier WL, et al. Indicazioni per e le complicazioni della biopsia renale. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 1 settembre 2011.
Haija AJ, et al. Il ruolo e gli effetti della medicina complementare e alternativa nel lupus eritematoso sistemico. Cliniche malattia reumatica del Nord America. 2011; 37:47.
Lupus eritematoso sistemico. Natural Medicines Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com. Consultato il 23 Agosto 2011.

Link sponsorizzati