Laringite da reflusso : un problema molto diffuso


Perché avviene la laringite da reflusso?

Link sponsorizzati

Il reflusso è spesso causato dalla ipotonia del cardias. Normalmente, questo sfintere,ha il compito di trattenere gli alimenti e l’acidità dello stomaco impedendo così la loro risalita in esofago o laringe . Questo anello muscolare si apre per permettere al cibo di entrare nello stomaco e si chiude per mantenere il contenuto dello stomaco. Quando il cibo il liquido dello stomaco risale in esofago si ha il fenomeno chiamato reflusso.

Inoltre, qualsiasi aumento della pressione addominale (come ad esempio l’obesità ),  può spingere indietro l’acido dallo stomaco all’esofago, stessa cosa accade in presenza di un’ernia iatale. Quando questo fenomeno provoca sintomi, si parla di  malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Quando l’acido risale nella laringe, la condizione si riferisce a  laringite da reflusso.

laringite da rreflusso.JPG

l’acido dello stomaco può causare irritazione della mucosa dell’esofago, della laringe e della gola. Questo può portare a:

  • Erosione della mucosa dell’esofago ( esofagite )
  • Restringimento dell’esofago ( stenosi )
  • Raucedine cronica
  • Difficoltà a deglutire
  • Sensazione di corpo estraneo in gola,
  • Asma o tosse,
  • Spasmi delle corde vocali,
  • sinusite
  • Ipertrofia delle corde vocali (granulomi).
  • Raramente, il reflusso può provocare il cancro dell’esofago o della laringe .

Quali sono i sintomi tipici della laringite da reflusso?

Il bruciore di stomaco è il sintomo più comune associato al reflusso. Circa il 50% della popolazione europea ha almeno un episodio di bruciore di stomaco  mensilmente, e il 4% -7% ne ha esperienza quotidiana. Oltre al bruciore di stomaco, il reflusso se abbastanza grave da provocare laringite può causare raucedine cronica, l’asma, o una sensazione di corpo estraneo in gola (fenomeno Globus).
reflussoe laringe.jpg

Come viene diagnosticata la laringite da reflusso?

Nella maggior parte dei pazienti, la diagnosi presuntiva di laringite da reflusso si basa sulla storia tipica di bruciori di stomaco e raucedine.i Test di solito sono riservati a quei pazienti che non rispondono alla terapia conservativa o alla terapia farmacologica. I test diagnostici includono:

  • Esofagogramma
  • Endoscopia
  • Laringoscopia
  • Monitoraggio del pH esofageo
  • Gli studi della motilità esofagea

Qual è la terapia conservativa del reflusso?

Il trattamento della laringite da reflusso è il trattamento del reflusso gastroesofageo.

Gli antiacidi possono neutralizzare l’acidità di stomaco e dare un sollievo immediato. Le scelte popolari includono bicarbonato di sodio, carbonato di calcio, e di alluminio oppure di antiacidi di magnesio (Maalox, Mylanta, Riopan, Gaviscon). E ‘meglio usare gli antiacidi 30 – 60 minuti dopo ogni pasto e prima di coricarsi, perché sono più efficaci in questi periodi. Se i pazienti sono a dieta iposodica, dovrebbero evitare di bicarbonato di sodio. Il calcio e l’alluminio possono causare stitichezza , mentre gli antiacidi al magnesio possono provocare diarrea .  I pazienti dovrebbero sempre verificare con il proprio  medico se possono assumere tali sostanze.

i pasti abbondanti a cena dovrebbero essere evitati.

  • Dovrebbero sempre passare diverse ore  dopo aver mangiato prima di sdraiarsi per consentire allo stomaco di svuotarsi.
  • Cibi piccanti o fritti, menta, agrumi, pomodori, cipolle, e il cioccolato, soprattutto se questi alimenti aumentano i sintomi, dovrebbero essere evitati(andrebbero limitati anche se non danno sintomi).
  • La dieta deve essere ricca di proteine, di carboidrati e a basso contenuto di grassi.
  • Può essere utile  elevare la testata del letto  per consentire alla gravità di mantenere l’acido nello stomaco. I cuscini sotto la testa non danno alcun beneficio.
  • L’alcol, bevande contenenti caffeina e il tabacco  dovrebbero essere evitati
  • Perdere peso riduce il reflusso.

Quali tipi di farmaci vengono utilizzati per il trattamento del reflusso?

Ci sono diversi tipi di farmaci disponibili. I bloccanti :acido famotidina (Pepcid), cimetidina (Tagamet), nizatidina (Axid), la ranitidina (Zantac)] sono noti come H2-bloccanti. Tuttavia, la loro potenza potrebbe non essere sufficiente.

Altri farmaci utili sono: metoclopramide (Reglan), che aiuta a svuotare lo stomaco, o inibitori della pompa protonica, come l’omeprazolo (Prilosec) e lansoprazolo (Prevacid).

Se la terapia conservativa e la terapia medica falliscono, la chirurgia può essere necessaria.

Quali sono le difficoltà nella diagnosi di laringite da reflusso?

In alcuni pazienti appare chiaro che perchè i sintomi laringei sono evidenti, raucedine, tosse emal di gola  sono dovuti al reflusso, per esempio, nei pazienti con bruciore di stomaco e rigurgito marcato di acido.

Nella maggior parte dei pazienti con sintomi laringei, nello specifico quelli con lievi bruciori di stomaco e senza rigurgito, la laringite da reflusso può non essere non essere così chiara da diagnosticare. L’esame della laringe può rivelare rossore e gonfiore, ma questi segnali possono essere causati da molte malattie della laringe.

Infine, non è chiaro se è liquido refluito dallo stomaco o meno che può causare  la laringite da reflusso , e non c’è modo di testare se è l’acido  che raggiunge la laringe. Esitono varie supposizioni che parlano di vapori acidi, nervi riflessi etc. Rimane il fatto che il reflusso e la lariginte da reflusso sono molto più ostici da diagnosticare in quei pazienti con sintomi molto lievi.

Referenze »

Fact sheet: I problemi più comuni che possono influenzare la tua voce. American Academy of Otalaryngology – Head and Neck Surgery. http://www.entnet.org/HealthInformation/commonvoiceproblems.cfm. Consultato il 8 marzo 2012.
Fact sheet: La voce e l’invecchiamento. American Academy of Otalaryngology – Head and Neck Surgery. http://www.entnet.org/HealthInformation/Voice-and-Aging.cfm. Consultato il 8 marzo 2012.
AJ Wang, et al. Confronto dei pazienti di laringite cronica con e senza fastidiosi sintomi di reflusso. Journal of Gastroenterology and Hepatology. 2012; 27:579.

Link sponsorizzati