Diabete gestazionale : cosa fare


Il diabete gestazionale è una condizione caratterizzata dalla presenza di un  elevata quantità di zuccheri nel sangue (glucosio) che avviene durante la gravidanza . La condizione si verifica in circa il 4% di tutte le gravidanze.

Link sponsorizzati

Quali sono le cause del diabete gestazionale?

Quasi tutte le donne hanno un certo grado di intolleranza al glucosio a seguito di cambiamenti ormonali che si verificano durante la gravidanza. Ciò significa che la glicemia può essere superiore al normale, ma non abbastanza per avere il diabete . Durante l’ultima parte della gravidanza (il terzo trimestre), questi cambiamenti ormonali creano un  rischio di diabete gestazionale.

diabete gestazionale.jpg

Durante la gravidanza, l’aumento dei livelli di alcuni ormoni ad opera della placenta (l’organo che collega il bambino dal cordone ombelicale in utero) contribuiscono al trasferimento di nutrienti dalla madre al feto in via di sviluppo. Altri ormoni vengono prodotti dalla placenta per aiutare a prevenire un basso livello di zucchero nel sangue nella madre. Essi agiscono quindi impedendo l’azione dell’insulina.

Nel corso della gravidanza, questi ormoni portano ad una progressiva intolleranza al glucosio. Per cercare di diminuire i livelli di zucchero nel sangue, il corpo produce più insulina per permettere al glucosio di entrare nelle cellule ed essere utilizzato.

Di solito il pancreas della madre è in grado di produrre più insulina (circa tre volte la quantità normale) per superare l’effetto degli ormoni della gravidanza. Se, tuttavia, il pancreas non produce abbastanza insulina, i livelli di zucchero nel sangue aumentano, causando il diabete gestazionale.

Quali sono le complicanze del diabete gestazionale?

Il diabete può influenzare lo sviluppo del bambino durante la gravidanza. Nei primi mesi di gravidanza, il diabete  può causare difetti alla nascita e un aumento del tasso di aborto spontaneo . Molti dei difetti del nascituro  che possono verificarsi influenzano organi importanti come cervello e cuore.

Nel corso del secondo trimestre e il terzo, il diabete  può portare la madre ad un eccesso di nutrizione e quindi un eccesso di crescita del bambino. Avere un  feto troppo  sviluppato aumenta i rischi durante il travaglio e il parto . Ad esempio, i bambini di grandi dimensioni spesso richiedono il parto cesareo.

Tuttavia, con il trattamento adeguato, questa situazione si controlla egregiamente e non ostacola la gravidanza

Chi è a rischio di diabete gestazionale?

I seguenti fattori aumentano il rischio di sviluppare il diabete gestazionale durante la gravidanza:

  • Essere in sovrappeso prima di rimanere incinta (se siete del 20% o più rispetto al vostro peso corporeo ideale).
  • Avere presenza di zuccheri nelle urine.
  • Intolleranza al glucosio o alterata glicemia a digiuno.
  • Storia familiare di diabete.
  • Complicazioni nei parti precedenti per cause glicemiche
  • Avere avuto il diabete gestazionale in una gravidanza precedente.
  • Avere troppo liquido amniotico (una condizione chiamata polidramnios).

Molte donne che sviluppano il diabete gestazionale non hanno fattori di rischio noti.

Come si diagnostica il  diabete gestazionale?

Le donne ad alto rischio dovrebbero essere sottoposte a screening per il diabete gestazionale il più presto possibile nel corso della loro gravidanza.

Lo screening per il diabete gestazionale, è un test  orale di tolleranza al glucosio . Questo test consiste nel bere un liquido zuccherato, che contiene 50 grammi di zucchero. Il corpo assorbe questo zucchero rapidamente, alzando i livelli di zucchero nel sangue entro 30-60 minuti. Dopo verrano prelevati un campione di sangue a distanza di  1 ora dopo aver bevuto la soluzione. Il test del sangue misura se lo zucchero è stato metabolizzato.

Un livello di zuccheri nel sangue superiori o uguali a 140mg/dL è riconosciuto come anormale. Se i risultati sono anomali si effettuaerà un nuovo test a distanza di qualche ora.

Nelle donne ad alto rischio di sviluppare il diabete gestazionale, un normale risultato del test di screening è proseguito da un altro test di screening a distanza di 24-28 settimane per la conferma della diagnosi.

Come è gestito il diabete gestazionale?

Il diabete gestazionale è gestito da:

  • Monitoraggio dei livelli di zucchero nel sangue quattro volte al giorno (prima di colazione e 2 ore dopo i pasti. Un monitoraggio prima di tutti i pasti può anche essere necessario.)
  • Monitoraggio delle urine per i chetoni.
  • A seguito di specifiche linee guida dietetiche, come indicate dal medico, verrà chiesto di distribuire le calorie in modo uniforme per tutto il giorno.
  • Esercizio fisico
  • .Monitoraggio del  peso .
  • Assunzione di insulina, se necessario.- L’insulina è il farmaco attualmente utilizzato solo il diabete durante la gravidanza.
  • Controllo dell’ipertensione.

cibo diabete.jpeg
Come faccio a monitorare il livello di zuccheri nel sangue?

Il Test per monitorare il livello di zuccheri nel sangue, è molto semplice, bisogna pungere il dito con un  piccolo ago, mettendo una goccia di sangue su una striscia di prova, utilizzando poi un misuratore di glicemia per  visualizzare i risultati.

E’ importante che portiate le vostre misurazioni l con voi per i vostri appuntamenti col medico, in modo che il medico possa valutare come siano i vostri livelli di zucchero nel sangue; e decidere quindi se apportare modifiche al piano di trattamento.

L’obiettivo del monitoraggio è quello di mantenere la glicemia il più vicino possibile alla norma.

Ho bisogno di assumere l’insulina per il diabete gestazionale?

Sulla base dei risultati dei vostri controlli, il medico vi dirà se è necessario prendere l’insulina sotto forma di iniezioni durante la gravidanza. L’insulina è un ormone che controlla lo zucchero nel sangue. Se l’insulina è stata prescritta, verrà tenuto un mini corso, sul come eseguire le iniezioni.

Con l’avanzare della gravidanza, la placenta creerà ormoni  cosi facendo è facile che  grandi dosi di insulina potranno essere necessari per controllare lo zucchero nel sangue. Il vostro medico dovrà quindi  regolare il dosaggio di insulina in base ai dati relativi al vostro  zucchero nel sangue.

Quando si utilizza l’insulina, può capitare di incappare nell’ipoglicemia , si  verifica se non si mangia abbastanza cibo, se si salta un pasto, o se si compie più esercizio fisico del dovuto.

I sintomi di ipoglicemia comprendono:

  • Confusione
  • Vertigini
  • Tremore
  • Mal di testa
  • Improvvisa fame
  • Sudorazione
  • Debolezza

L’ipoglicemia è un problema serio che deve essere trattato immediatamente. Se si pensa di avere un episodio di ipoglicemia,  si deve immediatamente controllare i livelli di zucchero nel sangue. Se la  glicemia è inferiore a 60 mg / dL (milligrammi per decilitro), è opportuno mangiare un cibo contenente zucchero, come ad esempio 1 / 2 tazza di succo d’arancia o di mela. Quindici minuti dopo aver mangiato uno degli alimenti sopra elencati,  è necessario ricontrollare la glicemia. Se è ancora inferiore a 60 mg / dL, può essere necessario mangiare nuovamente.

Registrare tutte le reazioni di ipoglicemia, è fondamentale per aiutare il medico a comprendere cosa è meglio per voi.

Quanto esercizio fisico è sicuro per il diabete gestazionale?

L’esercizio fisico regolare durante la gravidanza può migliorare la postura e ridurre alcuni disturbi comuni come mal di schiena e stanchezza. Essere in forma durante la gravidanza significa avere una gravidanza piacevole. Ma, indipendentemente dal diabete gestazionale, ogni donna incinta dovrebbe consultarsi con proprio medico curante prima di iniziare un programma di esercizi.

Dal momento l’esercizio fisico può provocare un abbassamento degli zuccheri nel sangue, è bene portare sempre con sé una qualche forma di zucchero, come zollette di zucchero o caramelle
.
Mangiate una porzione di frutta o l’equivalente di 15 grammi di carboidrati per la maggior parte delle attività fisiche della durata di 30 minuti. Nel caso di esercizio subito dopo un pasto, mangiare uno spuntino dopo l’esercizio. Se l’esercizio è 2 o più ore dopo un pasto, è bene mangiare prima di allenarsi.

Il Diabete gestazionale può tramsettersi al bambino?

Il diabete gestazionale fa aumentare il rischio che il vostro bambino abbia il diabete in futuro.

Avrò ancora il diabete dopo il parto?

Solitamente con il diabete gestazionale, i livelli di zucchero nel sangue tornano alla normalità dopo circa 6 settimane dal parto, questo perchè la placenta, che stava producendo gli ormoni non è più presente. Il medico controllerà i livelli di zucchero nel sangue dopo il parto per assicurarsi che siano tornati alla normalità.

Le donne che hanno avuto il diabete gestazionale hanno un 60% di aumento del rischio di sviluppare diabete di tipo 2 nella loro vita. Con il mantenimento di un peso corporeo ideale, seguito da una dieta sana ed esercizio fisico, sarete in grado di ridurre il rischio di sviluppare il diabete.

Inoltre, le donne che hanno il diabete gestazionale durante una gravidanza hanno una probabilità del 40% -50% di sviluppare il diabete nella gravidanza successiva. Se avete avuto il diabete gestazionale durante una gravidanza e avete in programma di rimanere incinta di nuovo, parlare con il vostro medico  in modo da poter apportare le modifiche dello stile di vita necessario prima della gravidanza successiva.

Referenze »

FG Cunningham, et al. Diabete. In: Cunningham FG, et al. Williams Obstetrics. 23a ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2010. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=46. Consultato il 27 dicembre 2010.
Strehlow SL, et al. Diabete mellito e gravidanza. In: DeCherney AH, et al. Diagnosi e trattamento attuale: Ostetricia e Ginecologia. 10 ed. New York, NY: The McGraw-Hill Companies, 2007. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=9. Consultato il 27 dicembre 2010.
Reece EA, et al. Diabete mellito e la gravidanza. In: Gibbs RS, et al. Danforth di Ostetricia e Ginecologia. 10 ed. Philadelphia, Pa.: Wolters Kluwer Health Lippincott Williams & Wilkins, 2008. http://www.danforthsobgyn.com. Consultato il 27 dicembre 2010.
Caughey AB. Gestione ostetrica delle gravidanze complicate da diabete mellito gestazionale. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 27 dicembre 2010.
Jovanovic L. Trattamento e corso di diabete mellito gestazionale. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 27 dicembre 2010.
Jovanovic L. Screening e diagnosi di diabete mellito durante la gravidanza. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 27 dicembre 2010.
Paglia MJ, et al. Il diabete gestazionale: evoluzione criteri diagnostici. Current Opinion in Ostetricia e Ginecologia. In corso di stampa. Consultato Feb.1, 2011.
Kim C. diabete gestazionale: Rischi, gestione e opzioni di trattamento. International Journal of salute delle donne. 2010; 2:339.
Blatt AJ, et al. Lacune screening del diabete durante la gravidanza e dopo il parto. Obstetrics & Gynecology. 2011; 117:161.
HAPO Cooperative Study Research Group. L’iperglicemia e gli esiti avversi nella gestazione. New England Journal of Medicine. 2008; 358:1991.
Metzger BE, et al. Associazione Internazionale del Diabete e gravidanza gruppi di studio raccomandazioni sulla diagnosi e classificazione di iperglicemia in gravidanza. Diabetes Care. 2010; 33:676.
Manning FA. Il profilo biofisico fetale. http://www.uptodate.com/home/index.html. Consultato il 31 dicembre 2010.
Standard di cure mediche nel diabete – 2011. Diabetes Care. 2011; 34 (suppl): 11.
Sanità linee guida attenzione: controlli prenatali di routine. Bloomington, Minnesota: Institute for Clinical Improvement Systems. 2010. http://www.icsi.org/prenatal_care_4/prenatal_care__routine__full_version__2.htm. Consultato il 1 Febbraio 2011.
American College of Obstetricians and Gynecologists. Practice Bulletin. Linee guida cliniche per la gestione ostetrico-ginecologica. Number 30, 2001 (sostituisce il Technical Bulletin 200, dicembre 1994) settembre. Il diabete gestazionale. Ostetricia e ginecologia. 2001; 98:525.

Link sponsorizzati