Ipotiroidismo : cause e diagnosi


L’ipotiroidismo è una condizione caratterizzata da una anormale bassa produzione di ormone tiroideo. Ci sono molte patologie che causano l’ipotiroidismo. Questi disturbi possono direttamente o indirettamente coinvolgono la ghiandola tiroidea. Poiché l’ormone tiroideo influisce sulla crescita, lo sviluppo, e molti processi cellulari, deficit di ormone tiroideo hanno conseguenze diffuse per tutto  il corpo.
tiroide.jpg

Link sponsorizzati

Cosa sono gli ormoni tiroidei?

Gli ormoni tiroidei sono prodotti dalla ghiandola tiroide. Questa ghiandola è situata nella parte inferiore del collo, sotto il pomo d’Adamo. La ghiandola avvolge la trachea  e ha una forma che è simile a una farfalla – formato da due ali (lobi) e attaccato da una parte centrale (istmo).

La ghiandola tiroide utilizza iodio (per lo più disponibile dalla dieta in alimenti come frutti di mare, pane e sale) per la produzione di ormoni tiroidei. I due più importanti ormoni della tiroide sono la tiroxina (T4) e triiodotironina (T3), che rappresentano il 99% e l’1% degli ormoni tiroidei presenti nel sangue, rispettivamente. Tuttavia, l’ormone con l’attività biologica maggiore è il T3. Una volta rilasciato dalla ghiandola tiroide nel flusso sanguigno, una grande quantità di T4 è convertita in T3 – l’ormone attivo che interessa il metabolismo delle cellule.

Regolazione dell’ormone tiroideo, la catena di comando

La tiroide è regolata da una  ghiandola che si trova nel cervello, chiamata ipofisi. A sua volta, l’ipofisi è regolata in parte dalla tiroide (attraverso un effetto di “feedback” di ormoni tiroidei sulla ghiandola pituitaria) e da un’altra ghiandola chiamata ipotalamo.

L’ipotalamo rilascia un ormone chiamato ormone di rilascio della tireotropina (TRH), che invia un segnale alla ipofisi a rilasciare l’ormone stimolante la tiroide (TSH). A sua volta, il TSH, invia un segnale alla tiroide a rilasciare ormoni tiroidei. Se una anomalia si verifica  in uno qualsiasi di questi livelli, questo può provocare una carenza di ormoni tiroidei (ipotiroidismo).

  • Ipotalamo – TRH
  •  Ipofisi-TSH
  •  Tiroide T4 e T3

Il tasso di produzione di ormoni tiroidei è controllato dalla ghiandola pituitaria. Se vi è una quantità insufficiente di ormoni tiroidei in circolo nel corpo per permettere il normale funzionamento, il rilascio di TSH è aumentato dalla ghiandola pituitaria, nel tentativo di stimolare una maggiore produzione di ormone tiroideo. Al contrario, quando vi è una quantità eccessiva di ormone tiroideo circolante, i livelli di TSH cadono come i tentativi della pituitaria per diminuire la produzione di ormone tiroideo. Nei soggetti con ipotiroidismo, vi è un livello basso persistente di ormoni tiroidei circolanti.

Quali sono le cause di ipotiroidismo?

L’ipotiroidismo è una condizione molto comune. Si stima che tra il 3% al 5% della popolazione ha una qualche forma di ipotiroidismo. La condizione è più comune nelle donne che negli uomini, e la sua incidenza aumenta con l’età.

Di seguito è riportato un elenco di alcune delle cause più comuni di ipotiroidismo.

  • Tiroidite di Hashimoto
  • Tiroidite linfocitica (che può verificarsi dopo l’ipertiroidismo )
  • Distruzione della tiroide (da iodio radioattivo o chirurgia)
  • Malattia ipofisaria o ipotalamica
  • Farmaci
  • Grave carenza di iodio

tiroide e pituitaria.jpg
Tiroidite di Hashimoto

La causa più comune di ipotiroidismo negli Stati Uniti è una condizione ereditaria chiamata tiroidite di Hashimoto . Questa condizione prende il nome dal Dr. Hashimoto Hakaru che per primo lo descrisse nel 1912. In questa condizione, la ghiandola tiroidea è in genere ingrandita (gozzo) e ha una minore capacità di rendere ormoni tiroidei. Hashimoto è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca il corpo in maniera inopportuna il tessuto tiroideo. In parte, questa condizione è creduto di avere una base genetica. Ciò significa che la tendenza verso lo sviluppo di tiroidite di Hashimoto può funzionare in famiglie. Hashimoto è da 5 a 10 volte più comune nelle donne che negli uomini. I campioni di sangue prelevato da pazienti con questa malattia rivelano un aumento del numero di anticorpi per l’enzima, perossidasi tiroidea (TPO-anticorpi). Dal momento che la base per le malattie autoimmuni possono avere una comune origine, non è raro trovare che un paziente con tiroidite di Hashimoto ha una o più autoimmune di altre malattie come il diabete o l’anemia perniciosa (carenza di vitamina B12). Hashimoto possono essere identificati tramite il rilevamento di anticorpi anti-TPO nel sangue e / o eseguendo una scansione della tiroide .

Tiroidite linfocitica seguenti ipertiroidismo

Tiroidite riferisce l’infiammazione della ghiandola tiroidea. Quando l’infiammazione è causata da un tipo particolare di globulo bianco conosciuto come un linfocita, la condizione si riferisce a come tiroidite linfocitica. Tale condizione è particolarmente comune dopo la gravidanza e può effettivamente incidere fino a 8% delle donne dopo la loro consegna. In questi casi, c’è di solito una fase di ipertiroidismo (in cui una quantità eccessiva di ormone della perdita di fuori della ghiandola tiroide infiammata), che è seguita da una fase di ipotiroidismo che può durare fino a sei mesi. La maggior parte delle donne colpite finalmente ritornare ad uno stato di normale funzionalità tiroidea, anche se vi è la possibilità di rimanere ipotiroidei.

Tiroide distruzione secondaria di iodio radioattivo o chirurgia

I pazienti che sono stati trattati per una condizione di ipertiroidismo (come ‘morbo di Graves ) e ha ricevuto lo iodio radioattivo può essere lasciato con poco o nessun tessuto tiroideo funzionante dopo il trattamento. La probabilità che ciò dipende da una serie di fattori tra cui la dose di iodio dato, insieme con le dimensioni e l’attività della ghiandola tiroide. Se non vi è una significativa attività della ghiandola tiroide sei mesi dopo il trattamento con iodio radioattivo, si suppone di solito che la tiroide non funzionerà più adeguatamente. Il risultato è l’ipotiroidismo. Allo stesso modo, la rimozione della ghiandola tiroidea durante l’intervento chirurgico sarà seguito da ipotiroidismo.

Ipofisaria o ipotalamica

Se per qualche motivo la ghiandola pituitaria o dell’ipotalamo sono in grado di segnalare la tiroide e le istruzioni per produrre gli ormoni tiroidei, un diminuito livello di T3 e T4 circolanti possono provocare, anche se la tiroide si è normale. Se questo difetto è causato da malattie dell’ipofisi, la condizione è chiamata “ipotiroidismo secondario”. Se il difetto è dovuto alla malattia ipotalamica, si chiama “ipotiroidismo terziario”.

lesioni ipofisarie

Una lesione dell’ipofisi può determinare dopo l’intervento chirurgico al cervello o se c’è stata una diminuzione di apporto di sangue alla zona. In questi casi di danno ipofisario, il TSH che è prodotto dalla ghiandola pituitaria e il sangue è carente livelli di TSH sono bassi. Risultati ipotiroidismo perché la ghiandola tiroide non è più stimolata dal TSH dell’ipofisi. Questa forma di ipotiroidismo può quindi essere distinto da ipotiroidismo che è causato da malattie della tiroide, in cui il livello di TSH diventa elevato, come i tentativi ghiandola pituitaria a promuovere la produzione degli ormoni della tiroide, stimolando la ghiandola tiroidea con più TSH. Di solito, l’ipotiroidismo da lesioni della ghiandola ipofisaria si manifesta in concomitanza con altre carenze ormonali, dato che l’ipofisi regola altri processi quali la crescita, la riproduzione e la funzione surrenale. farmaci

I farmaci che vengono usati per trattare una e-attività della tiroide oltre (ipertiroidismo) può effettivamente causare ipotiroidismo. Questi farmaci comprendono Metimazolo (Tapazole) e Propiltiouracile (PTU). I farmaci psichiatrici, al litio (Eskalith, Lithobid), è noto anche per alterare la funzione tiroidea e ipotiroidismo causa. È interessante notare che i farmaci che contengono una grande quantità di iodio, come l’amiodarone (Cordarone), ioduro di potassio (SSKI, Pima), e la soluzione di Lugol può causare cambiamenti nella funzione della tiroide, che può portare a bassi livelli ematici di ormone tiroideo.

Una grave carenza di iodio:

Nelle aree del mondo dove vi è una carenza di iodio nella dieta, l’ipotiroidismo grave può essere visto nel 5% al 15% della popolazione. Esempi di queste aree comprendono Zaire, Ecuador, India, e il Cile. Una grave carenza di iodio è visto anche in remote zone montane come le Ande e l’Himalaya. Poiché l’aggiunta di iodio al sale da tavola e al pane, la carenza di iodio è raramente visto negli Stati Uniti.

Quali sono i sintomi dell’ipotiroidismo?

I sintomi di ipotiroidismo sono spesso sottili. Essi non sono specifici (che significa che possono mimare i sintomi di molte altre condizioni) e sono spesso attribuiti all’invecchiamento. I pazienti con lieve ipotiroidismo può non avere segni o sintomi. I sintomi generalmente diventano più evidenti come la condizione peggiora e la maggior parte di queste denunce sono relative a un rallentamento metabolico del corpo. I sintomi più comuni sono elencati di seguito:

  • Fatica
  • Depressione
  • Modesto aumento di peso
  • Freddo intolleranza
  • Sonnolenza eccessiva
  • Capelli crespi e secchi
  • Costipazione
  • Pelle secca
  • Crampi muscolari
  • Aumento dei livelli di colesterolo
  • Diminuzione della concentrazione
  • Dolori
  • Gonfiore delle gambe

Come la malattia diventa più grave, ci può essere il gonfiore intorno agli occhi, un rallentamento della frequenza cardiaca, una diminuzione della temperatura corporea, e l’insufficienza cardiaca . Nella sua forma più profonda, l’ipotiroidismo grave può portare ad una condizione pericolosa per la vita  (coma mixedema). In un individuo ipotiroideo , un coma mixedema tende ad essere attivato da malattie gravi, interventi chirurgici, stress , o lesioni traumatiche. Questa condizione richiede ricovero e il trattamento immediato con ormoni tiroidei somministrati per iniezione.

Correttamente diagnosticato, l’ipotiroidismo può essere facilmente e completamente trattato con terapia ormonale sostitutiva della tiroide. D’altra parte, l’ipotiroidismo non trattato può portare ad un ingrossamento del cuore ( cardiomiopatia ), peggioramento dell’insufficienza cardiaca, e un accumulo di fluido intorno ai polmoni ( versamento pleurico)

Come viene diagnosticato l’ipotiroidismo?

Una diagnosi di ipotiroidismo può essere sospettata nei pazienti con stanchezza, intolleranza al freddo, stipsi , e la pelle secca e squamosa. Un esame del sangue è necessario per confermare la diagnosi.

Quando l’ipotiroidismo è presente, i livelli ematici di ormoni tiroidei può essere misurato direttamente e di solito sono diminuiti. Tuttavia, nei primi ipotiroidismo, il livello di ormoni tiroidei (T3 e T4), può essere normale. Pertanto, il principale strumento per la rilevazione di ipertiroidismo è la misura del TSH, l’ormone stimolante la tiroide. Come già accennato, TSH è secreto dalla ghiandola pituitaria. Se una diminuzione di ormone tiroideo si verifica, la ghiandola pituitaria reagisce producendo più TSH e il TSH aumenta il livello nel sangue, nel tentativo di incoraggiare la produzione di ormone tiroideo. Questo aumento di TSH possono effettivamente precedono la caduta di ormoni tiroidei da mesi o anni (si veda la sezione Ipotiroidismo subclinico sotto). Pertanto, la misurazione del TSH dovrebbe essere elevata in caso di ipotiroidismo.

Tuttavia, vi è una sola eccezione. Se la diminuzione degli ormoni tiroidei è in realtà dovuta ad un difetto dell’ipofisi o dell’ipotalamo, quindi i livelli di TSH sono anormalmente basse. Come notato sopra, questo tipo di patologia tiroidea è noto come secondario “o” terziario “ipotiroidismo”. Una prova speciale, noto come il test al TRH, può aiutare a distinguere se la malattia è causata da un difetto nella ghiandola pituitaria o dell’ipotalamo. Questo test richiede un’iniezione dell’ormone TRH e viene eseguita da un endocrinologo (specialista ormone).

Il lavoro di sangue di cui sopra conferma la diagnosi di ipotiroidismo, ma non punta a una causa di fondo. Una combinazione di storia clinica del paziente, selezione di anticorpi (come detto sopra), e di una scintigrafia tiroidea può aiutare a diagnosticare il problema di fondo precisa tiroide più chiaramente. Se una o ipotalamico pituitario causa si sospetta, una risonanza magnetica del cervello e di altri studi può essere giustificata. Tali ricerche devono essere prese caso per caso.

Come viene trattato l’ipotiroidismo?

Con l’eccezione di determinate condizioni, il trattamento di ipotiroidismo richiede una terapia a vita. Prima di levotiroxina sintetico (T4) è stato disponibile, essiccata compresse tiroide sono stati utilizzati. tiroide essiccata è stato ottenuto da animali tiroide, che mancano di coerenza di potenza da lotto a lotto. Attualmente, un puro, T4 sintetico è ampiamente disponibile. Pertanto, non vi è alcuna ragione per usare tiroide essiccata estratto.

Come descritto in precedenza, il principio attivo ormone tiroideo è in realtà più T3. Allora, perché i medici scelgono di curare i pazienti con la forma T4 della tiroide? T3 [ sodio liothyronine (Cytomel)] è disponibile e vi sono alcune indicazioni per il suo utilizzo. Tuttavia, per la maggior parte dei pazienti, una forma di [T4 levotiroxina sodica (Levoxyl, Synthroid)] è il trattamento preferito. Si tratta di una forma più stabile di ormone tiroideo e richiede un dosaggio una volta al giorno, mentre T3 è molto più breve durata d’azione e deve essere preso più volte al giorno. Nella stragrande maggioranza dei pazienti, T4 sintetico è prontamente e costantemente convertita in T3 naturalmente nel sangue, e questa conversione è opportunamente regolata da tessuti del corpo.

La dose media di sostituzione T4 negli adulti è di circa 1,6 microgrammi per chilogrammo al giorno. Questo si traduce in circa 100-150 microgrammi al giorno.

I bambini richiedono dosi maggiori.

In pazienti giovani e sani, l’intero importo della ormonale sostitutiva T4 può essere avviato inizialmente.

Nei pazienti con preesistenti malattie cardiache, questo metodo di sostituzione della tiroide possono aggravare la condizione di fondo cuore in circa il 20% dei casi.

Nei pazienti più anziani, senza conoscere le malattie cardiache , cominciando con una dose piena sostitutiva con ormoni tiroidei può provocare nello scoprire la malattia di cuore, con conseguente dolore toracico o di un attacco di cuore . Per questo motivo, i pazienti con una storia di malattia cardiaca o coloro che sono sospettati di essere ad alto rischio sono iniziate con 25 microgrammi o meno di sostituzione ormonale, con un graduale aumento della dose a intervalli di 6 settimane.
Idealmente, T4 sintetico di sostituzione deve essere assunto al mattino, 30 minuti prima di mangiare. Altri farmaci contenenti ferro o antiacidi dovrebbero essere evitati, perché interferiscono con l’assorbimento.

La terapia per l’ipotiroidismo è monitorata ad intervalli di circa sei settimane fino a stabile. Durante queste visite, un campione di sangue è controllato per il TSH per determinare se la quantità appropriata di sostituzione della tiroide viene data. L’obiettivo è di mantenere il TSH entro i limiti normali. A seconda del laboratorio, i valori assoluti può variare, ma in generale, un TSH normale range è compreso tra 0,5 e 5.0uIU/ml. Una volta stabile, il TSH possono essere verificate con frequenza annuale. Over-trattamento di ipotiroidismo con un eccesso di farmaci per la tiroide è potenzialmente dannoso e può causare problemi di cuore palpitazioni e il controllo della pressione arteriosa e può anche contribuire a osteoporosi . Ogni sforzo deve essere fatto per mantenere il TSH entro il normale range.

Che cosa è l’ipotiroidismo subclinico?

Ipotiroidismo subclinico si riferisce a uno stato in cui i pazienti non presentano i sintomi di ipotiroidismo. Questi pazienti hanno anche una normale quantità di ormone tiroideo circolante. L’unica anomalia è un TSH aumentato il loro lavoro di sangue. Ciò implica che la ghiandola pituitaria è lavoro extra duro per mantenere un normale livello di ormone tiroideo circolante e che la ghiandola tiroidea richiede una stimolazione extra da parte dell’ipofisi per la produzione di ormoni adeguata. La maggior parte di questi pazienti si può aspettare che i progressi evidenti di ipotiroidismo, soprattutto se il TSH è al di sopra di un certo livello.

Mentre vi è qualche polemica, endocrinologi molti trattare tali pazienti, soprattutto se hanno un alto livello di colesterolo nel sangue. Il profilo di colesterolo anomali probabilmente mostrano un miglioramento con sostituzione dell’ormone tiroideo. Se i livelli di colesterolo sono normali, e il paziente si sente bene, è anche ragionevole seguire questi pazienti senza trattamento e ripetere il TSH nel sangue e livelli di ormone tiroideo nel 4 a 6 mesi per vedere se l’ipotiroidismo più significativo è evidente. Entrambi questi approcci sono ragionevoli ed i pazienti dovrebbero essere incora
ggiati a parlare con i loro medici circa preoccupazioni specifiche e preferenze.

Che cosa è meglio per voi?

Se siete preoccupati di avere l’ipotiroidismo, è necessario parlarne al proprio medico curante. Un semplice esame del sangue è il primo passo nella diagnosi.  Ricordate che soffrire di tiroide è molto comune e, in buone mani, l’ipotiroidismo è facilmente affrontato e trattato.

Ipotiroidismo in breve

L’ipotiroidismo si riferisce ad ogni stato in cui la produzione dell’ormone tiroideo è inferiore al normale.

  • Ci sono molte patologie che causano l’ipotiroidismo.
  • La tiroide è regolata da un’altra ghiandola che si trova nel cervello, l’ipofisi.
  • L’ipotiroidismo è una condizione molto comune.
  • I sintomi di ipotiroidismo sono spesso lievi.
  • Un’analisi del sangue viene utilizzata per confermare l’ipotiroidismo.
  • Con l’eccezione di determinate condizioni, il trattamento dell’ ipotiroidismo richiede farmaci per tutta la vita.

Referenze »

Tintinalli JE, et al. disturbi della tiroide: ipotiroidismo e crisi mixedema. In: Medicina d’urgenza di Tintinalli: Una guida completa di studio. 7 ° ed. New York, NY: The McGraw Hill; 2011. http://www.accessmedicine.com. Consultato 5 OTTOBRE 2015.
Martello GD, et al. Malattia della tiroide: fisiopatologia della malattia: Introduzione alla Medicina Clinica. 7 ° ed. New York, NY: The McGraw Hill; Il 2014.
Ipotiroidismo. http://www.thyroid.org/what-is-hypothyroidism. Consultato 6 OTTOBRE 2015.

Link sponsorizzati